Santa Claus Is Comin’ to Town

La prima versione registrata conosciuta della canzone fu del banjoista Harry Reser e della sua band il 24 ottobre 1934 (Decca 264A) con Tom Stacks alla voce, la versione mostrata nelle classifiche di Variety del dicembre 1934. La canzone fu un successo di spartiti, raggiungendo il numero 1. La canzone fu anche registrata per la Victor Records (catalogo n. 25145A) il 26 settembre 1935 da Tommy Dorsey & La sua orchestra con la voce di Cliff Weston e Edythe Wright.

La canzone è uno standard natalizio tradizionale ed è stata coperta da numerosi artisti. Bing Crosby e The Andrews Sisters raggiunsero brevemente le classifiche di Billboard nel 1947 con questa canzone.

1960sEdit

Nel 1962, la versione dei Four Seasons raggiunse la posizione numero 23 di Billboard. Nel 1963, il produttore Phil Spector incluse una versione della canzone nel suo album rock A Christmas Gift for You from Phil Spector eseguita dai Crystals. Nel 1965, la versione delle Supremes arrivò al numero 4 della classifica di Singapore.

Dagli anni ’70 ai ’90Modifica

Nel 1970, Rankin-Bass produsse Santa Claus Is Comin’ to Town, un film d’animazione di un’ora basato sulla canzone, con Fred Astaire che raccontava l’origine di Babbo Natale. Lo stesso anno, i Jackson 5 inclusero la canzone nel loro best-seller Jackson 5 Christmas Album. La versione dei Jackson 5 sarebbe entrata in classifica 50 anni dopo nella Billboard 100 al numero 46. Nel 1971, la Famiglia Partridge incluse la canzone in A Partridge Family Christmas Card. Un’eccentrica registrazione dal vivo del 1972 di Joseph Spence è stata descritta come “una performance per i secoli” dal critico musicale Peter Margasak. I Carpenters pubblicarono la canzone come singolo nel 1974.

Una versione rock di Bruce Springsteen & The E Street Band fu registrata il 12 dicembre 1975 al C. W. Post College di Brookville, New York, dai tecnici della Record Plant Jimmy Iovine e Thom Panunzio. Questa versione prende in prestito il ritornello dalla registrazione del 1963 dei The Crystals. Fu pubblicata prima nel 1982 come parte dell’album compilation di Sesame Street In Harmony 2, e di nuovo nel 1985 come lato B di “My Hometown”, un singolo dell’album Born in the U.S.A. Rendition Springsteen della canzone ha ricevuto airplay radiofonico perennemente nel periodo natalizio per anni, è apparso sulla classifica Hot Singles Recurrents della rivista Billboard ogni anno dal 2002 al 2009 a causa di gioco stagionale aria. Le performance dal vivo della canzone spesso vedevano la band incoraggiare il pubblico a cantare alcune delle parole con – o al posto dei vocalist della band (di solito la linea “you’d better be good for goodness sake”, e occasionalmente anche la linea chiave “Santa Claus is Comin’ to Town”). A volte, la folla dei concerti cantava insieme a tutta la canzone, e la band, che era nota per incoraggiare questo comportamento per la canzone, non faceva nulla per dissuadere quel pubblico dal farlo, accogliendo invece l’entusiasmo della folla. Questa versione rimane una delle preferite nei concerti di Springsteen durante i mesi di novembre e dicembre (spesso concludendo lo spettacolo), e la band è tra le poche che la mantengono nel loro roster di canzoni durante le vacanze.Nel video di The Kidsongs 1992 We Wish You A Merry Christmas dove Babbo Natale e i Kidsonga Kids andavano a fare un giro in slitta, alcune delle parole hanno dovuto essere sostituite da una ripetizione della prima sezione per renderla molto kid friendly.

Altre versioni note di questa canzone includono Mariah Carey dall’album Merry Christmas (1994) e la versione delle Pointer Sisters dall’album A Very Special Christmas, anch’essa presa in prestito dall’arrangiamento dei Crystal. Andy Williams eseguì la canzone nel suo album I Still Believe in Santa Claus, pubblicato il 1º ottobre 1990.

2000 e dopoModifica

Luis Miguel registrò la canzone in spagnolo come “Santa Claus Llegó a La Ciudad” per il suo album natalizio Navidades (2006). La sua versione della canzone ha raggiunto il numero 26 della classifica Billboard Latin Pop Songs.

La canzone è stata registrata anche in versioni a cappella. Prima dagli Straight No Chaser nel loro album Holiday Spirits del 2008, e successivamente dai Pentatonix nel loro album That’s Christmas to Me del 2014.

Nell’ottobre 2015, la EMI Music Publishing ha perso i diritti sulla quota di J. Fred Coot della canzone. La EMI aveva guadagnato i diritti sulla canzone tramite la casa editrice di Leo Feist negli anni ’80.

Nel dicembre 2016, i DNCE l’hanno coverizzata con molti artisti pop che erano popolari all’epoca.

Nel settembre 2017, la famiglia di Haven Gillespie ha citato in giudizio Memory Lane Music Group per 700.000 dollari, chiedendo una quota dell’85% di “Santa Claus Is Comin’ to Town”.

La versione del cantante canadese Michael Bublé è stata pubblicata il 24 ottobre 2011, come seconda traccia del suo album di Natale. La sua versione ha ottenuto un grande successo, essendo la cover della canzone più streammata su Spotify, con oltre 104 milioni di stream, al 23 gennaio 2019.