Troy Aikman rende noti i suoi sentimenti riguardo all’allenatore dei Dallas Cowboys Mike McCarthy

Anche se dovrebbe essere imparziale come membro dei media, Troy Aikman sarà sempre legato ai Dallas Cowboys. L’ex numero 1 del draft e tre volte campione del Super Bowl ha ancora stretti legami con la squadra. Uno di questi legami, tuttavia, è sparito poiché Jason Garrett, ex quarterback di riserva di Aikman, è stato licenziato come capo allenatore dei Cowboys dopo la scorsa stagione. Garrett è stato sostituito dall’ex allenatore dei Green Bay Packers Mike McCarthy. Aikman ha recentemente dato i suoi pensieri sul nuovo allenatore dei Cowboys.

Troy Aikman è passato dal QB alla cabina di trasmissione

La prossima settimana @ErinAndrews @TroyAikman ed io saremo diretti a New Orleans per chiamare i Saints e @TomBrady debutterà con i @Buccaneers – non vediamo l’ora. Erin e io parliamo della prossima stagione e di MOLTO altro. Anche suo marito @jarretstoll si intrufola. https://t.co/r3FcrDUm0J pic.twitter.com/QPIr84Jl2u

– Joe Buck (@Buck) September 4, 2020

RELATO: Dallas Cowboys Draft Pick Trevon Diggs ha una figura paterna nel fratello maggiore Stefon

Troy Aikman fu il primo giocatore selezionato nel draft NFL del 1989. Uscito da UCLA, i Dallas Cowboys selezionarono il quarterback, che iniziò 11 partite nel suo anno da rookie. Andò 0-11 in quelle partite. Aikman ha poi fatto squadra con il running back Emmitt Smith e il wide receiver Michael Irvin per formare un Big 3 che ha vinto tre Super Bowl.

Dopo la carriera Hall-of-Fame di Aikman con i Cowboys, è saltato nella cabina di trasmissione. L’ultima stagione di Aikman come giocatore fu nel 2000, quando giocò in 11 partite. Ha combattuto contro le commozioni cerebrali per tutta la sua carriera e ne ha subita un’altra contro i Washington Redskins, che si è rivelata essere la sua ultima.

Nel 2001, Aikman si unì alla Fox come commentatore di colore per le telecronache della NFC. Nel 2002, si è unito a Joe Buck per formare la troupe principale della telecronaca. Ha continuato a trasmettere sei Super Bowl.

Mike McCarthy sostituisce Jason Garrett come capo allenatore

Stephen A. scioccato nell'apprendere l'assunzione di Mike McCarthy da parte dei Cowboys in diretta durante la trasmissione First Take

L’ex capo allenatore dei Green Bay Packers Mike McCarthy è stato assunto questa offseason per sostituire l’allenatore capo dei Dallas Cowboys Jason Garrett. Garrett era stato il capo allenatore negli ultimi 10 anni. Ha compilato un record di 87-70, inclusi i playoffs.

McCarthy ha passato 13 anni come capo allenatore a Green Bay. È stato lasciato andare durante una triste stagione 2018 in cui i Packers sono stati 4-7-1. McCarthy, un allenatore dalla mentalità offensiva, ha messo insieme otto stagioni vincenti consecutive con i Packers a partire dal 2009. McCarthy ha guidato i Packers al titolo del Super Bowl nella stagione 2010.

La stagione successiva Green Bay è andata 15-1 e ha disegnato la testa di serie. Sono caduti contro i San Francisco 49ers, che hanno poi perso contro i Baltimore Ravens nel Super Bowl. McCarthy è andato 135-85-2, compresa la postseason, durante il suo regno come capo allenatore dei Packers.

Aikman esprime i suoi pensieri su McCarthy

Come Mike McCarthy si è preparato per il suo ritorno in NFL | NBC Sports

Secondo The Dallas Morning News, Troy Aikman è recentemente apparso su The Musers su 96.7 FM/1310 AM The Ticket. Gli è stato chiesto il suo pensiero sul nuovo capo allenatore dei Dallas Cowboys, Mike McCarthy. “”Mi sento bene. Mi sentivo bene con lui quando era a Green Bay ogni anno e ogni volta che abbiamo parlato con lui e il piano.

“Sembrava avere una buona visione su ciò che voleva fare e su ciò che voleva realizzare”, ha detto Aikman. “Penso che quando ha accettato questo lavoro, proprio come ogni stagione, ogni offseason a Green Bay, ha una chiara comprensione di ciò che vuole ottenere e come sarà la squadra. E penso che sia flessibile”

Aikman ha detto che si aspettava che McCarthy chiamasse i giochi, cosa che non accadrà. “Sono sorpreso che non stia chiamando gli schemi”, ha detto Aikman. “Penso ancora che sarà molto coinvolto nell’attacco, questa è la sua competenza. Ma a Green Bay ha rinunciato a chiamare gli schemi e quando l’ha ripreso ha detto che non ci avrebbe mai più rinunciato, che è qualcosa in cui sente di essere bravo”.