It’s Elemental

Anche se i composti di arsenico erano estratti dalle prime civiltà cinesi, greche ed egiziane, si crede che l’arsenico stesso sia stato identificato per la prima volta da Albertus Magnus, un alchimista tedesco, nel 1250. L’arsenico si trova libero in natura, ma si trova più spesso nei minerali arsenopirite (FeAsS), realgar (AsS) e orpimento (As2S3). Oggi, la maggior parte dell’arsenico commerciale si ottiene riscaldando l’arsenopirite.

L’arsenico e i suoi composti sono velenosi. Sono stati usati per fare veleno per topi e alcuni insetticidi. Piccole quantità di arsenico sono aggiunte al germanio per fare transistor. L’arseniuro di gallio (GaAs) può produrre luce laser direttamente dall’elettricità.

Se hai prestato attenzione ai dati fisici elencati sopra, potresti aver notato che il punto di ebollizione dell’arsenico è più basso del suo punto di fusione. Questo accade perché queste due temperature sono misurate a pressioni atmosferiche diverse. Quando viene riscaldato alla pressione atmosferica standard, l’arsenico passa direttamente da solido a gas, o sublima, ad una temperatura di 887 K. Per formare arsenico liquido, la pressione atmosferica deve essere aumentata. A 28 volte la pressione atmosferica standard, l’arsenico fonde ad una temperatura di 1090 K. Se fosse misurato anche ad una pressione di 28 atmosfere, il punto di ebollizione dell’arsenico sarebbe più alto del suo punto di fusione, come ci si aspetterebbe.