Porpora senile

Che cos’è la porpora senile?

La porpora senile è una condizione comune e benigna caratterizzata dalla formazione ricorrente di ecchimosi viola (lividi) sulle superfici estensorie degli avambracci in seguito a traumi minori.

È conosciuta anche come porpora di Bateman, dal nome del pioniere britannico della dermatologia Thomas Bateman, che la descrisse per la prima volta nel 1818, e porpora attinica, a causa della sua associazione con il danno solare.

Porpora senile

Chi è a rischio di porpora senile?

La porpora senile colpisce oltre il 10% delle persone di età superiore ai 50 anni. È ugualmente comune nei maschi e nelle femmine.

Altri fattori di rischio includono l’esposizione cronica alla luce solare e l’uso di corticosteroidi orali o topici e anticoagulanti (fluidificanti del sangue).

Quali sono le caratteristiche cliniche della porpora senile?

La porpora senile è caratterizzata da macule di forma irregolare, 1 – 4 cm di diametro, di colore viola scuro con margini ben definiti. Le lesioni non subiscono i cambiamenti di colore di un livido e impiegano fino a tre settimane per risolversi.

La pelle circostante è tipicamente sottile, anelastica e pigmentata in associazione con altri segni di invecchiamento della pelle e danni solari.

Le lesioni sono più comunemente distribuite sulla superficie estensoria degli avambracci e sulla faccia dorsale delle mani. Raramente, si verificano anche sul collo e sul viso.

Il paziente può ricordare un piccolo trauma contundente sulla pelle che precede la comparsa delle lesioni. Può anche notare lesioni multiple simili che sono apparse in passato ma che ora si sono risolte.

Cosa causa la porpora senile?

Con l’età e il fotodanneggiamento, i tessuti dermici diventano sottili e aumentano la fragilità dei vasi sanguigni. Di conseguenza, i vasi superficiali si strappano e si rompono anche con un trauma trascurabile. Il successivo stravaso di sangue nel derma circostante provoca lo sviluppo di ecchimosi viola scuro.

La pigmentazione marrone persistente dopo la risoluzione delle ecchimosi deriva dal deposito di emosiderina, un componente dei globuli rossi.

Come viene diagnosticata la porpora senile?

La porpora senile può essere diagnosticata basandosi solo sull’aspetto clinico.

Estologicamente, l’epidermide è assottigliata, e il derma mostra una quantità significativamente ridotta di collagene sostituito da fibre elastiche anormali, oltre a globuli rossi stravasi. Le pareti dei vasi sanguigni del derma sono di struttura normale.

Gli studi sulla coagulazione sono raramente necessari e sono tipicamente irrilevanti.

Come si gestisce la porpora senile?

La porpora senile è benigna e si risolve da sola.

I pazienti devono essere istruiti sulle misure di protezione solare, compresa l’applicazione della crema solare e l’abbigliamento protettivo per proteggere la loro pelle da ulteriori fotodanni.

Qual è la prognosi?

Anche se esteticamente spiacevole, la porpora senile è benigna e non è collegata a nessuna malattia sistemica o discrasia del sangue. Tuttavia, è un fattore di rischio per le lacerazioni della pelle nei pazienti istituzionalizzati.

Le lesioni purpuriche si risolvono in una o tre settimane e possono produrre una pigmentazione marrone residua della pelle. Sfortunatamente, la porpora senile è ricorrente e associata alla ricomparsa di nuove lesioni per tutta la vita.