UNC-Chapel Hill ritarderà l’inizio del semestre primaverile

UNC-Chapel Hill ritarderà l’inizio del semestre primaverile ed eliminerà la tradizionale pausa primaverile, nella speranza di riportare gli studenti al campus nel nuovo anno in mezzo alla pandemia del coronavirus.

Le lezioni inizieranno quasi due settimane più tardi del normale, il 19 gennaio, il cancelliere della UNC Kevin Guskiewicz ha annunciato al campus giovedì pomeriggio. Ha detto che questo fornirà “il tempo massimo tra la pausa invernale e l’inizio delle lezioni.”

L’inizio della primavera sarà spostato indietro di una settimana, a domenica 16 maggio. L’inizio dell’inverno sarà posticipato. UNC spera di avere una cerimonia combinata per i laureati della primavera 2020, dell’inverno 2020 e della primavera 2021.

Clicca per ridimensionare

Non ci sarà una settimana di pausa primaverile, come nella maggior parte degli anni. Invece, Guskiewicz ha detto che ci saranno cinque “giorni di benessere” per tutto il semestre.

“Abbiamo sentito da molti di voi che abbiamo bisogno di fornire più pause durante il semestre, quindi incorporeremo cinque giorni sia individualmente che in gruppi combinati per questo scopo”, ha detto il cancelliere. “Inoltre, le scuole e i decani chiariranno che questi giorni di benessere sono intesi come pause dal semestre – non per studiare – quindi la facoltà sarà istruita ad evitare di programmare esami, quiz e altri compiti importanti nei giorni successivi a queste pause. Le date per i giorni di benessere saranno presto aggiornate sul sito web della cancelleria.”

Lo studente Lamar Richards ha detto che è preoccupato di avere giorni di riposo sparsi. Avere un giorno di riposo a metà settimana non dà agli studenti una pausa mentale, perché gli studenti dovranno ancora studiare o prepararsi per i compiti del giorno successivo, ha detto.

“Quello che servirebbe agli studenti per avere una pausa mentale riposante e ristoratrice è una quantità sufficiente di giorni liberi”, ha detto Richards.

Fa parte del & Comitato consultivo comunitario della UNC, che è stato incaricato di fare raccomandazioni al cancelliere sui piani di primavera. Ha detto che gli studenti in quel gruppo hanno chiarito che una pausa di primavera completa era preferibile e che gli studenti avevano bisogno di almeno due giorni consecutivi di riposo.

Senza una pausa di una settimana, Richards ha suggerito di fare un giovedì e venerdì i giorni di riposo per un fine settimana esteso che non avrebbe interferito tanto con gli orari delle lezioni.

Anche la East Carolina University ha annunciato una data di inizio più tardiva e nessuna pausa primaverile per il prossimo semestre. Sia la ECU che la N.C. State University stanno pianificando lezioni in presenza questa primavera e più studenti che vivono in dormitori con camere singole.

UNC, ECU e NCSU hanno spostato tutte le classi online e hanno chiuso i dormitori questo autunno quando i casi di COVID-19 sono aumentati. La Appalachian State University sta affrontando problemi simili con casi in aumento e quasi 20 cluster di coronavirus segnalati nel campus. L’App State non ha ancora fatto il pivot del semestre autunnale e non ha annunciato piani per il semestre primaverile.

Gli studenti mantengono la distanza fisica mentre allineano il perimetro di “The Pit” nel campus di UNC-Chapel Hill durante le pause tra le lezioni lunedì 10 agosto 2020, il primo giorno del semestre autunnale. Julia Wall [email protected]

Limitare i viaggi in primavera

Guskiewicz ha detto nella sua lettera che l’eliminazione della tradizionale pausa primaverile è uno “sforzo per limitare qualsiasi potenziale diffusione del virus causato dai viaggi durante una pausa estesa”.”

Alcuni docenti, personale e leader della comunità del Comitato Consultivo Comunitario del Campus & hanno anche espresso preoccupazione per gli studenti che viaggiano in luoghi come Panama City Beach, Florida, e Messico per le vacanze.

Richards e il presidente del corpo studentesco Reeves Moseley hanno detto che gli studenti faranno le loro vacanze di primavera, sia che l’università abbia o meno una pausa autorizzata. Richards ha notato che molti studenti hanno comunque viaggiato durante il weekend del Labor Day, anche se non era una vacanza universitaria.

“Sono inequivocabilmente sicuro che gli studenti avranno comunque le loro vacanze di primavera se la maggior parte della nostra comunità sta interagendo con l’università in modo virtuale e non nel campus”, ha detto Richards in un’intervista con il News & Observer.

Dopo che la notizia è uscita giovedì, l’anziana Ruth Samuel dell’UNC ha detto su Twitter che ha intenzione di prendere il suo tempo libero. “UNC ha detto niente vacanze di primavera? Lol, bloccherò una settimana a prescindere. Siate benedetti”, ha twittato.

I potenziali viaggi e il comportamento degli studenti rendono ancora più importante avere test obbligatori per gli studenti e chiunque entri nel campus o interagisca con l’UNC, ha detto Richards.

In una riunione del comitato martedì, Moseley ha anche suggerito il test COVID-19 dopo una pausa di più giorni e avere studenti in quarantena e avere classi remote per una settimana o due settimane dopo quella pausa.

L’intero comitato ha convenuto che i test obbligatori e regolari sono necessari in primavera.

Una persona esce dal residence Hinton James nel campus della UNC a Chapel Hill, N.C., martedì 18 agosto 2020. Ethan Hyman [email protected]

Come sarà l’alloggio nel campus della UNC?

L’università non ha annunciato piani sulle lezioni in presenza o su come saranno allestiti i residence questa primavera, ma alcuni studenti vivranno nei dormitori.

Circa 1.500 vivono attualmente nel campus, compresi gli atleti, gli studenti internazionali e altri che hanno fatto richiesta di eccezioni.

Il direttore esecutivo di Carolina Housing Allan Blattner ha detto che la UNC offrirà solo camere singole questa primavera. Se gli studenti scelgono di vivere in un dormitorio, non saranno addebitati per una stanza singola. Gli appartamenti del campus saranno alla tariffa normale, ha detto.

Con le camere singole, l’università ha spazio per un massimo di 3.900 studenti per vivere nel campus.

Blattner ha detto che il numero di studenti che saranno invitati a tornare dipenderà dalle indicazioni di salute pubblica e se i corsi saranno faccia a faccia, completamente online o un mix dei due.

L’università sta ancora determinando come le classi primaverili saranno insegnate, con le raccomandazioni e le indicazioni del Comitato Consultivo della Comunità del Campus &, altri docenti UNC, personale, esperti di malattie infettive e funzionari della sanità pubblica.

UNC prenderà decisioni nelle prossime settimane sui test di sorveglianza COVID-19 in tutto il campus, sulla ricerca estesa di contatti, sugli alloggi del campus e sui piani per l’isolamento e lo spazio di quarantena, sulle scadenze per la registrazione primaverile e sulle regole per le attività all’interno e all’esterno del campus.