La principessa sposa (romanzo)

Questa sezione ha bisogno di ulteriori citazioni per la verifica. Si prega di aiutare a migliorare questo articolo aggiungendo citazioni a fonti affidabili. Il materiale privo di fonti può essere contestato e rimosso. (Marzo 2008) (Impara come e quando rimuovere questo messaggio modello)

Questo romanzo include diverse tecniche narrative o dispositivi letterari, tra cui una storia di cornice fittizia su come Goldman è venuto a conoscenza e ha deciso di adattare The Princess Bride di S. Morgenstern. Nelle “note a piè di pagina” Goldman descrive come suo padre era solito leggergli La Principessa Sposa ad alta voce; così il libro divenne il preferito di Goldman senza che lui avesse mai letto il testo. Come padre, Goldman non vedeva l’ora di condividere la storia con suo figlio, facendo di tutto per trovare una copia per il compleanno di suo figlio, solo per essere distrutto quando suo figlio smette di leggere dopo il primo capitolo. Quando Goldman stesso rivisita il libro, scopre che quello che credeva essere un semplice romanzo d’avventura era in realtà un’amara satira della politica nella nativa Florin di Morgenstern, e che suo padre aveva saltato tutti i commenti politici e lasciato solo “le parti buone”. Questo spinge Goldman ad abbreviare il libro in una versione che assomiglia a quella che suo padre gli aveva letto, aggiungendo delle note per riassumere il materiale che aveva “rimosso”. Morgenstern e la “versione originale” sono fittizi e usati come un dispositivo letterario per commentare la natura dell’adattamento e per disegnare un contrasto tra l’amore e l’avventura della storia principale e gli aspetti mondani della vita quotidiana. Anche le nazioni di Guilder e Florin sono pura finzione.

Il narratore di The Princess Bride, pur chiamandosi William Goldman, è una persona o un surrogato d’autore che mescola elementi fittizi con alcuni dettagli biografici che corrispondono alla vita dell’autore. La vita personale di Goldman, come descritta nell’introduzione e nel commento del romanzo, è fittizia. In The Princess Bride, Goldman ha dichiarato di avere un figlio con sua moglie, Helen, una psichiatra. In realtà, Goldman sposò Ilene Jones, una fotografa, nel 1961. Hanno avuto due figlie di nome Jenny e Susanna, e hanno divorziato nel 1991. Il commento di Goldman contiene riferimenti alla sua carriera hollywoodiana nella vita reale (compresa l’osservazione che la famosa scena della scogliera in Butch Cassidy and the Sundance Kid fu probabilmente ispirata dalle scogliere della follia di The Princess Bride). Mentre Goldman ha scritto la sceneggiatura di Butch Cassidy and the Sundance Kid nel 1969, non è chiaro se tutti i riferimenti alla carriera abbiano una base di verità. Il commento è ampio e continua nel testo fino alla fine.

Le radici reali del libro sono nelle storie che Goldman raccontava alle sue figlie (di 7 e 4 anni), una delle quali aveva richiesto una storia di “principesse” e l’altra di “spose”. Goldman descrive i primi nomi dei personaggi della “saga dei bambini” come “nomi sciocchi: Buttercup, Humperdinck”. I paesi prendono entrambi il nome dalle monete. Il fiorino era originariamente una moneta d’oro italiana coniata a Firenze, e più tardi il nome di varie valute e denominazioni. Il fiorino era originariamente una moneta d’oro olandese, e più tardi il nome di varie valute utilizzate principalmente nei Paesi Bassi e nei suoi territori. I due nomi sono spesso intercambiabili.

Goldman ha detto di aver scritto il primo capitolo su Buttercup che durava circa 20 pagine. Poi, ha scritto il secondo capitolo, “The Groom”, sull’uomo che lei avrebbe sposato; Goldman è riuscito a scrivere solo quattro pagine prima di rimanere a secco. Poi gli venne l’idea di scrivere un romanzo abbreviato:

E quando quell’idea colpì, tutto cambiò. Tennessee Williams dice che ci sono tre o quattro giorni, quando stai scrivendo un’opera teatrale, in cui l’opera si apre a te, e le parti buone dell’opera sono tutte di quei giorni. Bene, The Princess Bride si è aperta a me. Non ho mai avuto un’esperienza di scrittura simile. Sono tornato indietro e ho scritto il capitolo in cui Bill Goldman era al Beverly Hills Hotel e tutto è venuto fuori. Non mi sono mai sentita così fortemente connessa emotivamente a nessuno dei miei scritti in vita mia. È stato totalmente nuovo e soddisfacente ed è stato un tale contrasto con il mondo che avevo fatto nei film che ho voluto essere di nuovo un romanziere.

Goldman ha detto di essersi particolarmente commosso scrivendo la scena in cui Westley muore.

Scena della riunioneModifica

Nel commento al romanzo, Goldman scrive di non aver aggiunto nulla al testo “originale” della Morgenstern. Ha scritto una scena originale, una riunione amorosa tra Buttercup e Westley, ma, dice, il suo editore si è opposto a questa aggiunta. Invita qualsiasi lettore che voglia leggere la “Scena della riunione” a scrivere all’editore (ex Harcourt Brace Jovanovich; ora Random House) e richiedere una copia. Molti lettori scrissero all’editore e ricevettero effettivamente una lettera, ma invece di una scena extra, la lettera dettagliava i problemi legali (ovviamente fittizi) che Goldman e i suoi editori incontrarono con la proprietà Morgenstern e il suo avvocato, Kermit Shog. Questa lettera fu rivista e aggiornata periodicamente; la revisione del 1987 menzionava il film, mentre la 25th Anniversary Edition pubblicò la lettera con un’appendice sulla nipote avvocato di Kermit, Carly. La 30th Anniversary Edition ha una nota a piè di pagina che le tre pagine della scena della riunione erano ora disponibili online. Tuttavia, il sito stesso non conteneva altro che il testo delle tre lettere originali. Questo sito è stato tolto e sostituito dalla pagina del prodotto Houghton Mifflin Harcourt per il libro, che fornisce la versione del 2003 della lettera della scena della riunione come download digitale.