Nexplanon: Rimozione, effetti collaterali e postumi

Il controllo delle nascite ha un effetto promettente sul funzionamento di una vita sociale equilibrata. Con un’efficacia del 99%, gli impianti contraccettivi sono un’opzione di controllo delle nascite a lungo termine per le donne. Come altri metodi di controllo delle nascite, l’impianto rilascia un ormone chiamato progestinico. Gli ormoni sono sostanze chimiche prodotte nel nostro corpo e controllano il funzionamento di diverse parti del corpo. Poiché questi hanno un effetto importante e duraturo sul corpo e sul suo funzionamento, è essenziale averne una comprensione completa.

Nexplanon è una versione più recente dell’impianto contraccettivo – Implanon, che è stato interrotto nel 2014 dal suo produttore. Sono un’opzione di controllo delle nascite a lungo termine per le donne. È radiopaco, cioè può essere visto ai raggi X, il che è utile per localizzare l’impianto. Questa caratteristica ai raggi X è possibile a causa della presenza di solfato di bario presente in una piccola quantità nell’impianto.

Questo impianto contraccettivo è un’asta di plastica flessibile delle dimensioni di uno stuzzicadenti e posizionata sotto la pelle del braccio superiore. L’impianto Nexplanon, morbido e flessibile, è precaricato in un applicatore sterile e monouso per l’uso. Il rilascio lento e costante della dose di ormone progestativo ispessisce il muco cervicale e il sottile rivestimento uterino chiamato endometrio. Sottomette l’ovulazione, l’atto di rilasciare l’uovo dall’ovaio. Questa procedura rende più difficile per gli spermatozoi raggiungere l’utero e difficile per l’uovo fecondato di attaccarsi all’utero.

Etonogestrel Implant, il nome generico di Nexplanon, fornisce una contraccezione per un lungo periodo di tre anni. Diventa efficace al massimo entro sette giorni dal suo impianto.

Ci sono molte misure precauzionali che devono essere considerate quando si usa questo impianto. Alcuni prerequisiti obbligatori sono indispensabili. Qualsiasi negligenza in materia può portare a gravi problemi causando alcuni danni duraturi al corpo.

Come rimuovere Nexplanon?

L’impianto Nexplanon è un metodo di controllo delle nascite a lungo termine in quanto funziona come contraccettivo per un periodo di 3 anni. Dopo tre anni, l’impianto deve essere rimosso o sostituito con uno nuovo a seconda che si desideri o meno una gravidanza.

Preparazione

Prima di iniziare la procedura di rimozione, il medico o l’operatore sanitario deve leggere attentamente le istruzioni e studiare bene la scheda del paziente. È importante verificare l’esatta posizione dell’impianto nel braccio tramite palpazione. Prima della rimozione, si deve confermare se la donna ha qualche allergia all’antisettico da usare o meno.

Procedura

  1. Localizzare l’impianto tramite palpazione e segnare la zona con un pennarello sterile
  2. Pulire l’area dove verrà fatta l’incisione e applicare un antisettico
  3. Dare l’anestesia locale e iniettare sotto l’impianto
  4. Spingere l’estremità prossimale dell’impianto verso il basso e stabilizzarlo. Si può vedere un rigonfiamento che mostra l’estremità distale dell’impianto.
  5. Partendo dalla punta distale fare una lunga incisione di 2mm verso il gomito.
  6. Spingere delicatamente l’impianto verso l’incisione fino a quando la punta è visibile. Afferrare l’impianto con il forcipe e rimuoverlo delicatamente.
  7. Se la punta dell’impianto non è visibile, inserire il forcipe nell’incisione e girare il forcipe.
  8. Utilizzando un altro forcipe, sezionare attentamente il tessuto intorno all’impianto e afferrare l’impianto fuori.
  9. Assicurarsi che l’intero impianto sia stato rimosso e non sia rotto. La lunghezza ideale dell’impianto è di 4 cm. E’ importante rimuovere l’intero impianto. Nel caso in cui sia rotto, anche i pezzi rotti rimasti devono essere rimossi.
  10. Per la rimozione applicare il bendaggio adesivo.

Ci possono essere momenti in cui l’impianto migra e non si trova dove è stato impiantato. In questi casi, utilizzando la sua caratteristica radiopaca, viene fatta una radiografia per localizzare l’impianto. La rimozione di tali impianti migrati può richiedere un piccolo intervento chirurgico.

Istruzioni post rimozione di Nexplanon

Come l’inserimento, la procedura di rimozione dell’impianto Nexplanon richiede cura e attenzione. Altrettanto importante è la cura post rimozione. Una volta che l’impianto viene rimosso, da qualsiasi metodo, è importante non trascurare l’area dell’incisione e leggere i segni, se ce ne sono, che il corpo dà dopo la procedura di rimozione.

Una volta che l’impianto viene rimosso, non c’è protezione contro la gravidanza. Si consiglia alle donne di usare altri metodi di controllo delle nascite come pillole contraccettive o preservativi se non vogliono rimanere incinte. Si dovrebbe usare un metodo di riserva per i primi sette giorni dopo la rimozione.

Dopo che l’impianto Nexplanon è rimosso, è richiesto che uno guarda per alcuni segni di avvertimento. Ci può essere un po’ di intorpidimento nel braccio per alcuni giorni. Quando l’intorpidimento scompare, si può provare indolenzimento per un giorno o due. Durante questo periodo, gli antidolorifici da banco possono essere presi per alleviare il dolore. Anche gli impacchi freddi aiutano a contenere il gonfiore e il dolore.

