Quanta RAM mi serve?

“Di quanta RAM ho bisogno? È una delle domande più frequenti poste da chiunque compri o aggiorni un desktop o un laptop, e mentre ci sono alcune risposte ragionevoli che la gente di solito condivide, non c’è una risposta unica per tutti, e molto poco dei consigli che si vedono hanno dei veri test a sostegno.

Siamo qui per risolvere questo problema. Testando una varietà di casi d’uso su diverse quantità di RAM, possiamo farci un’idea molto buona di che tipo di usi possono essere fatti comodamente con quanta RAM, e anche darvi un’idea di come potete allungare la RAM che avete.

Cos’è la RAM e come funziona?

Iniziamo con gli elementi più basilari della domanda. La RAM è dove i dati vengono immagazzinati prima dell’elaborazione. RAM sta per Random Access Memory, e consiste in chip di memoria dinamica che possono essere scritti e riscritti con dati molto velocemente. A differenza del disco rigido, tuttavia, la memoria utilizzata per la RAM è anche volatile, il che significa che mantiene i dati solo mentre il chip è alimentato, quindi non è progettata per mantenere le informazioni a lungo termine.

In sostanza, la RAM è la memoria che consente effettivamente di lavorare con i dati necessari per eseguire programmi e aprire file. Ogni volta che il computer carica un programma o apre un file, apre quei dati nella RAM. Anche il tuo sistema operativo usa la RAM quando è in esecuzione. Se vuoi eseguire un programma, questo estrae i dati dalla memoria a lungo termine sul tuo disco rigido alla memoria a breve termine nella RAM, dove è possibile accedervi abbastanza velocemente per un funzionamento senza problemi.

Questo flusso di dati tra il disco e la RAM è controllato dal computer, che gestisce la scrittura dei dati in posizioni fisiche sul chip di memoria, e che ha bisogno di una certa quantità di spazio libero per funzionare. Per ogni programma che eseguirai, userà attivamente parte dello spazio per la memoria in uso e assegnerà parte dello spazio disponibile come memoria di riserva, essenzialmente spazio riservato per operazioni potenziali.

Una volta raggiunto il limite di ciò che la RAM può contenere, allora il computer compenserà con un file di swap, mettendo parte dei dati sul tuo disco di archiviazione. Cercherà di usare questo file di swap nello stesso modo in cui usa la RAM, leggendo e scrivendo costantemente i dati durante il funzionamento, ma la memoria nelle unità di archiviazione semplicemente non è progettata per spostare i dati così rapidamente come la DRAM. Un file di swap vi permette ancora di fare alcune cose, ma sarà drammaticamente più lento.

La linea di fondo è che la RAM è essenziale per il buon funzionamento del vostro computer, in particolare per cose come il multitasking e l’accesso a più file contemporaneamente. Mentre le vostre prestazioni complessive saranno in gran parte dettate dalle capacità del vostro processore e dell’hardware grafico, la vostra dotazione di memoria avrà un impatto diretto su quanto bene potete sfruttare queste prestazioni. Troppa poca RAM crea un collo di bottiglia che rallenta tutto, e la regola di base è che più RAM è sempre meglio.

Quanta RAM mi serve?

La risposta alla domanda su quanta RAM ti serve dipende sempre da cosa vuoi farci. Mentre optare per più RAM è sempre un buon consiglio, non risponde alle domande più specifiche di quanta RAM è necessaria per usi specifici, o cosa ci si può ragionevolmente aspettare di fare con la RAM che il vostro portatile ha già. Per rispondere a queste domande abbiamo eseguito alcuni test, esaminando casi d’uso specifici, identificando i requisiti di memoria di base per ciascuno e fornendo alcuni numeri concreti per sostenere i nostri consigli.

