Le migliori distribuzioni Linux per server

Linux domina il mercato dei server, offrendo eccellente flessibilità, stabilità e sicurezza senza costare nulla.

Dai server domestici amministrati da studenti affascinati dall’IT alle enormi reti aziendali che servono centinaia di migliaia di utenti ogni ora, i server Linux possono essere trovati ovunque, ed è naturale che ci siano molte distribuzioni Linux per server tra cui scegliere.

Ma come si fa a sapere quale distribuzione server Linux è la migliore? Nella maggior parte delle situazioni, la risposta dipenderà in gran parte dalle vostre preferenze personali, ma ci sono diverse distribuzioni Linux per server che si distinguono dalla folla, comprese quelle elencate in questo articolo, ed è da lì che dovreste iniziare.

Scegliere una distribuzione Linux per il vostro server

Solo perché è possibile installare virtualmente qualsiasi distribuzione Linux su un server non significa che tutte le distribuzioni Linux siano adatte a questo particolare compito. Una buona distribuzione Linux per server dovrebbe avere le seguenti tre caratteristiche:

  • Stabilità: I server tendono ad avere tempi di attività significativamente più lunghi rispetto ai computer desktop, quindi è importante selezionare una distribuzione per server Linux che sia in grado di mantenerla senza riavvii. La stabilità può essere raggiunta sbarazzandosi dei componenti non necessari e lucidando quelli necessari.
  • Sicurezza: La maggior parte degli sviluppatori di software esperti vi dirà che non esiste un software privo di bug. Ecco perché dovreste selezionare una distribuzione che riceve regolari aggiornamenti di sicurezza e implementa politiche di sicurezza efficaci per minimizzare il potenziale impatto dei bug del software sulla sicurezza.
  • Flessibilità: Dovreste selezionare una distribuzione di server Linux che viene fornita con tutte le applicazioni software di cui avete bisogno per impostare il vostro server secondo le vostre esigenze. Dovrebbe aiutarti a personalizzare il funzionamento del server fornendo utili strumenti di amministrazione.

5 migliori distribuzioni Linux per server

La migliore distribuzione Linux per server è quella che può soddisfare maggiormente le tue esigenze e ti fornisce tutti gli strumenti di cui hai bisogno per mantenere il tuo server senza problemi e senza riavvii inutili. Diamo uno sguardo più da vicino a cinque grandi opzioni e discutiamo i pro e i contro di ciascuna.

DEBIAN

+ Lunga storia
+ Più di 50.000 pacchetti
+ Comunità attiva
– Rigoroso sull’open-source
– Alcuni rami contengono software molto datato

Come una delle più venerabili distribuzioni Linux nel mondo, Debian è sempre stata una scelta popolare sia sui computer desktop che sui server. Poiché ha diversi rami di software, gli utenti possono facilmente scegliere il giusto equilibrio tra stabilità e aggiornamento. Debian è nota per la sua attiva comunità di utenti entusiasti e per il suo profondo impegno verso il software open-source.

L’immagine Network Boot fornisce un ottimo modo per iniziare a usare Debian su un server, e la guida ufficiale all’installazione spiega tutto ciò che è necessario sapere per installarla su qualsiasi architettura supportata.

Debian Link

Red Hat Enterprise Linux

+ Supporto clienti commerciale
+ Compatibilità hardware certificata
– Costo

Destinata al mercato commerciale, Red Hat Enterprise Linux, o semplicemente RHEL in breve, è la piattaforma Linux aziendale leader nel mondo. Gli utenti di RHEL possono acquistare servizi di supporto clienti e formazione di livello enterprise per accedere agli ingegneri del supporto clienti di Red Hat 24×7.

Oltre al supporto personalizzato, RHEL offre una serie di funzioni avanzate per aiutare i suoi utenti a controllare con successo complessi ambienti multi-server e combattere le intrusioni. Per esempio, con Red Hat Smart Management, gli amministratori possono gestire Red Hat Enterprise Linux on-site o nel cloud e valutare le prestazioni del sistema, compilare report e risolvere i problemi di sicurezza su tutti i sistemi operativi.

RHEL Link

UBUNTU

+ Grande comunità
+ Molte risorse di apprendimento online
+ User-friendly

Basata su Debian, Ubuntu è attualmente la più popolare distribuzione server Linux nel mondo. Gli amministratori di server spesso scelgono la versione LTS (Long-Term Support) di Ubuntu Server perché viene fornita con cinque anni di supporto senza costi aggiuntivi.

Ubuntu ha ereditato il formato di pacchetto .deb dalla sua distribuzione madre, permettendo agli utenti di scegliere da una massiccia collezione di pacchetti software esistenti. La versione desktop di Ubuntu include l’ambiente desktop GNOME, mentre Ubuntu Server viene fornito senza alcuna interfaccia grafica. Canonical, l’azienda dietro Ubuntu, fornisce supporto aziendale, e c’è una ricchezza di risorse di apprendimento online create dalla comunità.

Ubuntu Link

CentOS

+ Compatibilità RHEL
+ Gratis (a differenza di RHEL)
+ Aggiornamenti di sicurezza a livello aziendale
– Nessun supporto commerciale di prima parte

CentOS è una popolare distribuzione server il cui più grande punto vendita è il fatto che mantiene una compatibilità al 100% con RHEL. Come tale, potete pensarla come una versione gratuita di RHEL. L’unica cosa che non ha è il supporto commerciale di prima parte. Tuttavia, ci sono molte aziende terze che offrono servizi di supporto clienti CentOS.

Proprio come RHEL, CentOS è una distribuzione server Linux estremamente stabile che include solo pacchetti ampiamente testati. A causa del suo basso prezzo di zero dollari, è una grande scelta per le startup con un budget così come per gli aspiranti amministratori di server che vorrebbero imparare facendo.

CentoOS Link

OpenSUSE

+ Grandi strumenti di amministrazione
+ Abbonamenti di supporto disponibili
– Comunità meno attiva

OpenSUSE è una distribuzione Linux affermata con pratici strumenti di amministrazione e abbonamenti di supporto commerciale opzionali. Puoi scegliere tra OpenSUSE Tumbleweed e OpenSUSE Leap. La prima si basa su un modello di rolling-release, così puoi mantenere il tuo server costantemente aggiornato senza grandi aggiornamenti o reinstallazioni complete, mentre la seconda segue un modello di rilascio più tradizionale.

A prescindere da quale versione di OpenSUSE tu decida di scegliere, avrai sempre accesso ai migliori strumenti open-source sviluppati dalla sua comunità, inclusi Open Build Service (OBS), openQA, YaST e Kiwi.

OpenSuse Link

Conclusione

Grazie alla sua natura open source, all’eccellente sicurezza e all’illimitata personalizzazione, Linux è sempre stato il sistema operativo preferito dagli amministratori di server. Oggi, ci sono distribuzioni Linux che possono soddisfare le esigenze di tutti, dalle piccole imprese che cercano di mantenere bassi i costi alle grandi imprese interessate a costruire soluzioni personalizzate con scalabilità illimitata. Quando scegliete una distribuzione Linux per server, ricordate che la migliore distribuzione è quella che può soddisfare maggiormente le vostre esigenze, non quella con più utenti o con le caratteristiche più impressionanti.