  • Cura post rimozione

Dopo la rimozione, il medico mette una benda elastica da indossare per 24 ore. È importante mantenere la medicazione a pressione asciutta. La medicazione viene rimossa dopo 24 ore, e viene messo un bendaggio, che deve essere tenuto per almeno 3-5 giorni. Si può anche sperimentare qualche livido, scolorimento o gonfiore e dolore per alcune settimane dopo la rimozione. Questi sintomi non dovrebbero essere preoccupanti perché è normale che accadano. Una volta che l’incisione guarisce, si può facilmente andare a fare le faccende domestiche quotidiane, tenere un bambino o portare una pila di libri. Non c’è paura di fare pressione o di sbattere contro qualcosa.

Tuttavia, c’è da preoccuparsi se si riscontra arrossamento, dolore consistente, temperatura corporea elevata (febbre superiore a 101 gradi F), e drenaggio dal sito di inserimento. Se uno di questi segni appare immediatamente, contattare il fornitore di assistenza sanitaria.

Effetti collaterali di Nexplanon

Ci sono alcuni effetti collaterali legati all’uso dell’impianto Nexplanon. I segni possono essere rari, ma alcune persone possono sperimentare alcuni effetti collaterali mortali dell’impianto. Gli effetti collaterali più comunemente riscontrati sono il sanguinamento irregolare e l’aumento di peso. Come da uno studio, l’irregolarità del sanguinamento è il più alto effetto collaterale scoperto come parte della procedura.

Altre reazioni avverse da seguire includono dolore consistente, aumento di peso, acne, mal di testa, labilità emotiva e depressione.

Insieme a questo, ci sono altre reazioni che possono richiedere aiuto e consigli medici. Alcuni di loro sono i seguenti:

  • Effetti collaterali legati all’allergia – eruzioni cutanee, prurito, vesciche, pelle sbucciata, orticaria
  • Effetti collaterali legati al fegato – urina scura, giallo negli occhi e nella pelle, affaticamento, perdita di appetito.
  • Effetti collaterali legati alla pressione sanguigna – mal di testa, vertigini, svenimenti, cambiamenti nella vista
  • Effetti collaterali legati ai polmoni – respiro sibilante, problemi di respirazione, difficoltà a deglutire e parlare, pesantezza nel petto
  • Effetti collaterali relativi allo stomaco – mal di stomaco, vomito, gonfiore, febbre, dolore nella zona della pancia
  • Altri – problema alla vista,
  • Sanguinamento vaginale
  • Depressione
  • Seno gonfio, dolore al seno o ai capezzoli, perdite dai capezzoli, sensazione di nodulo o dolore al seno
  • aumento di peso anomalo
  • Disturbi metabolici e della nutrizione
  • effetto negativo sul sistema immunitario
  • Disturbi urinari
  • Gravidanza ectopica
  • Infezione del tratto urinario
  • Complicanze possibili

Le complicazioni relative all’impianto includono lividi, dolore, irritazione, prurito, cicatrici, parestesia e fibrosi nella zona dell’impianto. Si è anche riscontrato che l’impianto migra nella parete toracica. In alcuni casi, l’impianto è stato trovato nell’arteria polmonare o all’interno della vascolarizzazione. Tale migrazione nell’arteria causa dolore al petto o dispnea. La soluzione a questi casi sono gli interventi chirurgici per rimuovere l’impianto da tali aree proibite.

Secondo uno studio clinico condotto su Nexplanon, le reazioni al sito dell’impianto sono state riportate a circa l’8,6% delle donne dalle donne intraprese nello studio. La complicazione del sito dell’impianto più ricorrente era l’eritema. Questo è stato riportato poco dopo l’inserimento e si è verificato nel 3,3% delle donne sotto studio. Oltre a questo, il gonfiore è stato riportato allo 0,7%, il dolore all’1%, i lividi al 2%, e l’ematoma al 3%.

FAQ

  • Per quanto tempo Nexplanon protegge dalla gravidanza?

Il nexplanon è un metodo anticoncezionale a lungo termine. Protegge dalla gravidanza per un periodo di 3 anni. Non può essere usato se si è incinta o se si è avuto un bambino di recente.

  • Il Nexplanon protegge dalle infezioni sessualmente trasmesse (STIs) o dalle malattie?

Nexplanon non protegge dalle infezioni sessualmente trasmesse (STIs) o dalle malattie (STDs). Si dovrebbe usare un preservativo per proteggersi da queste malattie.

  • Perché è necessario far sostituire Nexplanon dopo 3-4 anni?

Gli impianti Nexplanon hanno una data di scadenza e devono essere rimossi entro la fine del terzo anno. Dovrebbe essere rimosso o sostituito con un nuovo impianto al momento della rimozione nel caso in cui si voglia ritardare la gravidanza e continuare ad usare un contraccettivo. Se non viene sostituito, si devono usare subito altre forme di controllo delle nascite per evitare gravidanze indesiderate. Nel caso in cui si debba subire un intervento chirurgico importante o si debba stare a riposo a letto per un lungo periodo di tempo, l’impianto Nexplanon deve essere rimosso per quel periodo. Se non viene rimosso, l’impianto può influenzare i risultati dei test medici.

  • Come è avere l’impianto Nexplanon rimosso?

La rimozione dell’impianto Nexplanon richiede che l’operatore sanitario legga attentamente le istruzioni della rimozione e studi la scheda del paziente per la storia medica e conoscere la posizione dell’impianto. La procedura di rimozione dell’impianto che è palpabile, e che non è palpabile sono state discusse sopra in dettaglio.