Ruolo da killer per Jennifer Lopez nel ruolo di Griselda Blanco

Ha commesso il suo primo omicidio a 11 anni, possedeva una pistola mitragliatrice tempestata di smeraldi e contava i suoi tre mariti tra le 200 persone che avrebbe ucciso.

È una storia fatta per Hollywood.

Ci scusiamo, ma questo video non si è caricato.
Prova ad aggiornare il tuo browser, oppure
punta qui per vedere altri video del nostro team.

La leggendaria regina della cocaina Griselda Blanco e la sua vita criminale da far rizzare i capelli saranno protagonisti di The Godmother, un biopic di prossima uscita con Jennifer Lopez.
Questo non è il primo rodeo della Blanco. Catherine Zeta-Jones l’ha ritratta nel film TV Cocaine Godmother ed è il soggetto di almeno altri sei film e documentari.
E perché no? La minuta Blanco aveva una capacità di uccidere che la rendeva un personaggio di spicco anche nel mondo ultra-violento dei cartelli. I luridi dettagli della sua vita sono allo stesso tempo repellenti e avvincenti – un complesso studio di sopravvivenza individuale che l’ha vista dominare il traffico di droga una generazione fa.

Questa foto segnaletica del Dipartimento di Correzione della Florida mostra Griselda Blanco, alias la “Regina della Cocaina”. HANDOUT

E guai a chi si metteva sulla sua strada.

“Sono stato affascinato dalla vita di questa donna corrotta e complicata per molti anni”, ha detto Lopez.
La storia continua qui sotto

Questa pubblicità non è ancora stata caricata, ma il tuo articolo continua qui sotto.
Non è sola in questo.

I danni inflitti a Blanco prima che imparasse a dare il meglio di sé includono una madre violenta e alcolizzata, percosse e abusi sessuali infantili. È nata in Colombia ed è cresciuta in una baraccopoli di Medellin. Blanco aveva 11 anni quando aiutò a rapire un ragazzo locale e quando i suoi genitori non pagarono il riscatto, lei lo uccise con un colpo di pistola.

La sua infanzia si svolse durante “La Violencia”, un decennio di disordini civili in Colombia così violenti che la tortura e lo smembramento erano comuni nella brutale morte di circa 300.000 persone.

Blanco era una borseggiatrice e una prostituta all’età di 13 anni. Si è sposata a 16 anni e ha avuto tre figli (tutti poi assassinati) dal suo primo marito. Il suo secondo marito era un trafficante di droga e il suo “in” con il Cartello di Medellin.

Ci scusiamo, ma questo video non si è caricato.
Prova ad aggiornare il tuo browser, o
punta qui per vedere altri video del nostro team.

Si è trasferita (illegalmente) negli Stati Uniti negli anni ’70 e ha costruito un impero della droga tra New York, Miami e la California. Blanco è stata pesantemente coinvolta nelle guerre della droga a Miami negli anni ’80, quando una violenza inaudita ha assicurato la sua fortuna e la sua reputazione di assassina spietata. Per spostare montagne di cocaina, la miliardaria fu pioniera nell’uso di bambini e anziani come muli di droga. (Se solo avesse pensato di usare i medici, il suo numero di persone avrebbe potuto rivaleggiare con quello della famiglia Sackler, ma questa è un’altra storia di droga)

La minuta Blanco era una donna d’affari creativa. Ha introdotto le sparatorie in moto e ha disegnato lingerie speciale con tasche nascoste in modo che le sue contrabbandiere potessero trasportare facilmente chili di cocaina.

La storia continua sotto

Questa pubblicità non è ancora stata caricata, ma l’articolo continua sotto.

Dopo il suo arresto nel 1985, Blanco ha gestito il suo impero criminale dalla prigione. È stata deportata in Colombia nel 2004; nel 2012 è stata uccisa da un assassino su una moto. Aveva 69 anni.

L’unica persona rimasta che può commentare il casting per The Godmother è Michael Corleone Blanco, il quarto e unico figlio di Griselda Blanco.
Sì, si chiama come il personaggio de Il Padrino.
Michael appare con altri figli della droga in una serie reality chiamata Cartel Crew; le sue lacrime sulla tomba della madre in un episodio suggeriscono un lato completamente diverso di Griselda Blanco – uno che potrebbe essere l’appiglio psicologico di Lopez nel ritrarre la donna.
Michael Blanco ha rinunciato alla vita criminale che ha ereditato e ora supervisiona un marchio di lifestyle chiamato Pure Blanco. La sua felice risposta alla Lopez che interpreta sua madre è stata postata su Instagram:
“Sono così felice di sentire che questo accadrà finalmente!, @jlo è una patrona ed è giusto che interpreti mia madre, la grande GRISELDA, la meramera!!!”
Il suo sito web contiene questa citazione di sua madre: “La debolezza è pericolosa.”
Parole per cui vivere.