Per aiutarvi a trovare la risposta migliore per voi, abbiamo testato cinque casi d’uso specifici, ognuno comune ma distinto nelle sue richieste di memoria:

  1. Produttività d’ufficio
  2. Splorazione web
  3. Streaming multimediale
  4. Foto editing
  5. Gaming

Ognuno di questi usi è comune, ma ha requisiti hardware e richieste di memoria nettamente diversi. Abbiamo analizzato ognuno dei nostri cinque casi d’uso, trovando le richieste di memoria per l’uso di base e pesante, e le abbiamo abbinate alle comuni dotazioni di RAM. Vuoi modificare le foto, ma non sei un gran giocatore? Volete fare un po’ di lavoro sui documenti e navigare sul web, ma volete ancora la possibilità di fare di più? Qualunque sia il vostro mix di usi, possiamo darvi un’idea molto buona di quanta memoria sarà sufficiente per soddisfare le richieste del compito.

Per testare la RAM

Per i casi d’uso abbiamo usato un Alienware 15 R3, dotato di un Intel Core i7-6700HQ, 16GB di RAM e una scheda grafica Nvidia GeForce GTX970M. Per ottenere dati sull’utilizzo della memoria, abbiamo usato Windows Resource Monitor, uno dei diversi strumenti integrati in Windows per visualizzare le informazioni di sistema e tracciare le prestazioni dei vari componenti. Abbiamo scelto Resource Monitor perché fornisce informazioni più granulari di Windows Task Manager, ma entrambi gli strumenti sono utili per avere un’idea di come viene utilizzata la memoria durante l’esecuzione di processi e programmi.

Produttività dell’ufficio

Mentre la creazione e la modifica dei documenti è generalmente un’attività a basso consumo di risorse, la produttività dell’ufficio diventa molto più impegnativa quando si aprono più file in più programmi. Per questo test abbiamo esaminato vari programmi della suite Office di Microsoft, esaminando come i file di grandi dimensioni stressano la memoria e l’utilizzo di più programmi di produttività contemporaneamente. Se volete ottenere il massimo dal vostro multitasking, questi sono i test da guardare.

Abbiamo iniziato con file più piccoli in più programmi, aprendo documenti Word, fogli di calcolo Excel, presentazioni PowerPoint, file PDF e foto. Sia che avessimo un documento Word aperto o 10 file aperti in 5 programmi, lavorando con piccoli documenti standard si superavano a malapena i 5GB di memoria in uso, e non si superavano mai i 7GB di memoria in uso e in standby.

Più: Guida alla grafica Intel HD

I documenti grandi erano un’altra cosa. Abbiamo testato un certo numero di documenti con più di 1.000 pagine. Che si tratti di un singolo file di testo o di una manciata di documenti (Word Docs, PDF, file di testo) e di file Excel più grandi (più fogli, ognuno con 100+ colonne di dati), l’utilizzo della memoria variava tra 3.283 e 3.971 MB. La memoria in standby, tuttavia, è saltata a quasi 10GB.

Chiave da prendere in considerazione: Puoi fare un sacco di lavoro con solo 4GB di memoria, ma se hai bisogno di lavorare con file estremamente grandi, vorrai salire a 8GB o più.

Consultazione web

La navigazione web di base può essere fatta su quasi tutti i dispositivi connessi, ma il caricamento di più schede del browser consumerà la tua memoria. Per testare le richieste di memoria della navigazione web abbiamo usato il browser Chrome di Google, che è notevole per essere sia popolare che un noto mangiatore di memoria. Per i nostri test abbiamo assunto che il normale comportamento di navigazione includesse l’uso di più schede del browser, senza ulteriori misure prese per ridurre l’uso dei dati; il che significa nessun blocco della pubblicità, nessun permesso speciale per i media, e nessun’altra misura di risparmio dei dati. Abbiamo iniziato con una lista di 10 siti web popolari e poi abbiamo aperto nuove schede di questi stessi siti web in lotti di 10.

