Product Marketing: La guida completa per il 2020

product marketing header

I product marketer si concentrano sulla comprensione e il marketing dei clienti e sul posizionamento della loro azienda per vendere ai potenziali clienti.

Guidano la domanda e l’utilizzo dei prodotti, il che di solito include la scrittura del posizionamento e della messaggistica, il lancio di nuovi prodotti e funzionalità e l’abilitazione dei team di marketing, vendite e successo dei clienti ad avere successo. Per esempio, in Drift, i nostri marketer di prodotto sono parte integrante della costruzione delle narrazioni che si riferiscono alle nostre campagne di marketing integrate.

Il marketing di prodotto si trova all’intersezione della strategia di prodotto, delle vendite, del successo dei clienti e del marketing. Questo dimostra l’enorme impatto che il marketing di prodotto può avere, ma rende la definizione del marketing di prodotto un po’ più impegnativa (soprattutto quando si inizia a confrontare il marketing di prodotto con il product management).

Detto questo, abbiamo creato questa guida per aiutare a definire cos’è il marketing di prodotto, quali responsabilità ha un marketer di prodotto, come misurare il successo nel marketing di prodotto e molto altro.

Tabella dei contenuti 📖

  • Che cos’è il Product Marketing?
  • Di cosa è effettivamente responsabile il Product Marketing?
  • Perché il Product Marketing è importante?
  • Cos’è una strategia di Product Marketing?
  • Come è fatto un team di Product Marketing?
  • Come misurare l’impatto del Product Marketing
  • Grandi campagne di Product Marketing & Esempi
  • Pensieri finali & Risorse scaricabili

Cos’è il Product Marketing?

Cerca su Google il termine “product marketing” e vedrai una definizione dopo l’altra che cerca di catturare l’essenza di ciò che fanno i product marketing manager.

Ma la maggior parte di queste definizioni sono tratte da testi di marketing obsoleti o offrono spiegazioni contraddittorie. Una potrebbe dirvi che il marketing di prodotto sta con il prodotto; un’altra potrebbe dirvi che il marketing di prodotto sta con le vendite.

Molti si concentrano su ciò che un product marketer deve realizzare o fare mentre altri cercano di spiegarlo in base al suo ruolo all’interno dell’azienda. Ma nessuno sembra offrire una definizione abbastanza chiara del termine.

Da dove viene la confusione?

Una ragione potrebbe essere la mancanza di comprensione di ciò che i product marketer fanno realmente.

cosa è il product marketing?

Anche con poca conoscenza del loro lavoro quotidiano, la maggior parte di noi può capire quali risultati la maggior parte delle funzioni all’interno di un’azienda sono responsabili di fornire.

I venditori portano più affari. La finanza tiene i libri in ordine. Gli ingegneri costruiscono il prodotto. E il supporto aiuta a mantenere i clienti felici.

In alcune aziende, l’unica responsabilità di un product marketer è il posizionamento. In altre, si concentrano solo sull’abilitazione alle vendite o sono responsabili di guidare la domanda e l’adozione. E poi, in alcune aziende, un product marketer è responsabile di tutte queste cose.

Quindi, la tua prossima domanda è probabilmente 👇

Di cosa è effettivamente responsabile il Product Marketing?

In questa sezione, esamineremo le responsabilità che ricadono sulle spalle del product marketing. Vedremo poi come il marketing di prodotto differisce fondamentalmente dal marketing tradizionale e dal product management.

Product Marketing: Pre- & Responsabilità post-lancio

Prima del lancio di un prodotto, i marketer di prodotto sono tipicamente responsabili del posizionamento, della messaggistica, della raccolta del feedback dei clienti e della strategia generale di go-to-market per un prodotto.

Dopo il lancio di un prodotto, i marketer di prodotto aiutano con l’abilitazione alle vendite e si concentrano sulla guida della domanda, sull’adozione e sul successo generale del prodotto.

responsabilità del product marketing

Questa definizione è il modo migliore che abbiamo trovato per spiegare il ruolo del product marketing – guardando a ciò che i product marketer fanno prima e dopo il lancio del prodotto.

