Modulo di verifica dell’affitto (locatore)

Il modulo di verifica del locatore è un documento usato da un locatore per verificare le informazioni sull’affitto precedente di un richiedente. Il locatore richiedente deve inviare il modulo al locatore attuale o passato del richiedente per ottenere tutti i dettagli relativi all’affitto dell’individuo. Queste informazioni aiutano molto il richiedente a prendere decisioni informate nella scelta di un inquilino adatto; il modulo indica la storia dei pagamenti mensili del richiedente e altri dettagli relativi alla sua locazione (soldi dovuti, reclami, animali domestici, ecc.).

Un modulo di verifica del padrone di casa è anche indicato come il seguente:

  • Modulo di verifica dell’affitto
  • Modulo di verifica dell’affitto

Affidavit del padrone di casa – Se l’inquilino sta cercando di dimostrare la sua residenza.

Un modulo di verifica del proprietario dovrebbe essere richiesto da ogni potenziale inquilino per essere compilato insieme al modulo di domanda d’affitto quando si chiede di affittare una proprietà. Segui i passi qui sotto per sapere come ottenere un modulo di verifica del proprietario dal precedente proprietario di un inquilino.

Step 1 – Fai compilare all’inquilino una domanda d’affitto

Non ha senso inviare un modulo di verifica del proprietario a un precedente proprietario senza prima qualificare un inquilino. La qualificazione di un inquilino si fa usando una domanda di affitto. A volte, dopo aver visto i risultati di una domanda di affitto, il proprietario è ancora incerto sulla decisione di accettare o rifiutare la domanda, il che ci porta al prossimo passo.

Step 2 – Matching Info

Uno scenario comune è che il rapporto di credito e le finanze di un inquilino siano buone ma la sua storia di affitto è ancora in dubbio o non verificata. I padroni di casa, specialmente quelli con proprietà molto richieste, vogliono essere sicuri che il loro inquilino sia qualificato. Inviando la lettera di verifica del proprietario al precedente proprietario dell’inquilino, è il modo migliore per ottenere una risposta onesta e quindi prendere la decisione migliore per accettare o rifiutare la domanda dell’inquilino. Prima dell’invio, assicurati che le informazioni sulla domanda di affitto corrispondano a quelle del modulo di verifica del proprietario.

Step 3 – Invia con affrancatura e tassa di ritorno

Per avere le migliori possibilità di ricevere una risposta, includi una busta di ritorno compilata con affrancatura pagata e un assegno. Se si invia questa lettera di verifica del padrone di casa, ottenere una piccola tassa (non rimborsabile) dal richiedente. L’importo della tassa dovrebbe poi essere applicato all’assegno. Il precedente padrone di casa è più incline a soddisfare questa richiesta se viene pagato per farlo. Lascia semplicemente il campo Nome sull’assegno in bianco.

(Video) Cos’è un Modulo di Verifica del Locatore?

Come scrivere

Scarica in Adobe PDF, Microsoft Word (.docx), o Open Document Text (.odt).

1 – Il Modulo di Verifica in questa pagina dovrebbe essere salvato sul tuo computer

Questo modello può essere facilmente ottenuto usando questa pagina. Individua i pulsanti nell’area della didascalia dell’immagine di anteprima o i link qui sopra. Determina il tipo di file con cui vorresti lavorare (PDF, WORD o ODT) poi seleziona il pulsante o il link etichettato con il tipo di file che preferisci.

2 – L’introduzione richiederà un po’ di preparazione

Il primo compito che questo lavoro richiederà è la data del calendario che deve essere associato ad esso. Usa il primo spazio vuoto di questa pagina (etichettato “Data”) per documentare la data di questo documento. Localizzate il primo spazio bianco dopo il saluto “To Whom This May Concern”, quindi utilizzatelo per presentare il nome completo dell’inquilino che ha consegnato il consenso necessario per essere verificato dal locatore. Il secondo spazio vuoto è riservato al nome dell’individuo (o entità) che cerca informazioni sull’inquilino. In genere, questa è la parte responsabile della richiesta di questi documenti. Ora usate lo spazio vuoto dopo le parole “…Located At” per registrare l’indirizzo dell’inquilino che deve essere verificato come sua residenza. Ora, dobbiamo consegnare un metodo che il Locatore può utilizzare per restituire questo documento dopo averlo compilato. Si raccomanda di utilizzare gli spazi dopo la frase “…Please Send to Either” per riportare sia un “Fax Number” che un “E-Mail” dove il Locatore può inviare questo modulo compilato.