Questo test è stato piuttosto illuminante per come ha mostrato chiaramente l’impatto della navigazione web sull’uso della memoria. Il test iniziale di 10 schede ha utilizzato 3.333 MB di memoria, con altri 3.963 MB in standby. Quei 4GB di memoria in standby hanno tenuto per tutto il test, ma ogni 10 schede aggiuntive hanno usato circa un intero GB di memoria.

Chiave da prendere in considerazione: Se sei un utente web pesante, puoi cavartela con 4GB di RAM, ma vedrai sicuramente un beneficio da una dotazione più grande, come 8GB. Se le tue schede aperte colpiscono abitualmente il marchio 30+, vorrai almeno 10GB di memoria; di più se vuoi fare multitasking in altri programmi mentre navighi.

Media Streaming

Streaming di musica o binging sui video è un caso d’uso leggermente diverso dalla semplice navigazione web, mettendo le proprie sollecitazioni sulla memoria. Abbiamo esaminato sia lo streaming audio che quello video, attraverso diversi servizi, per vedere quanta memoria era impattata dai video, siano essi video di gatti, clip di notizie o film ad alta definizione.

Sorprendentemente, le richieste complessive di memoria non erano così diverse dalla normale navigazione. Sia ascoltando più flussi audio che guardando più video, l’uso complessivo della memoria non è cambiato molto. I singoli flussi audio o video da Spotify o YouTube hanno utilizzato meno di 3GB di memoria (2.747 MB e 2.532 MB, rispettivamente), e bisognava salire a 4 o più flussi simultanei per superare i 3GB. A quel punto, stai trasmettendo una cacofonia poco piacevole di vista e suono, ma puoi aggiungere altro se vuoi: Se i vostri usi principali per un sistema saranno lo streaming dei media, un 4GB di base dovrebbe andare bene.

Foto Editing

Il photo editing è molto più esigente delle funzionalità di base per l’ufficio o il web, e di solito è proprio al limite di ciò che un sistema economico può fare bene. Abbiamo deciso di testare il fotoritocco con Photoshop CC, l’attuale offerta di Adobe, e abbiamo usato foto non modificate da uno smartphone, ognuna con una risoluzione di 5312 x 2988, e misurando 5-6 MB ciascuna.

I nostri test iniziali non hanno mostrato alcun impatto reale sull’uso della memoria dall’uso effettivo, con poca o nessuna differenza tra la visualizzazione di foto aperte, il semplice ritaglio di foto o l’esecuzione di modifiche complesse con più livelli. Detto questo, come regola generale, Photoshop è un po’ un mangiatore di memoria, e metterà tutta la memoria in stand-by che può avere. Adobe raccomanda che il vostro sistema abbia almeno 2,5GB di RAM per eseguire Photoshop CC in Windows (3GB per eseguirlo su Mac), ma nei nostri test ha usato 5GB solo per aprire il programma e lasciarlo in esecuzione.

Più: Qual è la GPU giusta per te

Le cose si fanno davvero interessanti, però, quando si lavora su più foto. L’apertura di una singola foto ha cambiato la nostra memoria in uso da 5.049 MB a 5.310 MB, ma l’apertura di 10 foto l’ha portata a 6.511 MB. Le serie successive di 10 hanno aumentato la memoria in uso a 7.699 MB per 20 foto e 8.828 MB per 30 immagini: La linea di fondo qui è che è possibile utilizzare Photoshop CC con il minimo di 2,5 GB richiesto, ma vedrete prestazioni più fluide e una migliore gestione delle foto con assegnazioni più grandi di RAM. Raccomandiamo un minimo di 8GB per chiunque si aspetti di modificare regolarmente le foto.

Gaming

Infine, c’è il gaming. Mentre ogni giocatore sa che i migliori portatili da gioco devono avere una grafica impressionante e un hardware di elaborazione, il posto della memoria nell’equazione generale è un po’ un mistero. Guardiamo come il gioco influisce sull’uso della memoria, quali sono i requisiti per i vari titoli attuali e se vale la pena o meno avere una memoria ottimizzata per il gioco.

