NASCAR: Nomi degni di nota nella storia dell’auto numero 88

Guarda alcune delle leggende che hanno corso con l’auto numero 88 nella NASCAR Cup Series, tra cui Dale Jarrett, Darrell Waltrip e la Alabama Gang.

Quando si pensa alle famiglie di piloti nel passato della NASCAR, i nomi Allison, Jarrett, Earnhardt e Waltrip sono alcuni che vengono in mente. Tutti e quattro questi nomi di famiglia appartengono a piloti che una volta hanno corso con la #88 nella Cup Series, rendendo la sua storia una storia che vale la pena raccontare.

La linea statistica complessiva per il doppio otto è questa: 76 vittorie, 402 piazzamenti nella top five, 699 piazzamenti nella top 10, 62 pole position, 21.798 giri guidati e una media di 16.0 in 1.714 gare.

Il pilota che ha trovato il maggior successo nella macchina #88 è stato Dale Jarrett.

Dopo un decennio di corse parziali o a tempo pieno nella Cup Series, che gli hanno fruttato una vittoria per il Wood Brothers Racing e due vittorie per il Joe Gibbs Racing, Jarrett si è unito al Robert Yates Racing nel 1995, guidando la Ford #28 con il crew chief Larry McReynolds.

L’anno successivo, Jarrett è passato alla Ford #88 con lo stesso team. È stato accoppiato con il capo equipaggio Todd Parrott, che è rimasto in cima al box fino al 2002. Jarrett ha registrato 28 delle sue 32 vittorie e il campionato 1999 al volante della Ford #88, che ha guidato fino alla stagione 2006 prima di finire la sua carriera al Michael Waltrip Racing.

Dal 1973 al 1982, l’auto #88 apparteneva alla scuderia DiGard Motorsports. Il pilota con il maggior numero di partenze sulla vettura è stato Darrell Waltrip.

Waltrip si è unito al DiGard Motorsports e al team #88 durante la stagione 1975, portando la vettura nella corsia della vittoria nella sua ottava gara con la squadra al Richmond Raceway. Waltrip ha registrato 26 delle sue 84 vittorie in carriera nella Chevrolet #88 dal 1975 al 1980 prima di unire le forze con Junior Johnson & associati e andando a vincere tre campionati al volante della vettura #11.

Come Waltrip, il campione 1983 Bobby Allison ha trascorso del tempo nella vettura #88, ma ha vinto il suo titolo in un’altra macchina. Allison ha guidato l’auto #88 a tempo pieno per il DiGard Motorsports nel 1982 prima di utilizzare la #22 per il team e vincere il campionato l’anno successivo.

Allison ha registrato otto vittorie, 14 finiture top five e 20 finiture top 10 durante la stagione 1982. Il nativo di Hueytown, Alabama, ha anche trascorso una gara nella Dodge #88 per il proprietario Neil Castles nel 1970.

Quando si tratta di Hueytown e il nome Allison, la macchina #88 ha più di Bobby. Il fratello minore dell’anziano Allison, Donnie, ha anche trascorso del tempo in quel numero di auto, così come Charles “Red” Farmer.

I tre piloti sono diventati noti come la “Alabama Gang”, un gruppo che ha chiamato Hueytown casa. Ma in realtà provenivano da un altro stato, originariamente dalla zona di Miami, Florida.

Donnie Allison ha guidato la Chevrolet #88 part-time per DiGard Motorsports tra il 1973 e il 1975, e ha guidato la Pontiac #88 in due gare per Cliff Stewart Racing nel 1983. Farmer guidò la Ford #88 per Long-Lewis nelle sue uniche due gare del 1960. Né il più giovane Allison né Farmer ha vinto alcuna gara nella macchina #88.

Il mio ultimo articolo era sulla storia della macchina #2; abbastanza divertente, #2 e #88 sono gli unici numeri di auto utilizzati da tutti e tre i membri della “Alabama Gang” ad un certo punto della loro carriera.

Un’altra connessione familiare che coinvolge il #88 appartiene ai Baker. Buck Baker ha guidato l’auto in un certo numero di eventi negli anni ’50 e ’60, vincendo due gare nel 1954 e una gara nel 1959 al volante della Chevrolet #88 per Lynton Tyson.

Il figlio di Buck, Buddy, ha guidato l’auto #88 in un paio di gare nel 1959, proprio come suo padre, e qualche altra gara negli anni ’60. Riprese ad usare la #88 per un’intera campagna del 1985, un programma parziale dal 1986 al 1988 e altre due gare nel 1991. Buddy non registrò nessuna delle sue vittorie nella #88.

Uno dei piloti più popolari a pilotare l’auto #88 fu Dale Earnhardt Jr. Mentre Earnhardt è stato l’unico membro della sua famiglia ad usare quel numero, suo nonno Ralph ha usato la #188 per la Petty Enterprises durante un programma parziale nel 1957.

Dale Jr. si è unito all’Hendrick Motorsports e al team #88 nel 2008 dopo aver guidato la Chevrolet #8 per la Dale Earnhardt, Inc. Earnhardt ha vinto nove gare mentre correva la Chevrolet #88 a tempo pieno fino a quando si è ritirato alla fine della stagione 2017, anche se ha perso 20 gare combinate nel 2012 e nel 2016 a causa di commozioni cerebrali.

Uno dei piloti sostitutivi di Earnhardt al volante della Chevrolet #88 nel 2016 era Jeff Gordon, a meno di un anno dal suo ritiro iniziale. Gordon aveva trascorso la sua intera carriera di 24 anni dietro la Chevrolet #24, vincendo 93 gare e quattro campionati. Ha guidato la Chevrolet #88 in otto gare e ha registrato il miglior risultato al sesto posto al Martinsville Speedway.

Un altro pilota che ha sostituito Earnhardt durante la stagione 2016 è stato Alex Bowman, che ha assunto i compiti di guida a tempo pieno della Chevrolet #88 nel 2018 dopo il ritiro di Earnhardt. L’attuale pilota della Chevrolet #88 ha vinto al Chicagoland Speedway lo scorso giugno e all’Auto Club Speedway all’inizio di quest’anno.

Per quanto riguarda altri notevoli piloti della vettura #88, Joe Weatherly ha concluso all’11° posto nella sua unica gara con il numero nel 1963 all’Augusta Speedway. Weatherly si assicurò uno dei suoi due campionati in quella stagione.

Richard Brickhouse, che notoriamente vinse una gara boicottata al Talladega Superspeedway nel 1969, guidò la Dodge #88 in due gare in quella stagione, e il campione 1989 Rusty Wallace guidò la Pontiac #88 a tempo pieno per il Cliff Stewart Racing nel 1984.

Anche se non è il numero di auto più vincente nella storia della NASCAR Cup Series, il successo di inizio carriera di Darrell Waltrip, la popolarità di Dale Earnhardt Jr, il successo nel campionato di Dale Jarrett e la storica connessione della Alabama Gang rendono il #88 uno dei numeri più leggendari nella storia dello sport.