Siccitàeffetto sull’economia e su di te

La siccità è una riduzione delle precipitazioni per un periodo esteso. Questo crea una carenza d’acqua che danneggia i raccolti, il bestiame e l’ambiente. Poiché la siccità ha un impatto negativo sull’industria agricola, ne soffrono anche coloro che dipendono dai prodotti dell’industria. Il cibo diventa più scarso e la domanda supera l’offerta. I prezzi salgono e i mercati delle materie prime rinunciano.

Se l’economia è già in uno stato di depressione o recessione, una siccità può aumentare questo stato. Il cambiamento climatico può anche amplificare gli effetti di una siccità. Una siccità può causare ulteriori danni aumentando il rischio di incendi su larga scala, e può indurre le popolazioni a cominciare ad attingere alle loro riserve d’acqua di emergenza – le falde acquifere che raccolgono l’acqua nel sottosuolo.

Aiuta a capire come la siccità può aggravare gli effetti di un clima che cambia, e come ha giocato un ruolo nelle circostanze ambientali e umane del recente passato – in modo che un giorno gli esseri umani possano andare oltre la distruzione di fragili ecosistemi e sopravvivere ancora nel comfort del pianeta.

Key Takeaways

  • La siccità è una riduzione delle precipitazioni per un periodo esteso.
  • La siccità danneggia l’agricoltura e le scorte alimentari.
  • La siccità crea inondazioni e incendi.
  • La siccità ha peggiorato la Grande Depressione.
  • L’agroalimentare sta prosciugando l’Ogallala Aquifer, che potrebbe prosciugarsi entro il 2100.
  • Il cambiamento climatico combinato con l’attività umana sta causando gravi siccità in tutto il mondo.

Siccità e cambiamento climatico

Come il cambiamento climatico crea siccità più gravi? È un circolo vizioso: le emissioni di gas serra intrappolano il calore, facendo aumentare la temperatura dell’aria. L’aria calda assorbe più umidità, causando meno pioggia. L’aria più calda aumenta anche l’evaporazione da laghi e fiumi, riducendo le fonti d’acqua. La riduzione delle precipitazioni uccide le piante che normalmente trattengono l’umidità nel suolo, portando a condizioni ancora più aride.

Purtroppo, la siccità aumenta anche la probabilità di un tempo più estremo. Quando piove, lo sporco e il terreno indurito fanno sì che l’acqua scorra via dalla terra secca. Questo impedisce all’acqua di essere assorbita nella falda acquifera.

Siccome la siccità uccide le piante, non ci sono radici per trattenere il terreno durante le piogge. Questo deflusso crea inondazioni più grandi e più frequenti, creando nuovi modelli di flusso. La vegetazione morta, l’aria più calda e la diminuzione delle precipitazioni aumentano anche la frequenza e la gravità degli incendi.

La siccità degli anni ’30 ha peggiorato la depressione

Negli anni ’30, il cambiamento dei modelli meteorologici su entrambi gli oceani ha fatto sì che il Pacifico diventasse più freddo, mentre l’Atlantico si riscaldava. Questa combinazione ha cambiato la direzione della corrente a getto, che di solito porta l’umidità dal Golfo del Messico alle Grandi Pianure, scaricando la pioggia quando raggiunge le Montagne Rocciose. Quando la corrente a getto si è spostata verso sud, la pioggia non ha mai raggiunto le Grandi Pianure.

Questo ha fatto sprofondare il Midwest nella siccità. I raccolti e l’industria agricola si sono depressi, aggiungendosi alla recessione economica che già esisteva.

Siccità del sud-ovest

Il bacino del fiume Colorado si estende dal Wyoming al Messico. Fornisce acqua a 40 milioni di persone e 5 milioni di acri di terreno agricolo dal Wyoming alla California e al Messico. Il periodo più secco degli ultimi 1.200 anni è iniziato nel 2000 e uno studio recente ha stimato che il riscaldamento globale abbasserà la portata del fiume di un altro 35% entro il 2100.

Il fiume alimenta il lago Powell al confine tra Utah e Arizona e poi il lago Mead in Nevada. Il lago Powell è pieno solo al 48% e il lago Mead al 38%. A metà del 2018, il livello dell’acqua nel lago Mead era sceso a 1.076 piedi sul livello del mare.

La California sta vivendo da qualche tempo una siccità record. Lo scioglimento della neve dalla Sierra Nevada è diventato più difficile da contare a causa delle minori nevicate. Di conseguenza, gli agricoltori stanno prosciugando le falde acquifere, molte delle quali non si stanno ricaricando a causa di una stagione delle piogge ridotta.

La California produce due terzi della frutta e delle noci della nazione, e un terzo delle verdure. Il suolo e il clima sono ideali, ma la fornitura di acqua non lo è, perché l’irrigazione utilizza il 40%-80% della fornitura di acqua dello stato.

La siccità in California è costata allo stato circa 3,8 miliardi di dollari nel 2014-2016, i due anni più profondi della siccità. Quasi tre quarti delle perdite si sono verificate nella Central Valley meridionale.

L’agroalimentare sta drenando l’acqua freatica dalla falda acquifera Ogallala otto volte più velocemente di quanto la pioggia la restituisca. La falda si estende dal Sud Dakota al Texas. Al ritmo attuale di utilizzo, si prosciugherà entro il secolo. Gli scienziati dicono che ci vorrebbero 6.000 anni perché la pioggia riempia la falda. L’area è sede di un’industria da 20 miliardi di dollari l’anno che coltiva un quinto del grano, del mais e del bestiame da carne degli Stati Uniti.

