Scarlet Macaw

Foto dell'ara scarlattaNon c’è niente di più appariscente di un’ara scarlatta, il che lo rende un grande uccello popolare tra gli appassionati e i principianti. Non è insolito per qualcuno iniziare il suo viaggio con uno scarlatto, anche se questo uccello spesso non è una grande scelta per i principianti. Lo scarlatto è così bello e pieno di personalità, che è difficile per qualcuno con qualche dollaro in più in tasca rifiutare.

Lo scarlatto varia in dimensioni da 32 a 39 pollici di lunghezza, ed è principalmente rosso, come il suo nome implica, con una banda di giallo al centro delle ali, seguita da una banda di blu che porta alle piume del volo. In alcuni uccelli, ci può essere una banda di verde dove il giallo incontra il blu. Alcune persone confondono l’ara scarlatta e l’ara dalle ali verdi, anche se ci sono differenze importanti. L’ara dalle ali verdi, in generale, è un uccello molto più grande e ha una grande banda di verde sull’ala. La differenza principale, tuttavia, è nella faccia – lo scarlatto ha una faccia nuda, e l’ara dalle ali verdi ha minuscole linee rosse di piume che scendono dagli occhi verso il viso. Entrambi gli uccelli hanno un becco di colore simile, una mandibola inferiore nera e una mandibola superiore color corno (con un po’ di nero dove le due parti del becco si incontrano).

Regione di origine / Habitat naturale

L’ara scarlatta (Ara macao) ha un enorme range naturale in America centrale e meridionale e si trova in due sottospecie: Ara macao cyanoptera, che proviene dall’America centrale, principalmente da Belize, Guatemala, Panama, Messico e Nicaragua; e Ara macao macao, che si trova in Sud America, compresi i paesi di Brasile, Colombia, Ecuador, Guiana francese, Perù, Suriname e Venezuela. L’ara scarlatta centroamericana si dice sia più grande e abbia più blu che verde sulle ali rispetto a quella sudamericana, se ha un po’ di verde.

L’ara scarlatta, a causa della sua bellezza, si è esaurita in natura, anche se in Costa Rica e in altri paesi si stanno facendo sforzi per salvare le popolazioni attuali o per ripopolare le aree precedentemente occupate da questi uccelli. Sono sulla lista dell’Appendice I della CITES, e non possono essere portati negli Stati Uniti dall’ambiente naturale per il commercio di animali domestici (come nessun altro pappagallo), anche se sono ancora minacciati in natura a causa della deforestazione, delle trappole per il cibo e le piume, e del contrabbando.

Alcuni scienziati credono che queste non siano vere sottospecie, ma la parola definitiva non è ancora uscita su questo, anche se molti scienziati tengono rigorosamente alle classificazioni distinte. Altri dividono gli scarlatti in tre gruppi – messicano, centro e sudamericano in base alle dimensioni e alla colorazione. In generale, lo scarlatto messicano ha meno giallo ed è più piccolo degli altri; il sudamericano è un po’ più grande e ha un po’ più di giallo sull’ala; lo scarlatto centroamericano è lo storditore visivo dei tre, un grande uccello con una larga banda di giallo sull’ala.

Cura & Alimentazione

Come tutti gli uccelli, l’ara scarlatta prospera in un grande ambiente, e soffre in una gabbia inadeguata alle sue dimensioni. Questo uccello è noto per l’automutilazione quando è confinato, e non farà bene con un proprietario che non ha intenzione di permettergli sufficiente tempo fuori dalla gabbia. Grandi altalene e giocattoli sono un must, anche, perché lo scarlatto è un uccello attivo che ama giocare e masticare. Se non gli viene data l’opportunità di masticare, diventerà abbastanza infelice e potrebbe rivolgere la masticazione alle sue piume.

L’ara scarlatta vive in piccoli gruppi in natura, e un’ara scarlatta sola in una famiglia può diventare solitaria se non interagisce regolarmente. Questo non è un uccello per chi non è spesso a casa, o per chi non capisce le complessità e le responsabilità del mantenimento degli uccelli. Si tratta di un uccello sensibile e intelligente che può facilmente annoiarsi e diventare infelice, portando a rumore eccessivo, spennare e mordere.

I macao, compresi gli ara scarlatti, prosperano con una dieta nutrizionalmente equilibrata, come Lafeber’s Nutri-Berries e Lafeber’s Premium Daily Diet Pellets, così come frutta fresca, verdure e cibi sani da tavola. Se adeguatamente nutrito e curato, l’ara scarlatta ha una durata di vita di oltre 70 anni.

Cibo Lafeber per ara

Personalità & Comportamento

Lo scarlatto è un uccello “impertinente”, pieno di energia e personalità. È molto intelligente ed è un abile artista della fuga. Ha distinti gusti e antipatie, e può diventare un “uccello per una sola persona” se non si fa attenzione ad addestrarlo diversamente. Il becco è formidabile e può dare un bel morso, quindi non è un grande uccello per i bambini. Anche il più docile di questi uccelli può essere “impertinente” per ottenere la sua strada – non è un compagno per individui miti o timorosi.

Questo è un uccello facilmente addestrabile e può essere insegnato “trucchi” complicati se fatto delicatamente e con pazienza.

Parlare & Suono

L’ara scarlatta non è il parlatore più competente della famiglia degli ara, ma con quegli sguardi, non ha bisogno di parlare. Imparerà alcune parole e frasi, anche se farà più urlare che parlare. Questo non è un uccello per chi vive tra vicini sensibili o con un bambino, a meno che non ci sia molto spazio tra l’uccello e coloro che saranno disturbati dal suo forte stridio.

Salute & Condizioni comuni

Come altri pappagalli, gli ara scarlatti sono inclini all’automutilazione/spiumatura delle piume, a disturbi nutrizionali e ad una varietà di malattie, compresa la sindrome da deperimento dell’ara, così come i becchi troppo cresciuti. Una dieta nutrizionalmente equilibrata e regolari esami sanitari veterinari possono aiutare a mantenere il vostro macao scarlatto sano e fiorente.

Prendere un macao scarlatto

Come la maggior parte delle specie di macao, i macao scarlatti sono in genere disponibili presso i negozi di vendita al dettaglio di soli uccelli, direttamente da un allevatore di uccelli o attraverso un’organizzazione di salvataggio/adozione di uccelli. Se adottate un’ara scarlatta da un’organizzazione di salvataggio/adozione di uccelli o da un individuo, chiedete la storia completa dell’uccello, compresa la ragione per cui l’uccello viene dato in adozione, così come le sue stranezze comportamentali.