Secondo Casey Winters, Chief Product Officer di Eventbrite, il product marketing ha attraversato una sorta di crisi di identità nel corso degli anni. Ma nella sua esperienza, il ruolo di un product marketer può essere distillato in tre responsabilità chiave:

“Il product marketing ha sofferto di una crisi di identità da quando conosco il termine. Il marketing di prodotto, quando è fatto correttamente (il che accade raramente), è di solito incaricato di tre cose: Primo, decidere il posizionamento e la messaggistica di un prodotto che sta per essere rilasciato. Secondo, lanciare il prodotto e assicurarsi che gli utenti (nel B2C) o i clienti e i venditori (nel B2B) capiscano il suo valore. Terzo, guidare la domanda e l’uso del prodotto.”

– Casey Winters, Chief Product Officer @ Eventbrite

Conoscendo questo, è importante che i marketer di prodotto abbiano una profonda comprensione del cliente e del mercato, per assicurarsi che:

  • Un prodotto e le sue nuove caratteristiche siano posizionati in modo appropriato
  • I team di vendita e di marketing abbiano tutte le conoscenze e i materiali necessari per attrarre nuovi clienti
  • Il prodotto soddisferà i bisogni del pubblico di riferimento e supererà i loro punti deboli
  • Il prodotto rimane rilevante con l’evoluzione del mercato

I risultati tangibili del lavoro di un product marketer includono tipicamente:

  • Personas dell’acquirente che forniscono struttura e comprensione per un’azienda
  • Posizionamento e messaggistica che attrae e converte prospettive e lead
  • Materiali di abilitazione alla vendita che aiutano i rappresentanti a chiudere più affari
  • Intelligenza competitiva che dà al team una profonda comprensione del mercato
  • Strategia go- to-market e piani di lancio che aiutano a chiudere più accordi
  • Sito-market strategy e piani di lancio che delineano come il prodotto dovrebbe essere promosso e venduto

Qui vediamo che i product marketer si stanno ancora una volta muovendo tra diversi dipartimenti per aiutare con le attività di go-to-market.

Product Marketing vs. Marketing tradizionale

Il marketing tradizionale – per esempio i team di demand generation – promuove un’azienda, il suo marchio e assicura la coerenza del messaggio di marketing. Il marketing di prodotto lavora insieme a questi team per posizionare l’azienda.

Specificamente, il marketing di prodotto supporta i team di marketing:

  • Sviluppando messaggi di leadership di pensiero
  • Intrattenendo rapporti con i leader di pensiero per contribuire alle attività di marketing top of funnel
  • Scrivendo narrazioni che forniscono la spina dorsale per i team di demand generation da utilizzare nella creazione degli sforzi outbound attraverso il funnel

Il marketing di prodotto si concentra anche sul marketing verso i clienti e sulla guida della domanda e dell’adozione – tutto con l’obiettivo di creare utenti felici e di successo.

Product Marketing vs. Product Management

I professionisti del product marketing e del product management non sono responsabili delle stesse cose.

Se il compito del product manager è quello di creare e definire nuovi prodotti e funzionalità, il compito del product marketer è quello di portare queste cose sul mercato.

Come mostra l’immagine qui sotto, il product marketer è focalizzato sulla narrazione e sul posizionamento, mentre il product manager è orientato all’esecuzione e alle soluzioni.

product marketing vs product management

Nonostante questi due ruoli abbiano risultati diversi, sono ancora molto in comunicazione tra loro – in particolare intorno alle roadmap e alla comunicazione di tali roadmap ai team del marketing in modo che possano pianificare di conseguenza.

Perché il marketing di prodotto è importante?

Se l’elenco delle responsabilità e dei risultati associati non vi ha convinto dell’importanza del marketing di prodotto per un’azienda, lo faremo di nuovo qui.

Il marketing di prodotto ha preso piede in risposta all’ascesa della tecnologia di marketing e, in particolare, del Software as a Service (SaaS).

