Olio di pesce vs olio di krill

Q. L’olio di krill è significativamente più biodisponibile dell’olio di pesce?

A. I sostenitori sostengono che i fosfolipidi di krill sono “significativamente più biodisponibili” dell’olio di pesce. I dati reali dicono qualcos’altro. Ci sono differenze nei tassi di assorbimento e nelle quantità totali di grasso assorbite dalle diverse forme di grasso, ma queste differenze sono minori. Anche nei migliori esperimenti testa a testa che confrontano l’olio di pesce con l’olio di krill, non ci sono state differenze statisticamente significative. La differenza principale nell’assorbimento può essere dovuta agli alti livelli di acidi grassi liberi nell’olio di krill, non al contenuto di fosfolipidi.

Uno studio che ha esaminato l’olio di krill rispetto all’olio di pesce ha affermato che il krill “potrebbe essere più efficace dell’olio di pesce” quando si confrontano i livelli di omega 3 nel sangue. Tuttavia, questo è probabile perché l’olio di pesce usato nello studio non era equivalente all’olio di pesce usato nella maggior parte degli integratori. L’olio di pesce è stato diluito con olio di mais, aumentando i livelli di acidi grassi omega-6 nell’olio, che avrebbe un impatto sul modo in cui gli omega-3 vengono assorbiti. I risultati probabilmente sarebbero stati diversi se fosse stato usato un olio di pesce correttamente bilanciato, come BiOmega, che non contiene omega-6.

Ulven SM, Kirkhus B, Lamglait A, Basu S, Elind E, Haider T, Berge K, Vik H, Pedersen JI. Effetti metabolici di olio di krill sono essenzialmente simili a quelli di olio di pesce, ma a dosi inferiori di EPA e DHA, in volontari sani. Lipidi. 2011 Jan;46(1):37-46.

Q. L’olio di krill è migliore per sostenere la salute?

A. Come fonte di acidi grassi omega-3, il krill può teoricamente essere benefico per la nostra salute; tuttavia, non ci sono prove schiaccianti che sia meglio dell’olio di pesce. Al contrario. Ci sono prove sostanziali che l’olio di pesce è buono per la nostra salute, mentre le prove per l’olio di krill sono scarse. PubMed, la US National Library of Medicine gestita dal National Institutes of Health, attualmente (al 6 giugno 2016) elenca 4.468 studi relativi alla salute umana e all’olio di pesce, mentre solo 29 studi sono relativi alla salute umana e all’olio di krill.

Q. Gli scienziati di USANA hanno cercato di sviluppare un integratore di olio di krill?

A. Sì. Alcuni studi sul krill hanno mostrato risultati promettenti, quindi li abbiamo seguiti. I risultati di uno studio particolare
che sosteneva che il krill forniva benefici significativi per il colesterolo sembravano molto buoni, ma c’erano aspetti discutibili della ricerca. Così, gli scienziati USANA hanno deciso di eseguire lo stesso studio (su scala ridotta) nel nostro laboratorio interno, utilizzando un integratore di olio di krill comunemente disponibile. Purtroppo, non siamo stati in grado di duplicare i risultati positivi dello studio sul krill. Fino a quando USANA può dimostrare gli effetti benefici sulla salute e la ricerca pubblicata è equa e convincente sul krill, noi sosteniamo la qualità e l’efficacia dell’olio di pesce, che ha ampie prove per sostenere una buona salute.

Q. E l’astaxantina nell’olio di krill?

A. L’astaxantina è benefica. È un carotenoide di colore rosso che aiuta a neutralizzare i radicali liberi, quindi un integratore di omega 3 con astaxantina fornirà una piccola protezione antiossidante extra. L’astaxantina fornisce una protezione antiossidante simile a quella di altri carotenoidi più noti come il licopene, il beta carotene e la zeaxantina.