3 – Il Locatore deve rispondere a diverse domande per verificare l’inquilino

Una semplice lista dove il Locatore può rapidamente confermare le informazioni dell’inquilino è stata fornita sotto l’introduzione. Solo il locatore che riceve questa richiesta può rispondere a queste domande. La prima dichiarazione permette al locatore di confermare o negare la residenza dell’inquilino. Se il locatore segna la casella “Sì”, allora ha confermato la residenza dell’inquilino. Se segna la casella “No”, allora (per quanto ne sappia il proprietario) l’inquilino non vive lì. La seconda dichiarazione richiederà al locatore di riferire sullo stato del pagamento dell’affitto da parte dell’inquilino. Qui, se l’inquilino è aggiornato su tali pagamenti, allora la casella “Sì” sarà segnata. In caso contrario, sarà selezionata la casella “No”. Successivamente, verrà discussa la capacità dell’inquilino di pagare l’affitto in tempo negli ultimi 12 mesi. Se lui o lei è aggiornato, allora il padrone di casa segnerà la casella “Sì”. Se l’inquilino è stato in ritardo con i pagamenti dell’affitto (nell’ultimo anno), allora la casella “No” dovrebbe essere segnata, e il numero di volte inserito sulla linea bianca che segue. Se l’inquilino è stato in ritardo di più di trenta giorni nel pagare l’affitto al locatore, questo sarà indicato nella quarta domanda. In caso affermativo, sarà selezionata la casella “Sì”. Qualsiasi animale domestico che l’inquilino tiene nella sua proprietà in affitto sarà riportato nella quinta dichiarazione se il locatore segna la casella “Sì”. Ci sarà una riga vuota in quest’area per documentare il numero, le dimensioni e la razza degli animali domestici dell’inquilino. Se l’inquilino non ha animali domestici, questa dichiarazione sarà segnata come “No”. Ora, nella sesta dichiarazione, il locatore dovrà segnalare se ha dovuto emettere un avviso (ad esempio per ritardo nell’affitto, danni, inadempienza) all’inquilino nell’ultimo anno. In caso affermativo, la casella “Sì” deve essere contrassegnata e il motivo dell’avviso deve essere riportato nello spazio vuoto previsto. Altrimenti, la casella “No” deve essere contrassegnata. La settima dichiarazione richiederà specificamente una relazione se il locatore ha avuto a che fare con l’inquilino che ha danneggiato la proprietà. Una casella “Sì” e una casella “No” insieme a uno spazio vuoto per dare un resoconto su eventuali problemi di questo tipo. Se ci sono stati dei reclami rivolti all’inquilino che il locatore ha ricevuto, allora questo dovrebbe essere documentato nell’ottava dichiarazione (con un segno nella casella “Sì”) e una storia della natura dei reclami fornita nello spazio vuoto. Inoltre, il locatore può indicare se tali reclami sono stati risolti rapidamente o meno selezionando la casella “Sì” o “No” nella domanda successiva. Se non sono stati segnalati reclami di questo tipo, il locatore dovrà segnare la casella “No” a questa domanda e lasciare il resto in bianco. Se l’inquilino ha completato i termini del contratto di locazione firmato con il proprietario, la prossima dichiarazione dovrebbe avere un segno nella casella “Sì”. In caso contrario, questa dichiarazione dovrebbe avere un segno nella casella “No”. Il locatore dovrà indicare se l’inquilino è attualmente un residente che ha recentemente comunicato che si trasferirà. La casella “Sì” deve essere segnata in caso affermativo. Altrimenti, la casella “No” dovrà essere contrassegnata. La prossima dichiarazione richiederà al locatore di segnalare se all’inquilino è stato chiesto di lasciare i locali dal locatore o da qualcuno della sua azienda. Questa dichiarazione riporterà un segno “Sì” se questo è il caso. In caso contrario, la casella “No” dovrebbe essere selezionata. In caso affermativo, ci sarà anche spazio per una ragione da documentare.La questione se il Locatore abbia dovuto trattenere il deposito dell’Inquilino (o parte di esso) per pagare i danni sarà trattata nella tredicesima dichiarazione. La casella “Sì” indicherà che tale azione era necessaria, mentre la casella “No” indicherà che non era il caso. Se il locatore è a conoscenza che l’inquilino sta traslocando e che questo trasloco è successivo a uno sfratto giudiziario, allora la casella “Sì” nella quindicesima dichiarazione sarà selezionata. Altrimenti sarà segnata la casella “No”. Un segno nella casella “Sì” della prossima dichiarazione indicherà che il proprietario affitterà all’inquilino in futuro. In caso contrario, la casella “No” dovrebbe essere selezionata o segnata. Se l’inquilino si sta trasferendo e il locatore ha ricevuto il pagamento per l’ultimo mese di locazione, allora la casella “Sì” dovrebbe essere segnata. Se nessun pagamento è stato ricevuto, allora la casella “No” sarà segnata. Se l’inquilino deve dei soldi al locatore, allora il locatore deve segnare la casella “Sì” nell’ultima domanda e riportare quanto nello spazio vuoto di questa riga. Se questo non è il caso, allora dovrebbe segnare la casella “No”. Questo questionario sarà considerato accurato solo se il locatore o il suo rappresentante ufficiale firma la linea bianca etichettata “Firma del locatore (o rappresentante)” e stampa il suo nome sullo spazio vuoto adiacente. Se il locatore ha inviato questo documento senza tale firma, si raccomanda vivamente di fare un’indagine successiva con il locatore o l’inquilino.

4 – Il mittente di questo documento deve firmare

Una volta che l’introduzione è stata compilata, è necessario firmare questa lettera prima di inviarla. Firma la linea bianca etichettata “Firma del richiedente” e stampa il tuo nome sulla linea “Stampa”.