Uno dei fumetti più longevi della reteWebcomics più longevi della rete ha fatto qualcosa di strano alla sua striscia più memorabile [Aggiornato]

Da “Loss.”
Immagine: Art by Tim Buckley.

“Loss” è uno dei memi più pervasivi, e più strani, dell’internet moderno. Ora, è, uh, un po’ diverso.

Video recente

Questo browser non supporta l’elemento video.

Qualche retroscena: Ctrl-Alt-Del è un webcomic. Uno molto vecchio, in effetti. Iniziato nel 2002, la striscia, scritta e disegnata da Tim Buckley, è stata aggiornata regolarmente negli ultimi sedici anni, espandendosi da un webcomic di gioco di interesse speciale durante il periodo d’oro delle strisce di gioco con due ragazzi sul divano a un più ampio e strano fumetto di vita, prima di finire da qualche parte tra il fumetto parodia di gioco, un ampio pastiche sci-fi e un incubo postmoderno.

La sua striscia più iconica è “Loss”, che è diventata un enorme meme in virtù della sua pura incongruenza. Dopo anni di stupidi fumetti gag e, uh, lettere aperte all’avvocato Jack Thompson, la striscia di Buckley è diventata improvvisamente molto seria, culminando nella striscia che ritrae la moglie del protagonista che ha un aborto spontaneo, una mossa narrativa così inaspettata che gran parte di internet ha trovato la sua esistenza oscuramente esilarante, portando a un brusco contraccolpo e a molte prese in giro.

G/O Media potrebbe ricevere una commissione

Advertisement

I riferimenti hanno iniziato a comparire in tutta la rete e nel 2017, dopo quasi un decennio, il meme ha goduto di una sorta di rinascita. Ora, se vedete un’arte che imita le figure di base della striscia – una figura, poi una figura in piedi e una seduta, poi due figure in piedi, poi una figura in piedi e una sdraiata – è probabile che si tratti di un riferimento a Loss, o che almeno evochi la domanda: “Is this Loss?”

L’originale “Loss”, via Know Your Meme. Credito a Ctrl.Alt.Del.
Immagine: Art by Tim Buckley

Advertisement

Solo oggi, nel decimo compleanno della famigerata striscia, nientemeno, se vai nel posto degli archivi di CAD dove dovrebbe esserci “Loss”, troverai un altro fumetto. Troverete “Found.”

via CAD-comic.com.
Immagine: Art by Tim Buckley.

Advertisement

Sì, è così. È “Loss”, ma il pannello finale è modificato: invece di stare in piedi in preda all’orrore, il protagonista ha un sorriso compiaciuto sul volto. “Beccato”, sembra dire, mentre sua moglie… soffre terribilmente. “Vi vedo, Memers”. Uh.

Cosa? Cosa? È uno scherzo? È un cenno di Buckley alla popolarità del meme “Loss”? È stato hackerato? Cosa sta succedendo qui?

Advertisement

Ancora più stranamente, “Found” sembra aver interamente sostituito “Loss” nel backend del sito – i commenti sulla “nuova” striscia risalgono a un anno fa, e l’URL originale porta a una pagina morta. Non è chiaro quando sia apparso precisamente, ma l’Internet Archive ha istantanee che mostrano il fumetto originale dal 20 maggio, mentre il nuovo “Found” ha solo un’istantanea, da oggi, anche se è retrodatato al 2008. La retrodatazione cambia la data dal 2 giugno al 31 maggio 2008, tuttavia, suggerendo che questo potrebbe essere passato all’inizio di questa settimana.