Siccità del Midwest

Nel 2012, le Grandi Pianure centrali hanno subito la peggiore siccità dal 1895, peggiore delle estati più secche della Dust Bowl del 1930. Si è aggiunta alla siccità del 2010-2011 sofferta dalle Grandi Pianure meridionali quando le correnti d’aria non sono riuscite a portare l’umidità stagionale dal Golfo del Messico. L’aria secca ha creato ondate di calore record, causando un calo dei raccolti di mais quasi pari a quello degli anni ’30. Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti dichiarò un disastro naturale per oltre 2.245 contee che coprivano il 71% del paese.

La siccità fece avvizzire i raccolti nei campi. Di conseguenza, gli agricoltori hanno dovuto macellare il bestiame che era diventato troppo costoso da nutrire.

La siccità del Midwest ha fatto spostare di 140 miglia verso est la linea che separa l’est umido dall’ovest secco, il “100° meridiano”, che corre da nord a sud attraverso Texas, Oklahoma, Kansas, Nebraska e Dakotas. Separa l’est umido dall’ovest secco e ora risiede sul 98° meridiano.

Come risultato, gli agricoltori dovranno iniziare a piantare colture resistenti alla siccità, e porzioni dell’est un tempo umido stanno diventando più secche. Questo significa anche che la combinazione di fenomeni meteorologici e azioni umane che ha causato le gravi tempeste di polvere del Midwest negli anni ’30 potrebbe accadere di nuovo.

Siccità e incendi

Grazie all’aumento delle temperature, agli inverni più brevi e alle estati più lunghe, la frequenza degli incendi negli Stati Uniti occidentali è aumentata del 400%. La frequenza degli incendi selvaggi è aumentata del 400% dal 1970. Dannosi incendi selvaggi si sono verificati negli ultimi anni in luoghi come la California, il Colorado, l’Arizona e il New Mexico.

Effetti della siccità nel mondo

Una siccità ha colpito la regione del Levante mediterraneo orientale dal 1998. Secondo la NASA, è probabilmente la peggiore degli ultimi 900 anni.

Dal 2006 al 2011, la Siria ha sofferto di una siccità estrema che il cambiamento climatico ha peggiorato. Ha spostato gli agricoltori, ha contribuito a creare una guerra civile e ha portato migliaia di persone a migrare in Europa.

L’Africa settentrionale e il Sahel, una fascia di terre agricole a sud del Sahara, stanno vivendo la siccità, e il deserto del Sahara si sta espandendo a sud verso il Sudan e il Ciad. I rifugiati provenienti da queste regioni sono vicini ai migranti siriani e afgani che si spostano in Europa. Entro il 2050, potrebbero esserci più di 140 milioni di rifugiati climatici in movimento.

La siccità minaccia gli 8,8 milioni di residenti di Città del Messico, secondo il capo dell’ufficio resilienza della città, Arnoldo Kramer. La città pompa acqua potabile dalle falde acquifere sotterranee, che sta prosciugando la falda acquifera. Le porzioni della città che poggiano sull’argilla affondano man mano che la falda scende. Molte aree della città devono fare affidamento sull’acqua che viene trasportata da altrove.

Previsione di siccità

Il NOAA pubblica una previsione di siccità a breve termine, che prevede le condizioni di siccità degli Stati Uniti per il prossimo mese e stagione. Se il cambiamento climatico non viene arrestato, gli Stati Uniti saranno molto più asciutti entro il 2030. Il Midwest scenderà tra -0,2 e -0,4 sulla scala di siccità Palmer. In 80 anni, aree degli Stati Uniti, del Mediterraneo e dell’Africa sperimenteranno una grave siccità, da -0,4 a -0,10 sulla scala.

Studi hanno previsto che entro il 2050, il sud-ovest americano e le grandi pianure sperimenteranno una megasiccità.

La megasiccità dovrebbe durare 50 anni, secondo gli scienziati della Cornell University.Sarà simile alle siccità che si sono verificate nella regione durante il 12° e 13° secolo, ma si teorizza che sia interamente causata dall’uomo, una conseguenza del riscaldamento globale antropogenico.

Soluzioni alla siccità causata dall’uomo

Le politiche governative potrebbero risolvere il problema della siccità a breve termine, causata dall’uomo. In primo luogo, potrebbero invertire le politiche di sussidio che incoraggiano le colture assetate come il cotone. Invece, i sussidi dovrebbero essere diretti verso colture che consumano meno acqua. In secondo luogo, dovrebbero essere attuate politiche che promuovono la conservazione dell’acqua. Queste potrebbero includere il riciclaggio delle acque reflue, l’architettura del paesaggio desertico e gli elettrodomestici a basso flusso.

A lungo termine, il governo deve fermare il cambiamento climatico per risolvere la siccità in corso. Le nazioni devono limitare la quantità di gas serra emessi nell’atmosfera terrestre, per ridurre la ritenzione di calore. Una volta fatto questo, lo scambio di emissioni di carbonio e le tasse sul carbonio per il mancato rispetto possono incoraggiare le imprese ad aderire al limite.