Il boom del SaaS ha introdotto una lista crescente di concorrenza nel settore tecnologico. Questa crescita ha reso difficile per gli acquirenti distinguere e dare priorità ai fornitori. In altre parole: troppi sosia hanno confuso il mercato.

Come vi dirà chiunque nel marketing, il posizionamento e la messaggistica del marchio sono fondamentali per distinguersi in uno spazio affollato. E questo è il bello del moderno product marketer.

I product marketer di oggi aiutano a costruire narrazioni del marchio come parte della loro strategia competitiva.

A Drift, usiamo campagne di marketing integrate per organizzare il nostro movimento go-to-market (GTM). I marketer di prodotto sono coinvolti nel cuore di questo processo. In particolare, creano le narrazioni che guidano i programmi, le offerte e la strategia per queste campagne trimestrali.

struttura delle campagne di marketing integrate

I product marketer, dopo aver costruito le narrazioni per una particolare campagna, lavorano con la demand generation per fornire temi di programma per il trimestre.

narrative delle campagne di product marketing

Questo è il motivo per cui il product marketing è parte integrante dell’organizzazione di marketing: Forniscono il contesto per le campagne che esegui, le offerte che crei e la messaggistica GTM che usi.

Il marketing di prodotto ha continuato a guadagnare slancio nel corso degli anni. Oggi è una disciplina fondamentale per qualsiasi team di marketing basato sui prodotti.

Ecco il fondatore & CEO della Product Marketing Alliance, Richard King, su quanto lontano sia arrivata la professione del product marketing. 👇

Che cos’è una strategia di marketing di prodotto?

Ora, diamo un’occhiata alle responsabilità di un product marketer in ogni fase che porta al lancio di un prodotto per avere uno sguardo migliore sulla vita di un product marketer:

Sviluppo del cliente

Pre-lancio, il lavoro di un product marketer è definire il mercato target e capire il potenziale cliente.

Posizionamento & Messaging

Dopo lo sviluppo della customer persona, è compito del product marketer trasformare quanto appreso in azione. Questo avviene sotto forma di un documento di posizionamento o di una lista di messaggi chiave. I product marketer cercano di rispondere a queste tre domande con il loro posizionamento:

  • Per chi è questo prodotto?
  • Cosa fa questo prodotto?
  • Perché i clienti dovrebbero volerlo usare?
  • Perché questo prodotto è diverso da quello che c’è già?

Condivisione del posizionamento & Messaggistica

Ora che il posizionamento e la messaggistica sono stati sviluppati, è compito del product marketer assicurarsi che tutti in azienda lo conoscano. Il posizionamento non rimarrà tale se tutti non sono sulla stessa pagina. Quindi è importante per i marketer di prodotto ottenere il buy-in e insegnare i messaggi chiave in tutta l’organizzazione.

Questo tipo di attività è fondamentale per il posizionamento del marchio più ampio, dove i marketer di prodotto possono lavorare insieme ad altri membri del marketing per fornire un forte messaggio GTM.

Creare un piano di lancio

I product marketer sono responsabili della creazione di un piano di lancio, che in genere coinvolge vari team di tutta l’organizzazione, tra cui il marketing tradizionale, le vendite, il supporto e altro ancora.

Alla fine della giornata, la maggior parte dei product marketer si misura sulla domanda (che si tratti di nuove iscrizioni, vendite incrociate o adozione di funzionalità). Quindi la creazione di un piano di lancio efficace è fondamentale per un lancio di successo.

Creazione di contenuti di lancio

I contenuti di lancio sono il collante di qualsiasi piano di lancio.

I product marketer lavoreranno con più team all’interno di un’organizzazione sui contenuti di lancio. Questi contenuti includono tutto, dai demo deck agli screenshot dei prodotti, ai materiali di vendita, ai blog post, alle landing page e agli aggiornamenti del sito web.

