The Face of AIDS

David Kirby è morto circondato dalla sua famiglia. Ma la fotografia di Therese Frare dell’uomo di 32 anni sul letto di morte ha fatto più che catturare il momento straziante. Ha umanizzato l’AIDS, la malattia che ha ucciso Kirby, in un momento in cui stava devastando le vittime in gran parte fuori dalla vista pubblica. La fotografia di Frare, pubblicata su LIFE nel 1990, ha mostrato come la malattia, ampiamente fraintesa, abbia devastato più che le sue vittime. Ci sarebbe voluto un altro anno prima che il nastro rosso diventasse un simbolo di compassione e resilienza, e tre anni prima che il presidente Bill Clinton creasse un ufficio della Casa Bianca per la politica nazionale sull’AIDS. Nel 1992 l’azienda di abbigliamento Benetton usò una versione colorata della fotografia di Frare in una serie di annunci provocatori. Molte riviste si rifiutarono di pubblicarla, e una serie di gruppi richiesero un boicottaggio. Ma la famiglia di Kirby acconsentì al suo utilizzo, ritenendo che l’annuncio aiutasse ad aumentare la consapevolezza critica sull’AIDS in un momento in cui la malattia era ancora incontrollata e i malati facevano pressione sul governo federale per accelerare lo sviluppo di nuovi farmaci. “Sentivamo solo che era ora che la gente vedesse la verità sull’AIDS”, ha detto Kay, la madre di Kirby. Grazie all’immagine di Frare, l’hanno fatto.

Chiudi