Needlepoint for Beginners: A Guide to Getting Started with Needlepoint

Il post di oggi è tutto sul needlepoint per principianti! “Needlepoint” è stato uno dei miei termini di ricerca top per il 2019. Il che è pazzesco perché personalmente non ho iniziato a ricamare fino alla fine dell’estate. Se avessi iniziato il 1° gennaio, penso che sarebbe stato sicuramente il termine più cercato. Sono stata TRANQUILLA nel vedere quante persone hanno ripreso il punto ad ago. E so, basandomi su quello che la gente cerca qui e su quello che la gente chiede via email e DM, che un sacco di gente è interessata ma non sa da dove cominciare.

Quando ho scritto per la prima volta sul needlepoint, ho essenzialmente condiviso dove trovare le tele. Era probabilmente la cosa di cui ero più “esperto” all’epoca, dato che avevo passato così tanto tempo a setacciare i siti web alla ricerca di tele carine e non di cattivo gusto.

Da quando ho scritto questo, però, sono completamente preso dal needlepoint. È diventato un piccolo problema perché potrei farlo tutto il giorno e non fare nulla. Ho anche imparato molto attraverso i miei errori e anche dalla più grande comunità del ricamo. Onestamente, ho creato il mio stitch-stagram in modo da poter avere uno spazio dove seguire gli account di ricamo! E mi sono anche unita ad un gruppo di Facebook chiamato Needlepoint Nation, dove imparo qualcosa ogni volta che scorro i nuovi post – queste donne sono ESPERTE.

Ad ogni modo, mi sento più sicura nel fare un post con consigli per i principianti del ricamo ora.

Puoi rendere il ricamo complicato quanto vuoi, ma al suo centro, è super semplice. Mi piace descriverlo come una pittura con i numeri con il filo (o “fibre” come si chiama nel mondo del needlepoint!). Dove si ha più creatività (e quindi più spazio per gli errori) con il ricamo, le tele di needlepoint sono pre-dipinte e ti danno il progetto esatto per così dire di cosa fare.

Needlepoint

Cosa ti serve:

– Una tela! Per la mia esperienza, dovresti assolutamente cucire qualcosa che scateni la gioia, per citare Marie Kondo. Il punto croce può essere davvero ripetitivo, il che è meditativo se ti piace e fastidioso se non ti piace tanto. Scegli una tela che ti rende davvero felice! Ecco alcuni dei miei posti preferiti per trovarli.

– Fibre! Se hai appena iniziato, può essere utile chiedere al negozio di needlepoint da cui stai comprando di includere le loro selezioni di fili. Ti toglieranno ogni dubbio e ti allevieranno un po’ dello “stress” di fare le scelte giuste, di scegliere la giusta quantità, ecc. Se avete intenzione di comprare il vostro, andate DEFINITIVAMENTE in un negozio di persona. Ho un negozio di maglieria a due città di distanza dove vendono filo per il punto croce oltre al filato. Adoro entrare e fissare il muro di fili e scegliere i colori! La seta & Ivory è una marca molto popolare ed è quella con cui ho cucito di più quando ho iniziato. Ma ora che l’ho fatto per un po’, in realtà preferisco DMC Perle Cotton. Ho trovato il Silk & Ivory un po’ confuso (sarei coperto di lanugine quando mi alzo!) e il DMC è più stretto/liscio durante la cucitura e quando è cucito.

– Aghi! Vorrai “abbinare” il tuo ago alla tua tela. Ogni tela avrà una dimensione di maglia e questo aiuterà a determinare la dimensione dell’ago da arazzo di cui avete bisogno. Penso che tutti i miei aghi siano della misura 20 (per la maglia #13) o 22 (per la maglia #18).

– Barelle! All’inizio non le ho usate. Mi limitavo a cucire sulla tela. Poi Needlepoint.com mi ha mandato una tela che era già attaccata ai telai e il mio mondo del needlepoint non sarà più lo stesso. L’idea è che le barelle aiutino a mantenere la forma della tela (i punti possono tirare e distorcere la forma finale). E questo è certamente il caso. Tuttavia, il mio vantaggio preferito è che rende molto più facile tenere la tela mentre si cuce. Le barre sono molto più facili da afferrare rispetto alla sola tela, che mi causava crampi alle mani dopo una cucitura prolungata.

– Forbici affilate! Ci sono un sacco di belle forbici da ricamo che funzionano. Se però stai viaggiando e butterai le tue forbici in una borsa, considera sicuramente di prenderne un paio con una custodia. Ho queste e mentre non sono il ~chicest~ sono il più sicuro / migliore che ho usato. Ho un paio di altre coppie che sono più carine ma ho sempre paura che mi pugnalino o che strappino una tote.

– Custodia da trasporto! Puoi andare di fantasia, puoi fare il tuo, puoi trovare qualcosa che hai già a casa. Io ho una borsa come questa che si chiude a zip e protegge il mio WIP attuale e poi metto le fibre in una più piccola per tenerle separate e districate.

