Qual è la differenza tra borghesia e proletariato

La principale differenza tra borghesia e proletariato è che la borghesia si riferisce ai capitalisti che possiedono i mezzi di produzione e la maggior parte della ricchezza della società, mentre il proletariato si riferisce a una classe di lavoratori che non possiede mezzi di produzione e deve vendere il suo lavoro per sopravvivere.

Borghesia e proletariato sono le due principali classi sociali che Karl Marx ha identificato nella sua teoria del marxismo. L’appartenenza a questi due gruppi sociali dipende dalla proprietà dei mezzi di produzione. Inoltre, questi due gruppi sociali sono interdipendenti; per i borghesi, i proletari sono una fonte di profitto mentre per i proletari, i borghesi sono una fonte di impiego.

Aree chiave trattate

1. Cos’è la borghesia
– Definizione, caratteristiche
2. Cos’è il proletariato
– Definizione, caratteristiche
3. Qual è la relazione tra borghesia e proletariato
– Schema delle caratteristiche comuni
4. Qual è la differenza tra borghesia e proletariato
– Confronto delle differenze chiave

Termini chiave

Borghesia, teoria marxista, Proletariato

Differenza tra Borghesia e Proletariato - Sintesi del confronto

Cosa è la Borghesia?

Nel marxismo, la borghesia si riferisce alla classe capitalista che possiede la maggior parte della ricchezza e dei mezzi di produzione della società. Secondo Karl Marx, durante l’epoca medievale, la borghesia consisteva in uomini d’affari come banchieri e mercanti. Il loro ruolo economico era simile a quello di un intermediario – tra i signori feudali e i contadini.

Differenza tra borghesia e proletariato

Tuttavia, al tempo della rivoluzione industriale e del capitalismo, la borghesia è diventata una classe di persone economicamente potente. Essi possedevano i mezzi di produzione, cioè il capitale, la terra e la proprietà, e avevano il controllo sui mezzi di coercizione, cioè il sistema legale, le forze di polizia, ecc. Questa proprietà della produzione permetteva ai borghesi di sfruttare i lavoratori salariati, il cui unico mezzo economico era il loro lavoro. Nel frattempo, la proprietà dei mezzi di coercizione aiuta i borghesi a sopprimere la classe operaia e a mantenere il loro status quo.

Che cos’è il proletariato?

Nel marxismo, il proletariato si riferisce a una classe di lavoratori che non possiede mezzi di produzione (nessun capitale o proprietà) e sopravvive vendendo il proprio lavoro. Per essere più specifici, sono lavoratori salariati che lavorano nella produzione industriale e il cui reddito principale è la vendita della loro forza lavoro. Inoltre, questa classe è considerata oppressa dal sistema salariale e dal capitalismo. Inoltre, i proletari vivono spesso in povertà. Tuttavia, il proletariato è distinto nel marxismo dagli operai, dai poveri e dal Lumpenproletariat.

Differenza principale - Borghesia vs Proletariato

Inoltre, secondo la teoria marxista, l’oppressione che i proletari affrontano dà loro interessi politici ed economici, che li mette in grado di unirsi e strappare il potere ai capitalisti. Questo, a sua volta, creerà una società comunista, che è libera da distinzioni di classe.

Relazioni tra Borghesia e Proletariato

Secondo Marx, il capitalismo è basato sullo sfruttamento dei proletari da parte della borghesia. I proletari, che non hanno mezzi di produzione, usano i mezzi di produzione degli altri per produrre beni e servizi per guadagnarsi da vivere. Tuttavia, questi beni e servizi diventano proprietà dei capitalisti che possiedono i mezzi di produzione. Così, sono i capitalisti che vendono i beni e i servizi al mercato e guadagnano denaro.

Differenza tra Borghesia e Proletariato

Definizione

La borghesia si riferisce ai capitalisti che possiedono i mezzi di produzione e la maggior parte della ricchezza nella società, mentre il proletariato si riferisce ai lavoratori salariati che non possiedono mezzi di produzione e devono vendere il loro lavoro per sopravvivere.

Mezzi di produzione

Come il borghese possiede i mezzi di produzione, il proletariato non possiede mezzi di produzione e sopravvive vendendo il proprio lavoro.

Sfruttamento

Inoltre, il borghese sfrutta i proletari e fa enormi profitti. I proletari, che sono sfruttati dai borghesi, generalmente guadagnano un salario minimo e vivono in povertà.

Conclusione

La borghesia si riferisce ai capitalisti che possiedono i mezzi di produzione e la maggior parte della ricchezza della società mentre il proletariato si riferisce a una classe di lavoratori che non possiedono mezzi di produzione e devono vendere il loro lavoro per sopravvivere. Così, questa è la principale differenza tra borghesia e proletariato. Inoltre, secondo Karl Marx, il capitalismo si basa sullo sfruttamento dei proletari da parte della borghesia.

Riferimento:

1. “Proletariato”. Encyclopædia Britannica, Encyclopædia Britannica, Inc., 26 settembre 2017, disponibile qui.
2. “Borghesia.” Wikipedia, Wikimedia Foundation, 21 dicembre 2019, Disponibile qui.

Immagine per gentile concessione:

1. “Evil Wordle: Marx and Engles’ The Communist Manifesto” By Purple Slog (CC BY 2.0) via Flickr
2. “Capitalism” By Ryan Cragun – Own work (Public Domain) via Commons Wikimedia