Review articleSpettro e trattamento delle infezioni anaerobiche

Gli anaerobi sono i componenti predominanti della normale flora batterica della pelle e delle mucose umane, e sono una causa frequente di infezioni batteriche endogene. Le infezioni anaerobiche possono verificarsi in tutte le sedi del corpo: sistema nervoso centrale, cavità orale, testa e collo, petto, addome, bacino, pelle e tessuti molli. Il trattamento delle infezioni anaerobiche è complicato dalla loro lenta crescita in coltura, dalla loro natura polimicrobica e dalla loro crescente resistenza agli antimicrobici. La terapia antimicrobica è spesso l’unica forma di terapia necessaria, mentre in altri casi è un importante complemento al drenaggio e alla chirurgia. Poiché gli anaerobi sono generalmente isolati insieme agli aerobi, l’antimicrobico scelto dovrebbe fornire una copertura adeguata di entrambi. Gli antimicrobici più efficaci contro gli anaerobi sono: il metronidazolo, i carbapenemi (imipenem, meropenem, doripenem, ertapenem), il cloramfenicolo, le combinazioni di una penicillina e un inibitore delle beta-lattamasi (ampicillina o ticarcillina più clavulanato, amoxicillina più sulbactam, piperacillina più tazobactam), la tigeciclina, la cefoxitina e la clindamicina.