Primo, abbiamo testato quanta memoria è stata usata aprendo ed eseguendo un gioco. Per questo abbiamo usato Grand Theft Auto V. Non è il gioco più recente sul mercato, ma è ancora relativamente impegnativo, e richiede una scheda grafica decente per gestire tutte le immagini. Secondo i requisiti hardware riportati da Rockstar Games, avrete bisogno di almeno 4GB di RAM per eseguire il gioco, ma lo sviluppatore raccomanda un minimo di 8GB.

Quando abbiamo eseguito il gioco sul nostro Alienware 15, abbiamo visto che avviando Steam e aprendo GTAV dalla nostra libreria di giochi abbiamo avuto 5.324 MB di memoria in uso, con 9.319 in standby. Su un sistema da 16GB, questo è un pezzo considerevole di memoria da dedicare a un singolo programma. Questi numeri si sono mantenuti abbastanza stabili durante il gioco effettivo, quindi non c’è alcuna differenza apprezzabile tra l’esecuzione del gioco e il gioco che abbiamo potuto vedere. Per questo particolare gioco, facciamo eco alla raccomandazione di avere 8GB di memoria o più, e pensiamo che il nostro sistema da 16GB probabilmente colpisce il punto dolce per giocare a titoli AAA esigenti.

Ma non tutto è così esigente, e si possono trovare giochi che funzionano su quasi tutti i portatili là fuori. I giochi di fascia bassa non richiedono molto in termini di hardware, permettendovi di giocare a giochi come Cuphead, Minecraft o Overwatch senza investire in una macchina appositamente costruita. Questi giochi possono generalmente funzionare con 4GB di memoria (a volte meno), e non richiedono una scheda grafica discreta.

Gb minimo Gb consigliato
Cuphead 2 2
League of Legends 2 4
Mega Man Legacy Collection 1 1
Minecraft 0.5 1
Overwatch 4 6
Portal 2 0.5 1
Rocket League 2 4
Shovel Knight 2 2 2
Star Wars: The Old Republic 2 2
World of Warcraft 2 4

Il gioco di fascia media può richiedere una GPU in grado di gestire una GPU più potente.gamma può richiedere una GPU per gestire le immagini, ma titoli come Tacoma o Dragon Ball FighterZ non richiedono un aggiornamento alle ultime offerte Nvidia o AMD. Le richieste di memoria rimangono abbastanza ragionevoli, funzionando senza problemi con 4-8GB di RAM.

Gb minimo Gb consigliato
Dark Souls 3 8 8
Destiny 2 6 8
Dragon Ball FighterZ 4 8
Elite: Dangerous 4 4
Far Cry Primal 4 8
For Honor 4 8
Grand Theft Auto V 4 8
Metal Gear Solid V: The Phantom Pain 4 8
Tacoma 4 8
The Elder Scrolls V: Skyrim 2 4

L’area in cui vorrete massimizzare la vostra memoria sono gli attuali titoli AAA, come Far Cry 5 o PlayerUnknown’s Battlegrounds. Questi sono giochi costruiti per sfruttare al massimo l’hardware attuale, e un sistema truccato avrà bisogno di una quantità decente di RAM per accompagnare la grafica di fascia alta e l’hardware di elaborazione. Per questo livello di gioco, 16GB sembra essere il punto ideale, soddisfacendo tutte le esigenze di memoria per un gioco senza impedimenti senza buttare soldi extra in un sistema già costoso.

