Medicina antipsicotica per il disturbo bipolare

Effetti collaterali dei farmaci antipsicotici

Alcuni farmaci antipsicotici causano un significativo aumento di peso e alti livelli di colesterolo, e possono aumentare il rischio di diabete. Le persone che considerano un antipsicotico per il disturbo bipolare dovrebbero essere esaminate per il loro rischio di malattie cardiache, ictus e diabete, secondo uno studio pubblicato su Diabetes Care.

Gli effetti collaterali comuni dei farmaci antipsicotici includono:

  • Visione offuscata
  • Bocca secca
  • Sonnolenza
  • Spasmi muscolari o tremori
  • Aumento di peso

Nota: Clozaril non è usato spesso, nonostante la sua efficacia per il disturbo bipolare. Il farmaco può causare un effetto collaterale raro e potenzialmente fatale che richiede un monitoraggio settimanale o bisettimanale degli esami del sangue. Inoltre, Geodon è legato a una reazione cutanea rara ma potenzialmente fatale.

I vecchi farmaci antipsicotici non sono generalmente usati come trattamento di prima linea per il disturbo bipolare, e sono meno affermati per il trattamento dei sintomi depressivi o per la prevenzione degli episodi durante l’uso a lungo termine. Tuttavia, possono essere utili se una persona ha effetti collaterali fastidiosi o non risponde ai nuovi farmaci. Gli antipsicotici più vecchi includono la clorpromazina (Thorazine), l’aloperidolo (Haldol) e la perfenazina (Trilafon). Questi farmaci possono causare un grave effetto collaterale a lungo termine chiamato discinesia tardiva, un disturbo del movimento caratterizzato da movimenti ripetitivi e involontari come sbattere le labbra, sporgere la lingua o fare smorfie. I nuovi antipsicotici atipici hanno anche il potenziale di causare questo effetto collaterale, ma hanno un rischio relativamente più basso dei vecchi antipsicotici convenzionali.

I farmaci deutetrabenazina (Austedo) e valbenazina (Ingrezza) si sono dimostrati efficaci nel trattamento di adulti con discinesia tardiva.