Preparare il team

La comunicazione interna è importante quanto quella esterna per il lancio di un prodotto. È compito del product marketer assicurarsi che l’intera squadra sia preparata e pronta a partire prima del lancio di un prodotto. Questo di solito significa tutto, dall’assicurarsi che il sito web sia pronto a partire, all’assicurarsi che il team di supporto sia pronto a rispondere alle chiamate e alle chat.

Lancio del prodotto

Il lancio effettivo del prodotto è il momento decisivo per un product marketer. Questo è il momento in cui la gomma incontra la strada e i clienti iniziano ad arrivare.

Post-lancio

Infine, vorrai misurare il successo del tuo piano di lancio. Fallo monitorando il feedback interno e dei clienti. Traccia la performance del lancio in base a metriche chiave come l’adozione, l’up-sell, il cross-sell, ecc.

Come è fatto un team di marketing di prodotto?

Come cresce la tua azienda, così dovrebbe crescere anche il tuo team di marketing di prodotto. In questa sezione, analizzeremo l’aspetto di un team di marketing di prodotto best-in-class e dove il marketing di prodotto dovrebbe stare in un’azienda.

Il marketing di prodotto dovrebbe stare con il marketing o con il prodotto?

Prima di immergerci nei membri del team di marketing di prodotto, parliamo di dove il marketing di prodotto dovrebbe stare.

La Product Marketing Alliance (PMA) ha intervistato i marketer di prodotto per capire lo stato del marketing di prodotto. Nel loro rapporto, circa il 62% siede nel marketing. Ma siamo rimasti sorpresi nel vedere una serie di altre strutture di reporting al di fuori sia del prodotto che del marketing 👇

struttura organizzativa del product marketing

Fonte: State of Product Marketing 2020, Product Marketing Alliance

In alcune organizzazioni, il marketing di prodotto fa parte del team di prodotto. In altre, con il marketing.

Siamo pro product marketing nel marketing e abbiamo scoperto che è la politica migliore per una strategia GTM agile.

Jessica Iandiorio, CMO di Starburst Data, ha detto che per quelle aziende in rapida crescita, o iper-crescita, avere il product marketing nel marketing è l’ideale per avvicinarle alle vendite. Qui spiega perché questo è così cruciale:

“Se sei in modalità di iper-crescita, metti il product marketing nel marketing. Quando è nel marketing, gli obiettivi del product marketing sono legati alle vendite. Sono legati alla pipeline e alla conversione. Sono legati alle prenotazioni. Questi sono i driver principali che influenzano il raggiungimento degli obiettivi di crescita. Sono la forza motrice che martella quotidianamente sulla strategia go-to-market. Sono in trincea con le vendite che lanciano le prospettive e si concentrano su quale messaggio funziona meglio per acquisire clienti. Evangelizzano la vostra azienda agli analisti, ai giornalisti e ai partner, sapendo cosa viene raccolto e cosa no. Stanno imparando come vendere al meglio i prodotti della vostra azienda &.”

– Jessica Iandiorio, CMO di Starburst Data

Data l’importanza del product marketing nelle mozioni GTM e nell’abilitazione alle vendite, avere questo team più vicino alle funzioni di buyer-facing e customer-facing è l’ideale.

Come è fatto un moderno team di Product Marketing?

Un team di marketing di prodotto ad alte prestazioni avrà un aspetto diverso a seconda delle dimensioni della vostra azienda, dei prodotti e dei servizi che vendete, della diversità di tali prodotti e servizi, e delle competenze che avete in-house.

Detto questo, ci sono alcuni ruoli e responsabilità standard che dovreste cercare di aggiungere man mano che la vostra organizzazione cresce.

Ecco una suddivisione molto semplice di quelli che sono i ruoli chiave all’interno del product marketing 👇

team di product marketing

Al centro, avete il vostro capo del product marketing. Questo può essere un impiegato di livello VP o Director – o forse anche il CMO della vostra azienda.