Gb minimo Gb consigliato
Far Cry 5 8 8
Street Fighter V 6 8
PlayerUnknown’s Battlegrounds 8 16
The Witcher 3: Wild Hunt 6 8
Deus Ex: Mankind Divided 8 16
Forza Horizon 3 12 16
Gears of War 4 8 16
Mass Effect: Andromeda 8 16
Prey 8 16
Star Wars: Battlefront 8 16

Una delle altre cose che abbiamo esaminato era come l’uso della memoria impatta sulle prestazioni di gioco, e quanta memoria potrebbe essere necessaria per il multitasking durante il gioco. Mentre la maggior parte delle persone non farà molto editing di foto nel bel mezzo della loro prossima battle royale, non è raro chattare con gli amici o tirare su un tutorial di YouTube. Finché il vostro impianto di gioco può gestire il gioco, questi semplici usi dovrebbero funzionare senza un aggiornamento della memoria.

Chiave da prendere: Optate per 8 GB di RAM se volete prestazioni decenti su titoli meno esigenti, ma optate per 16 GB se volete giocare ai titoli più recenti e con più risorse. Se volete fare cose come lo streaming su Twitch, vi consigliamo di optare per le opzioni da 32GB offerte su molti PC da gioco.

Multitasking

Mentre questi cinque casi d’uso sono tutti comuni, sono anche relativamente semplici nel senso che il test si è concentrato su uno o due usi specifici alla volta. Ma che dire di quelle volte che avete bisogno di saltare avanti e indietro tra i programmi, passando da un file all’altro e da uno strumento all’altro? Questo tipo di flessibilità è dove otterrete il massimo dalla vostra memoria, dato che assegnazioni più grandi di RAM facilitano esattamente questo tipo di comportamento.

Per testare il multitasking abbiamo iniziato aggiungendo semplicemente un caso d’uso sopra un altro, ed eseguito lo stesso test su tre sistemi diversi: Un economico Dell Inspiron 11 2-in-1 con 4GB di RAM, un Dell Inspiron 17 5767 di fascia media con 8GB di RAM e l’Alienware 15 R3 con 16GB di memoria. Abbiamo aperto tutti i nostri file d’ufficio, massimizzando il test meno impegnativo che abbiamo eseguito. Poi abbiamo aperto 10 schede del browser, seguite da 2 flussi multimediali (uno audio, uno video). Sul nostro sistema da 4GB, questo è stato sufficiente a sovraccaricare il portatile, causando un rallentamento del sistema e una funzionalità di base incoerente. I clic del mouse non sono riusciti a registrarsi, i documenti semplici hanno faticato a scorrere in modo fluido, e anche raccogliere gli screenshot che abbiamo usato per documentare i nostri test è diventato difficile.

Quando abbiamo potuto, abbiamo anche eseguito Photoshop, con 10 foto aperte. Lo abbiamo fatto sia sul Dell Inspiron 17 che sull’Alienware 15, senza problemi. Photoshop è un famigerato mangia-risorse, e mentre potete usarlo per un rapido ritaglio di foto o una semplice modifica simile con 4GB, vorrete sicuramente un sistema con 8GB o più se vi aspettate di fare modifiche di routine o di lavorare su più foto.

Allora, sull’Alienware 15 R3, abbiamo anche eseguito il nostro test di gioco, utilizzando Grand Theft Auto V. Mentre era l’unico sistema equipaggiato con la capacità grafica necessaria per eseguire il gioco, è stato anche interessante vedere quanto fosse impegnativo il gioco, specialmente se eseguito insieme agli altri nostri test. La semplice esecuzione del gioco utilizza 2GB di memoria in più, ma con poca differenza nel carico di memoria tra l’esecuzione e il gioco attivo, lo abbiamo semplicemente lasciato in esecuzione per tutta la durata del test.

Una volta che questi test di base erano in esecuzione, abbiamo proceduto ad aumentare la richiesta di memoria in modo incrementale, prima aggiungendo altre 10 schede del browser, poi altri 2 flussi audio, seguiti da altre 10 foto in Photoshop. Il Dell Inspiron 17 da 8GB ha continuato a funzionare normalmente. Sull’Alienware abbiamo ricontrollato GTA V e abbiamo trovato che tutto funzionava senza problemi.

