Il problema dell’eccesso di sale

Il sodio non colpisce tutti allo stesso modo, ma ci sono buone ragioni per attenersi a quantità moderate nella tua dieta.

Pubblicato: Ottobre, 2019

In media, gli americani mangiano troppo sale – più di un cucchiaino e mezzo al giorno. Il più delle volte non esce da uno shaker, ma è nascosto nei cibi che mangi. Ma fa davvero male al cuore mangiarne troppo, o è solo una preoccupazione per le persone con certi fattori di rischio? C’è stato qualche dibattito su questo argomento, anche tra i membri della comunità scientifica. Abbiamo chiesto a Nancy Cook, professore di medicina alla Harvard Medical School, i suoi pensieri sul sale – o più precisamente sul sodio, un minerale che costituisce il 40% del sale – e su come influisce sulla tua salute e sul tuo cuore.

Il sale fa davvero male al cuore?

“C’è un effetto abbastanza indiscusso del sodio sulla pressione sanguigna”, dice Cook. L’effetto è più forte nelle persone con pressione alta (ipertensione), una lettura sostenuta della pressione sanguigna di 120/80 o superiore. I dati per un effetto sulla malattia cardiovascolare sono un po’ più controversi, dice, ma in generale, la maggior parte della ricerca sembra collegare l’assunzione di sodio inferiore sia con pressione sanguigna inferiore e un rischio inferiore di malattia cardiovascolare.

Per continuare a leggere questo articolo, è necessario effettuare il login.

Abbonati a Harvard Health Online per un accesso immediato alle notizie e alle informazioni sanitarie della Harvard Medical School.

  • Ricerca condizioni di salute
  • Controlla i tuoi sintomi
  • Preparati per una visita medica o un test
  • Trova i migliori trattamenti e procedure per te
  • Esplora le opzioni per una migliore alimentazione ed esercizio fisico

I nuovi abbonamenti a Harvard Health Online sono temporaneamente non disponibili. Clicca il pulsante qui sotto per conoscere le nostre altre offerte di abbonamento.

Per saperne di più”