Allora avete più product marketers che sono assegnati a diversi prodotti o servizi. Ognuno servirà come DRI per quella particolare linea di business. Al di fuori delle responsabilità già menzionate, i product marketer sono anche coinvolti nel monitoraggio dei concorrenti, così come nell’identificazione delle tendenze del settore e dei leader di pensiero. Per fare questo, i marketer di prodotto possono collaborare con gli analisti.

Inoltre, dovreste avere almeno alcuni addetti all’abilitazione dei contenuti per aiutare a creare i one-sheeter, i deck, le landing page, ecc. per i vostri prodotti e servizi. Questi ruoli dovrebbero essere segmentati per dipartimenti interni rispetto a un prodotto o servizio. Questo assicura che il marketing del prodotto soddisfi i bisogni dell’organizzazione interna. (cioè, non stanno creando contenuti di abilitazione solo per le vendite o solo per il successo dei clienti. Le esigenze dell’organizzazione sono soddisfatte in modo trasversale.)

Ancora una volta, questa è una panoramica generica dei ruoli spesso necessari per gestire una funzione di marketing di prodotto. Dove questi marketer siedono in un’organizzazione detterà molto di ciò che si vede qui. E, se avete un team più piccolo, questi ruoli potrebbero essere consolidati.

Se siete alla ricerca di ulteriori approfondimenti sulla costruzione di team di marketing ad alte prestazioni, date un’occhiata al toolkit qui sotto 👇

libro sui team di marketing

Come misurare l’impatto del marketing di prodotto

Le metriche del marketing di prodotto saranno diverse a seconda della composizione del vostro team. Per esempio, se i manager dell’enablement lavorano al di fuori del product marketing, le loro metriche interne non saranno legate alle performance del product marketing.

Quindi, in generale, come il product marketing dovrebbe misurare le proprie performance?

Databox ha intervistato i product marketer per identificare quali KPI hanno dato priorità a tutto il resto. In generale, secondo il sondaggio, i product marketer sono costantemente concentrati sul cliente:

“Tra il gruppo di esperti che abbiamo intervistato, abbiamo scoperto che l’obiettivo principale del product marketing sono le iscrizioni. Quasi altrettanto frequentemente è stato menzionato l’uso attivo del prodotto e le attivazioni a pagamento. La riduzione del churn e gli aggiornamenti sono stati menzionati un po’ meno frequentemente come obiettivi primari. Quindi, sembra che il marketing di prodotto sia principalmente focalizzato sul far entrare gli utenti nella porta e fargli acquistare e usare il prodotto.”

In aggiunta a questo, il team ha identificato tredici KPI su cui i product marketer dovrebbero concentrarsi:

  • Frequenza delle azioni ad altovalore
  • Uso del prodotto
  • Numero di contatti
  • Ricavi
  • Conversioni assistite
  • Pads qualificati
  • Costo per acquisizione
  • Tasso di chiusura vendite
  • Valore di vita del cliente
  • Net Promoter Score
  • Sentimento del cliente
  • Squota di mercato
  • Chiarità della descrizione del prodotto

Puoi saperne di più su queste metriche qui.

Grandi Campagne di Product Marketing & Esempi

Ci sono molte domande che si possono fare per arrivare al cuore di ciò che rende grande il product marketing. Per i nostri scopi – e per aiutare a inquadrare gli esempi qui riportati – concordiamo su alcuni attributi chiave.

Il grande marketing di prodotto…

  1. Mette il cliente al centro di tutto: I marketer di prodotto devono avere una profonda comprensione del cliente e del mercato. In altre parole: devono mettere i clienti al centro di tutto ciò che fanno. Il successo qui spesso avviene dietro le quinte attraverso un grande coinvolgimento del cliente e l’abilitazione interna.
  2. Inchioda la messaggistica: Potreste avere un prodotto killer, servizi incredibili e un supporto interno senza pari. Ma niente di tutto ciò conta se non stai facendo un buon lavoro spiegando cosa fa il tuo prodotto e come aiuta i tuoi clienti.
  3. È tempestivo: Il lancio del prodotto dovrebbe essere ben eseguito e ben sincronizzato con le esigenze dei clienti e del mercato. Il marketing di prodotto dovrebbe lavorare insieme ai leader di business e di prodotto per posizionare la messaggistica e i rilasci in modo appropriato.
  4. Si concentra su soluzioni audaci e creative: I marketer di prodotto di oggi sono creativi, pensatori fuori dagli schemi. Per gli esempi di questa sezione, ci siamo concentrati sui marchi che stanno migliorando il marketing di prodotto su tutta la linea. Chi è stato creativo di fronte alle sfide? Chi ha lanciato nuove idee e le ha realizzate per i propri clienti?