Lo abbiamo fatto di nuovo, arrivando a 30 schede, 6 stream e 30 foto. Tutto funzionava ancora, compreso il gioco. A questo punto, sia sul Dell Inspiron 178 da 8GB che sull’Alienware 15 da 16GB, noterete che la quantità di memoria in standby cambia, ridefinendo le priorità per aprire brevemente ulteriore spazio libero.

Abbiamo ripetuto le richieste crescenti, passando a 40 schede di Chrome, 8 flussi multimediali e 40 foto in Photoshop. Gli 8 GB di memoria del Dell Inspiron erano effettivamente esauriti, e una volta raggiunto il punto di arresto degli 8 GB, le prestazioni sono diventate irregolari. Passare da una finestra all’altra è diventato difficile e il portatile alla fine si è bloccato quando abbiamo cercato di aprire più schede del browser o foto.

L’Alienware 15 da 16GB ha tenuto duro, ma la memoria in uso si è avvicinata alla soglia dei 14GB, mentre la quantità di memoria libera è scesa quasi a zero. A questo punto abbiamo iniziato a vedere i programmi rallentare, con navigazione a scatti e lentezza nel caricamento dei file quando venivano aperti. GTA V ha continuato a funzionare, e ci siamo goduti una sparatoria e un inseguimento in auto prima di passare al livello successivo di tortura multitasking.

Siamo passati a 50 schede. Poi 10 flussi multimediali. Tutto stava tenendo fino a quel momento. Infine, abbiamo aperto altre 10 foto in Photoshop, portando il totale a 50. A questo punto, i programmi hanno iniziato a bloccarsi. Le finestre spuntavano e scomparivano da sole, e i nostri clic e la digitazione erano notevolmente rallentati. Quando abbiamo provato a riaprire il gioco ancora in esecuzione, il sistema si è bloccato e si è rifiutato di collaborare. Con 13.625 MB di memoria in uso e 2.562 MB in standby, avevamo raggiunto i limiti dei nostri 16GB di RAM. Solo dopo aver chiuso uno dei nostri programmi il funzionamento è tornato alla normalità: I multitasker dovrebbero davvero optare per 8 GB di RAM quando possibile, e quelli che eseguono più applicazioni insieme a una tonnellata di schede dovrebbero optare per 16 GB.

Lessons Learned

La morale di questa storia è abbastanza diretta: si vuole avere più memoria di quella che si userà effettivamente. Man mano che vi avvicinate ai limiti della vostra memoria, l’impatto sulla vostra produttività ed esperienza utente si farà sentire sempre di più, fino a quando non potrete fare più nulla. La buona notizia è che, come componenti del PC, la RAM è facile da installare ed estremamente conveniente. Se volete un modo veloce per aggiornare il vostro portatile, l’aggiunta di un bastone di RAM è un ottimo punto di partenza, ed è qualcosa che anche un principiante può fare in pochissimo tempo.

Il portatile da 4GB ha raggiunto quel limite dopo aver semplicemente aperto alcuni documenti e una manciata di schede del browser. Il sistema da 8 GB ha fatto meglio, fornendo un buon supporto per l’editing delle foto oltre a un sano numero di schede del browser e flussi multimediali simultanei, mentre il sistema da 16 GB ha supportato decine di schede, un numero irragionevole di flussi multimediali simultanei e ha persino offerto un gioco utilizzabile fino alla fine. A meno che non abbiate intenzione di fare un’enorme quantità di multitasking durante il gioco, c’è poca ragione per la maggior parte dei sistemi di gioco di andare oltre i 16GB di memoria.

  • Laptop con la più lunga durata della batteria
  • Quale GPU è giusta per te
  • Quale CPU è giusta per te?

Notizie recenti

{{ Nome articolo }}