Salute e malattie del criceto

I criceti sono animali domestici abbastanza resistenti, ma sono così piccoli che quando si verificano ferite e malattie le cose possono diventare gravi rapidamente. È utile conoscere i segni più comuni delle malattie in modo da poter affrontare il problema il più rapidamente possibile. Spesso è possibile affrontare una malattia o una ferita prima che diventi pericolosa per la vita.

Segni più comuni di malattia o ferita

I criceti in genere mostrano uno o più di questi segni se stanno affrontando una malattia o una ferita.

  • perdita di appetito
  • inattività
  • accovacciarsi in un angolo
  • un pelo arruffato o poco curato
  • starnuti, affanno, e/o perdite dal naso o dagli occhi
  • umidità intorno alla coda
  • diarrea
  • perdita di pelo (spesso segno di parassiti o allergie)

Se un criceto è malato o ferito, tenerlo al caldo e incoraggiarlo a prendere del cibo o dell’acqua (con il contagocce se necessario) fino a quando un veterinario può essere visto.

Illustrazione: The Spruce / Michela Buttignol

Ascessi di criceto

Gli ascessi sono sacche di infezione che possono formarsi da rotture abbastanza piccole nella pelle. Il pus si accumula sotto la pelle, a volte formando un grumo considerevole che a volte può iniziare a drenare da solo. Gli ascessi possono formarsi da tagli o graffi sulla pelle e anche nei sacchetti delle guance se il materiale alimentare abrasivo causa graffi nel rivestimento della bocca. Se un criceto sembra avere continuamente del cibo impacchettato nelle sue guance, potrebbe essere presente un ascesso o una guancia impattata. Gli ascessi richiedono l’attenzione del veterinario per il drenaggio, il lavaggio e il trattamento con antibiotici.

Infezioni respiratorie del criceto

I criceti possono avere infezioni respiratorie che possono portare alla polmonite. I segni di un’infezione respiratoria includono starnuti, perdite dagli occhi o dal naso, affanno e respiro affannoso. Uno starnuto occasionale non è troppo preoccupante, ma se c’è perdita di appetito, diminuzione dell’attività, affanno o difficoltà di respirazione, è necessario rivolgersi immediatamente al veterinario.

Attenzione

Le correnti d’aria e gli improvvisi sbalzi di temperatura possono mettere il tuo criceto a rischio di sviluppare un’infezione respiratoria e alcuni tipi di lettiere (come il cedro e il pino) possono irritare le vie respiratorie portando anche a un’infezione.

Coda bagnata nei criceti

Chiamata anche ileite proliferativa e enterite regionale, la coda bagnata è una malattia altamente contagiosa ed è più comune nei criceti appena svezzati. La causa è incerta, ma un batterio chiamato Campylobacter jejuni può essere coinvolto e in alcuni casi la malattia è associata a stress, affollamento e cambiamenti nella dieta. I criceti colpiti possono morire molto rapidamente, mostrando segni come diarrea (che causa bagnato intorno alla coda), letargia, perdita di appetito e un pelo arruffato. Non tutti i criceti con diarrea hanno la coda bagnata, ma se il vostro criceto ha uno di questi sintomi dovreste consultare un veterinario.

Lynne Gilbert / Getty Images

Diarrea nei criceti

Un certo numero di infezioni può causare diarrea, tra cui, ma non limitato a, coda bagnata, cambiamenti nella dieta, parassiti intestinali e trattamento con antibiotici. La sovralimentazione di verdure e altri cibi freschi è una causa abbastanza comune di diarrea ma, in questo caso, di solito non c’è perdita di appetito o diminuzione dell’attività. La disidratazione è una preoccupazione reale ogni volta che il tuo criceto ha la diarrea, quindi assicurati che continui a bere la sua acqua se si verifica. In caso di diarrea, sospendi il cibo fresco per alcuni giorni e riprendi a offrirglielo solo se la diarrea è completamente risolta. Poi ricomincia lentamente con i cibi freschi in modo che il tuo criceto possa adattarsi lentamente al cambiamento alimentare. Se la diarrea è accompagnata da letargia o mancanza d’acqua, è necessario rivolgersi al veterinario.

Malattie della pelle nei criceti

I criceti possono essere infestati da una serie di acari della pelle e del pelo che possono essere diagnosticati da un raschiamento della pelle eseguito dal veterinario. Anche la tigna, un tipo di infezione fungina, la dermatite allergica e le infezioni della pelle possono verificarsi sulla pelle e richiedono un trattamento da parte del veterinario.

La perdita di pelo non è così insolita e può essere stagionale o verificarsi nei criceti più vecchi. Ma se c’è desquamazione, arrossamento, o qualsiasi lesione sulla pelle, o il criceto sembra grattarsi più del solito, un veterinario dovrebbe essere visto. I criceti hanno ghiandole odorose sui fianchi che possono essere scure e talvolta allarmare i proprietari. Queste si trovano su entrambi i lati del corpo e non dovrebbero apparire irritate o dare fastidio al criceto. La lettiera di cedro può anche causare irritazioni alla pelle, quindi dovrebbe essere evitata.

Uso di antibiotici nei criceti

Alcuni antibiotici possono causare una tossicità fatale nei criceti a causa del funzionamento del loro tratto gastrointestinale.

Attenzione

Penicillina, amoxicillina, ampicillina, streptomicina, diidrostreptomicina, tetracicline, lincomicina, eritromicina, vancomicina, cefalosporine e gentamicina sono tutti tipi di antibiotici che dovrebbero essere evitati nei criceti.