Con queste best practice in mente, analizziamo quattro marchi che stanno facendo il marketing di prodotto nei loro settori.

Spotify Wrapped – Your Musical Decade in Review

Quando abbiamo brindato alla fine di un decennio nel 2019, Spotify ha fatto notizia per il suo approccio fresco e nostalgico al concetto di “anno in rassegna”.

Spotify Wrapped è una pagina dedicata, simile a un’infografica, che la società offre agli ascoltatori alla fine di ogni anno. Per il 2019, però, Spotify ha alzato il fattore nostalgia, offrendo una bella pagina personalizzata di un decennio musicale in rassegna 👇

spotify wrapped product marketing example

Source: Spotify

Spotify non solo ha condiviso la musica che è stata popolare negli ultimi dieci anni, ma le statistiche su quale musica ha avuto un impatto sui singoli ascoltatori. Hanno incluso immagini condivisibili di questi dati in modo che le persone potessero postare online e condividere la musica che “ha definito il loro decennio”.”

spotify wrapped product illustration

Spotify ha controllato tutte le caselle qui, fornendo un’esperienza di prodotto che era incentrata sugli ascoltatori e perfettamente in linea con il mercato. Hanno anche costruito l’hype e l’anticipazione intorno a Spotify Wrapped alla fine di ogni anno.

Hey.com semplifica & umanizza l’email

Flashy product shots può sicuramente fornire il fattore wow. Ma una copia convincente e la messaggistica cambia le menti e crea azione.

I ragazzi di Basecamp hanno preso questo a cuore quando hanno lanciato la loro piattaforma di email marketing HEY e hey.com.

Quando si scende sulla pagina iniziale di HEY, si è accolti non da una foto del prodotto, ma da un grido di battaglia per gli email marketers. Il loro messaggio è semplice: L’email è ancora uno strumento incredibilmente potente – ma l’email marketing deve cambiare.

hey.com email invite

Per promuovere il loro lancio, HEY ha usato il potere dell’esclusività per guidare le iscrizioni e spingere le persone a impegnarsi e raccontare la propria storia intorno all’email 👇

HEY ha anche usato la prova sociale e le voci dei clienti per evidenziare e spiegare il valore del loro prodotto come parte del loro “manifesto” di lancio.”

Interagendo con la comunità e concentrandosi sulla messaggistica, HEY ha realizzato un lancio di prodotto davvero unico.

Il boom di Zoom nel 2020 & Perché è una lezione importante nel marketing di prodotto

2020 ha capovolto il mondo in più di un modo.

Oggi è quasi impossibile parlare del 2020 – e del marketing di prodotto moderno – senza menzionare Zoom.

Zoom, un software di videoconferenza che ha avuto successo nel mondo B2B – anche prima di COVID – è stato spinto sotto i riflettori quando gran parte della vita normale è andata online.

Nel marzo 2020, le prime installazioni dell’app mobile di Zoom sono aumentate del 728%. Da questa pandemia, Zoom è diventato l’attore chiave nel connettere non solo aziende e clienti, ma famiglie, amici, insegnanti, studenti, medici, pazienti, e tanti altri.

L’improvvisa crescita di Zoom nel 2020 non era senza ostacoli. Dalle preoccupazioni per la sicurezza ai problemi di larghezza di banda, Zoom ha dovuto fare pivot rapidamente per aiutare i clienti nuovi ed esistenti ad affrontare la realtà virtuale.

