Tutto nella famiglia linguistica: Le lingue germaniche

Potresti aver sentito parlare di famiglie linguistiche prima, e oggi parleremo delle lingue germaniche. Quando diciamo lingue germaniche, ci riferiamo a tutte le lingue che una volta facevano parte dell’antenato linguistico Proto-Germanico. I linguisti ritengono che questa lingua sia stata parlata tra il 500 a.C. circa e fino al V secolo d.C. circa, quando ha iniziato a dividersi in diversi rami (maggiori informazioni su questi rami tra un minuto).

Quali lingue fanno parte di questa famiglia e come si confrontano tra loro oggi? Diamo un’occhiata.

Quali lingue fanno parte della famiglia germanica?

A parte la risposta ovvia, il tedesco, ci sono almeno 47 lingue germaniche viventi oggi. La maggior parte dei linguisti parla di questa famiglia linguistica in termini di tre rami: le lingue germaniche settentrionali, orientali e occidentali. Da questi tre rami possiamo raggruppare tutte le lingue germaniche che conosciamo oggi.

Le lingue germaniche settentrionali (conosciute anche come lingue scandinave o nordiche) comprendono lo svedese, il norvegese, il danese, l’islandese e il faroese. Tutto questo ramo discende dall’antico norreno e gode ancora oggi di una certa intelligibilità reciproca tra le lingue.

Le lingue germaniche occidentali comprendono il tedesco, l’inglese, l’olandese, il frisone, l’olandese della Pennsylvania, il lussemburghese, lo yiddish e l’afrikaans, oltre a una varietà di lingue disparate che spesso vengono raggruppate come dialetti tedeschi o olandesi. Sfortunatamente, tutte le lingue germaniche orientali si estinsero a partire dal IV secolo, e l’ultima lingua vivente di questo ramo morì alla fine del XVIII secolo.

Quante persone parlano lingue germaniche?

Circa 515 milioni di persone parlano nativamente una lingua germanica, con l’inglese che conta circa 360 milioni di parlanti. (La prossima lingua più grande del gruppo è il tedesco con circa 76 milioni di parlanti nativi.)

Tuttavia, se includiamo il numero di parlanti di una seconda lingua, allora il numero sale a circa 2 miliardi di parlanti (per lo più, di nuovo, dall’inglese).

Tutte le lingue germaniche si sono evolute dal tedesco?

Sebbene molte persone credano ancora che tutte le lingue germaniche si siano evolute da diversi dialetti tedeschi, sarebbe più preciso dire che sono tutte sorelle linguistiche. In questo caso, il tedesco non è la lingua madre, ma solo un altro figlio del protogermanico. Ecco perché sembrano così simili!

Come appare oggi? Abbiamo già speso un intero articolo per approfondire le lingue scandinave, ma fino a che punto possiamo confrontare le somiglianze e le differenze tra le lingue germaniche occidentali? Diamo un’occhiata più da vicino al tedesco, all’olandese, all’afrikaans e alle altre lingue viventi di questo ramo.

Quanto sono simili le lingue germaniche?

Iniziamo dando uno sguardo a due dei più grandi membri di questo ramo: Il tedesco e l’olandese. Ho notato spesso che chi parla tedesco ha questa espressione facciale sorpresa e curiosa quando vede le parole olandesi scritte. Questo perché, per chi parla tedesco, molte parole in olandese sembrano parole tedesche scritte in modo scorretto. Per esempio, la parola tedesca finden (trovare) si scrive vinden in olandese. O la parola tedesca Antwort (risposta) si scrive antwoord in olandese. Qui ci sono un paio di altri cognati (insieme ai loro equivalenti inglesi):

tedesco olandese inglese
kreativ creatief creativo
Wasser acqua acqua
grün groen verde
besser beter migliore

Ma che dire delle altre lingue germaniche occidentali? Come in tutte le famiglie linguistiche, le diverse lingue spesso condividono parole con radici comuni. Ecco alcuni esempi importanti:

Inglese Frisone Olandese Afrikaans Tedesco
two twa twee twee zwei
estate simmer zomer somer Sommer
flower blom bloem blom Blume
mela apello appello appello Apfel
casa hûs huis huis Haus
vecchio âld oud oud alt

Leggere è una cosa, Ascoltare è un’altra

Sulla carta, le lingue germaniche occidentali possono sembrare estremamente simili (specialmente se si confrontano l’olandese e l’afrikaans, ma ci arriveremo tra un minuto). Tuttavia, solo perché le parole si assomigliano, non significa che siano reciprocamente intelligibili.

Per prima cosa, il tedesco mantiene un complicato sistema di casi grammaticali di cui la maggior parte delle altre si è sbarazzata. In secondo luogo, le lingue germaniche occidentali hanno subito diversi spostamenti di suono negli ultimi due millenni, compresi un paio di grandi spostamenti di consonanti. Potreste aver notato uno di questi importanti spostamenti nella prima tabella, dove le parole tedesche Wasser e besser hanno equivalenti inglesi e olandesi simili (ma leggermente diversi) di water e beter/better.

Se poi guardiamo alla lingua più parlata del gruppo – l’inglese – vengono fuori tutta una serie di altri problemi. Uno sguardo alla storia dell’inglese mostra che questa lingua ha assorbito migliaia di parole dal vecchio norreno e dal francese. Ecco perché anche i nostri parenti linguistici più stretti sono quasi impossibili da capire per un anglofono che non ha un’altra lingua germanica nella sua cintura degli attrezzi.

E allora, che dire di afrikaans e olandese? Perché queste due lingue sono così simili?

L’afrikaans, la piccola figlia dell’olandese

L’afrikaans può essere considerato come “la figlia olandese” della famiglia delle lingue germaniche, poiché si è evoluto dall’olandese. Infatti, quasi il 90% del vocabolario dell’afrikaans deriva dall’olandese. Oggi è parlato in Sudafrica, Namibia, Botswana e Zimbabwe, ma si è sviluppato durante il periodo coloniale olandese in quello che oggi è il Sudafrica.

I coloni olandesi del XVIII secolo portarono la loro lingua con loro in Sudafrica, dove si mescolò con le lingue locali. Come risultato, la struttura della lingua fu significativamente regolarizzata e semplificata. Ora l’afrikaans è considerato una lingua separata, anche se chiaramente discendente dall’olandese.

Quale lingua germanica dovrei imparare per prima?

Se stai leggendo questo articolo, la buona notizia è che parli già una lingua germanica: l’inglese! Essere un madrelingua inglese ti darà una solida base per imparare altre lingue di questa famiglia.

Ora, se sei desideroso di imparare altre lingue, dove iniziare dipende dai tuoi obiettivi. Se vuoi parlare con il maggior numero di persone, allora dovresti imparare il tedesco per iniziare il tuo viaggio. Tuttavia, se l’idea di affrontare una delle lingue più difficili da imparare ti preoccupa, prova a iniziare con l’olandese o il norvegese. Sono due delle lingue più facili da imparare per gli anglofoni, e ti daranno un’ottima base per imparare altre lingue germaniche in futuro.