– Needle Minders! Questo è un “add-on” non necessario ma conveniente. Stavo solo fissando l’ago quando non era in uso ai lati della mia tela. Ma un needle minder è un modo divertente per tenere l’ago fuori dai piedi quando non è in uso. È un magnete che si fissa alla tela e l’ago vi si appoggia sopra. Io ho questo e ce ne sono un sacco anche su Etsy!

Come fare:

– Guida per principianti di Thorne Alexander: Una guida gratuita e perfetta con tutto quello che devi sapere per iniziare.

– Come iniziare! Inizia con questo video. Penso che faccia un buon lavoro per metterti a posto fin dall’inizio.

– Il punto continentale! Ci sono un sacco di punti che puoi usare per il ricamo. Hanno tutti un aspetto diverso e possono aggiungere un tocco decorativo alla tua tela (come uno sfondo speciale o un look strutturato per una parte particolare come i capelli per esempio). Detto questo, inizia con il punto continentale. È il più facile in assoluto e sembra il più tradizionale. Se stai facendo un’area più grande, considera il punto basketweave (aiuta a non distorcere la tua tela), ma se devo essere onesto… nessuno saprà se hai fatto o non hai fatto il basketweave perché alla fine sembra lo stesso.

– Guide ai punti! Se vuoi tentare un disegno più complicato, prova a trovare delle guide ai punti online o compra un kit che abbia una guida ai punti. Ho fatto un punto più complicato per uno dei miei sfondi su tela e, mentre amo il modo in cui appare, non è stato così rilassante perché stavo costantemente contando ed esaminando per assicurarmi di non rovinare il disegno. Quindi tenetelo a mente.

Che cosa farne:

Questa è stata la domanda più posta via DM…. cosa fare con tutto il ricamo?!? Adoro guardare gli account Instagram di grandi fan del needlepoint perché hanno la migliore ispirazione per i progetti. Ornamenti, cuscini, cinture e calze sono probabilmente i più popolari… ma si possono fare anche tele per portachiavi, copriforbice, portaocchiali, inserti per portagioie, portafogli, ecc. Ho incorniciato la mia prima tela – l’ho mandata a Framebridge – e amo assolutamente come appare incorniciata. E ho fatto un paio di ornamenti.

Devo dire che questa è la parte in cui le cose possono diventare costose. Mandare via una tela ad un rifinitore non è per i deboli di cuore. Raccomando vivamente di iniziare una tela con il progetto finale in mente in modo che le vostre aspettative di prezzo siano chiare. La finitura di piccoli oggetti (come un piccolo ornamento) può iniziare ~$50 e poi, man mano che i progetti crescono, può arrivare a $200.

TIPS:

– Youtube! La mia vita è gestita essenzialmente da Youtube. Se sei bloccato con qualcosa, inizia con YOUTUBE. Personalmente, mi imbarazza chiedere cose alla gente perché ho paura di sembrare stupido (🤷🏻♀️) e mi piace che posso guardare dieci video e capire qualcosa senza ammettere che non ho idea di come fare.

– Negozi locali! Ora che l’ho ammesso, dirò che molte città hanno negozi locali e dovresti sostenerli al 100% quando/se puoi. Al di là dello shopping però, le persone che ci lavorano sono risorse incredibili per imparare. Dalla mia esperienza, la maggior parte dei negozi offre lezioni o club di cucito drop-in. E gli impiegati sono tutti avidi ricamatori e possono aiutarti a capire quali fibre comprare, di quale ago potresti aver bisogno, quale punto ti sembrerà migliore, ecc.

– Inizia con il filo della misura giusta! Non ho scelto le fibre per le mie prime tele, quindi non ho dovuto pensare ai miei fili. Ma ora che ho iniziato a scegliere i miei, ho capito quanto sia facile scegliere la misura sbagliata!!! Le matasse possono sembrare tutte super simili, ma non vuoi arrivare a casa e avere più misure per la stessa tela. (Parlo per esperienza qui 🤦🏻♀️.) Comincia con il conoscere le dimensioni delle maglie della tua tela. Ho trovato questa tabella che è la più utile. Usare il filo troppo sottile non ti darà la migliore copertura. Usare un filo troppo spesso può rendere la cucitura disordinata e impegnativa. Usare più pesi sulla stessa tela può risultare disordinato e irregolare.

– Il colore! Questa è una regola generale, ma inizia prima con il colore più chiaro della tua tela. Ci sono un paio di ragioni, ma la linea di fondo è che non vuoi che i fili più scuri mostrino attraverso i fili più chiari o che si mostrino attraverso la tela. Che sia quando tirate l’ago e il filo attraverso la tela o quando saltate in una nuova area. Puoi anche scegliere colori diversi da quelli che la tela richiede, basta che ti assicuri di essere più scuro e non più chiaro (in modo che la vernice della tela non si veda attraverso). Per esempio, si può cambiare una sezione rosa chiaro in blu, ma non da blu a rosa chiaro.

– Iniziare in piccolo! Sceglierei una piccola tela con non più di quattro o cinque colori. Questo ti aiuterà a fare pratica e a metterti in piedi senza mordere più di quanto tu possa masticare!