Questo ha significato affrontare il feedback dei clienti, il controllo e le esigenze quasi da un giorno all’altro. La pandemia ha anche costretto Zoom a ripensare chi sono veramente i suoi clienti e come possono essere supportati al meglio 👇

zoom messaging

In un’intervista con Bloomberg, al CEO Eric Yuan è stato chiesto come si sentisse riguardo alla rapida crescita di Zoom e al suo ruolo durante la pandemia:

“Data la scelta, Yuan chiarisce, questo non è il percorso che avrebbe scelto per se stesso o per la società. Ma dice che non pretende più di avere il controllo: “Non si può tornare indietro, non sarebbe responsabile. Per ora dobbiamo abbracciare questo nuovo paradigma e capire come farlo funzionare”. Zoom è “ora di proprietà di tutto il mondo”, aggiunge.”

La storia di Zoom nel 2020 offre una masterclass sulla rotazione di fronte all’incertezza e sulla necessità per i product marketer di rimanere agili.

Apple’s Still Got It

Sarebbe difficile trovare un blog sulle “grandi campagne di product marketing” senza Apple nella lista. Seriamente – abbiamo provato a farlo. Ma è impossibile parlare del moderno marketing di prodotto senza menzionare l’impatto di Apple.

Perché Apple combina il meglio di tutti i mondi: un’esperienza web senza soluzione di continuità, un copy che fa centro ogni volta e informazioni complete sul prodotto.

Apple spesso vince nelle categorie tecnologiche B2C perché ha fatto un lavoro incredibile nel capire chi sono i suoi clienti, cosa li guida, cosa li affligge e cosa vogliono ora. Traducono questa conoscenza in prodotti innovativi e in un marketing che si concentra sui benefici rispetto alle caratteristiche. Solo per queste ragioni, ci aspettiamo che continuino ad abbellire liste come questa per gli anni a venire.

Vuoi altri esempi? Date un’occhiata a questi cinque marchi che si occupano di marketing di prodotto nel loro settore.

Pensieri finali

Oggi il marketing di prodotto continua ad essere una funzione essenziale nel settore tecnologico ferocemente competitivo. Speriamo che questo articolo abbia aiutato a dipingere un quadro più chiaro di come sia il moderno marketing di prodotto.

Per finire, ecco un rapido riassunto di ciò che abbiamo condiviso:

  • Il marketing di prodotto dovrebbe avere una profonda comprensione del cliente e del mercato.
  • Prima del lancio di un prodotto, i marketer di prodotto sono tipicamente responsabili del posizionamento, della messaggistica, della raccolta del feedback dei clienti e della strategia generale di go-to-market per un prodotto.
  • Dopo il lancio di un prodotto, i marketer di prodotto aiutano con l’abilitazione delle vendite e si concentrano sulla guida della domanda, l’adozione e il successo generale del prodotto.
  • I marketer di prodotto aiutano a sviluppare le narrazioni per le campagne di marketing integrate e lavorano insieme ai marketer per sviluppare le campagne dell’anno.
  • In definitiva, il vostro team di marketing di prodotto dovrebbe essere strutturato intorno ai vostri segmenti di prodotto e di servizio con DRI per aiutare a sostenere ciascuno.
  • Il grande marketing di prodotto…
    • Si concentra sul cliente
    • Nella messaggistica
    • Si adatta perfettamente al mercato
    • offre soluzioni audaci e creative

Per quelli di voi che si stanno ancora chiedendo come portare il marketing di prodotto al livello successivo – abbiamo un suggerimento: Inizia migliorando il tuo sito web.

Vedi come Drift può migliorare l’esperienza del tuo sito web ed elevare il tuo marketing di prodotto avviando conversazioni in tempo reale con acquirenti e clienti.

Demo Drift Oggi

Nota dell’editore: Questo articolo è stato originariamente pubblicato il 12/03/2018 ed è stato aggiornato il 21/07/2020 per riflettere nuove informazioni e nuovi esempi.