Impara la Bibbia

Quasi tutte le parole comuni greche o ebraiche saranno tradotte in più di una parola inglese in diversi punti della Bibbia. Non esiste una traduzione parola per parola da una lingua all’altra. Cioè, le parole di una lingua non corrispondono perfettamente alle parole di un’altra lingua. Poiché queste parole sono usate in diversi contesti e con diverse sfumature di significato, si deve prendere una decisione su quale parola inglese sia la migliore da usare in ogni caso.

Charity è un caso interessante nella Bibbia di Re Giacomo perché il passo di 1 Corinzi 13 (che usa charity 9 volte) era stato tradotto usando la parola love nel Nuovo Testamento di Tyndale del 1526 – 85 anni prima della traduzione di Re Giacomo. Certamente, non era il caso che i traduttori di Re Giacomo non sapessero che l’amore avrebbe potuto andare bene. Piuttosto, scelsero di proposito la carità come parola da usare lì. Evidentemente, hanno visto un’importanza nel distinguere alcuni degli usi di agape in un modo specifico. Guarderemo le Scritture per vedere se possiamo scoprire quali sfumature specifiche della parola vengono messe in evidenza quando viene usata la carità. L’uso di amore è l’uso più generale e non sarà discusso qui in dettaglio.

Qualche forma della parola carità si trova nella Bibbia 29 volte. Tutti questi riferimenti sono nel Nuovo Testamento. Infatti, la parola non compare in nessuna forma nella Bibbia fino al libro dei Romani. È sicuramente una parola del Nuovo Testamento. La carità si trova 9 volte in 1 Corinzi 13, il che lo rende il capitolo della carità nella Bibbia. Molte persone lo hanno chiamato il capitolo dell’amore (in correzione della Bibbia di Re Giacomo); ma questa distinzione va chiaramente a 1 Giovanni 4 dove l’amore è menzionato 27 volte (a meno che non si includano le 3 volte in cui viene usato “amato”). Inoltre, il fatto che 1 Corinzi 13 usi la carità 9 volte la collega con il frutto nove dello spirito. Nove denota spesso una fecondità spirituale.

Per definire la carità scritturalmente, andremo alla scrittura. Cioè, osserveremo come la parola è usata nelle Scritture e lasceremo che quella sia la nostra autorità finale per il significato della parola. Notate i seguenti punti sulla carità come è usata nelle Scritture:

  1. La carità è l’epitome della perfezione nella vita cristiana. È la “più grande” delle tre virtù che dimorano (1 Corinzi 13:13E ora dimorano la fede, la speranza, la carità, queste tre; ma la più grande di esse è la carità.
    Vedi tutto…). È il “vincolo della perfezione” (Colossesi 3:14E sopra tutte queste cose rivestitevi della carità, che è il vincolo della perfezione.
    Vedi tutto…) e il “fine del comandamento” (1 Timoteo 1:5Ora il fine del comandamento è la carità da un cuore puro, da una buona coscienza e dalla fede non finta:
    Vedi tutto…). Delle sette cose che Pietro esorta i santi ad aggiungere alla loro fede, essa è la settima (2 Pietro 1:5-7 E oltre a questo, con ogni diligenza, aggiungete alla vostra fede la virtù; e alla virtù la conoscenza; e alla conoscenza la temperanza; e alla temperanza la pazienza; e alla pazienza la pietà; e alla pietà la bontà fraterna; e alla bontà fraterna la carità.
    Vedi tutto…). Ovviamente, la vita cristiana raggiunge il suo apice nella pratica della carità. Dobbiamo certamente sapere cos’è.
  2. Ma per sapere cos’è la carità, dobbiamo sapere cosa non è. Oggi, la gente spesso pensa alla carità come a nient’altro che una donazione di denaro per qualche buona causa. Tuttavia, la Bibbia contrappone fortemente la carità che propone alla malintesa carità di dare fondi. 1 Corinzi 13:3E anche se distribuisco tutti i miei beni per sfamare i poveri, e anche se do il mio corpo per essere bruciato, e non ho la carità, non mi giova a nulla. Secondo questo versetto, è possibile dare tutti i propri beni per sfamare i poveri e tuttavia non avere la carità. Pertanto, il dare fondi non è carità biblica.
  3. La carità biblica può anche essere distinta da altre forme di amore. Anche se la maggior parte dei dizionari dicono che la carità include l’idea dell’amore di Dio per l’uomo, non c’è alcuna indicazione che sia usata in quel modo nella Bibbia di Re Giacomo. Infatti, non è nemmeno usato specificamente dell’amore dell’uomo per Dio. Anche se ci sono alcuni passaggi in cui la parola potrebbe essere usata in applicazione di alcune di queste forme di amore, quei passaggi in cui la parola è specificamente definita non si riferiscono mai all’amore di Dio verso l’uomo o all’amore dell’uomo verso Dio.
  4. La carità si riferisce specificamente all’amore che abbiamo verso gli altri uomini. Paolo sottolinea che dobbiamo camminare “caritatevolmente” verso i nostri fratelli più deboli (Romani 14:13-15 Non giudichiamoci dunque più gli uni gli altri; ma giudicate piuttosto questo: che nessuno metta un ostacolo o un’occasione di cadere sulla strada del suo fratello. Io so, e sono persuaso dal Signore Gesù, che non c’è nulla d’impuro di per sé; ma per colui che ritiene impura una cosa, per lui è impura. Ma se il tuo fratello si rattrista con la tua carne, ora non cammini con carità. Non distruggere con la tua carne colui per il quale Cristo è morto.
    Vedi tutto…). Egli lodò i Tessalonicesi perché “la carità di ognuno di voi verso gli altri abbonda” (2 Tessalonicesi 1:3Noi siamo tenuti a ringraziare sempre Dio per voi, fratelli, come si conviene, perché la vostra fede cresce enormemente, e la carità di ognuno di voi verso gli altri abbonda;
    Vedi tutto…). In 1 Pietro 4:8-9 Abbiate soprattutto una fervente carità tra di voi, perché la carità copre la moltitudine dei peccati. Siate ospitali gli uni verso gli altri senza rancore.
    Vedi tutto…, Pietro dice ai credenti: “E sopra ogni cosa abbiate fervente carità fra voi; perché la carità coprirà la moltitudine dei peccati. Usate l’ospitalità gli uni verso gli altri senza rancore.”

Giovanni incoraggiò i santi, “Amato, tu fai fedelmente tutto ciò che fai ai fratelli e agli estranei; i quali hanno reso testimonianza della tua carità davanti alla chiesa…”(3 Giovanni 1:5-6 Amato, tu fai fedelmente tutto quello che fai ai fratelli e ai forestieri; i quali hanno reso testimonianza della tua carità davanti alla chiesa; i quali, se tu porti avanti il loro viaggio secondo un comportamento pio, farai bene:
Vedi tutti…). In tutti questi passaggi, la carità descrive l’amore dei santi per gli altri. Il più delle volte si riferisce ad altri credenti: gli uni verso gli altri, tra di voi, verso i fratelli. In un caso (3 Giovanni 1:5-6 Amato, tu fai fedelmente tutto ciò che fai ai fratelli e ai forestieri; i quali hanno reso testimonianza della tua carità davanti alla chiesa; i quali, se tu li porti avanti nel loro cammino secondo un comportamento pio, farai bene:
Vedi tutti…), include i forestieri. Ma in tutti loro, Dio si sta riferendo all’amore speciale che i credenti dovrebbero avere per gli altri.

Ci sono molti passi che parlano dell’importanza dell’amore in generale, ma la Bibbia parla della carità per indicarci un tipo specifico di amore. La carità è l’amore verso gli altri che soffre a lungo con loro ed è gentile (1 Corinzi 13:4La carità soffre a lungo ed è gentile; la carità non invidia; la carità non si vanta, non si gonfia,
Vedi tutto….), che non si comporta in modo sconveniente, non cerca di fare a modo suo e non si lascia provocare facilmente (1 Corinzi 13:5Non si comporta in modo sconveniente, non cerca il suo, non si lascia provocare facilmente, non pensa al male;
Vedi tutti….); che non si rallegra dell’iniquità altrui (1 Corinzi 13:6Non si rallegra dell’iniquità, ma si rallegra della verità;
Vedi tutto…); che sopporta, crede, spera e sopporta (1 Corinzi 13:7Comporta ogni cosa, crede ogni cosa, spera ogni cosa, sopporta ogni cosa.
Vedi tutto…). È la grazia che dimostra che il credente è maturo nella sua fede e nella sua pratica. Possa il Signore darci tutti più carità.