Il mercurio spiegato: Fatti, domande e storia

Foto di Mercurio scattata dalla sonda MESSENGER. Credit: NASA/Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory/Carnegie

Mercurio è il primo pianeta del nostro sistema solare e uno dei più vicini alla Terra. Grazie a questo, sappiamo della sua esistenza fin dall’antichità e abbiamo studiato e imparato molto su di esso.

È uno dei pianeti più interessanti perché ci ha aiutato a capire molto sulla creazione del nostro sistema solare e su come si sono formati anche altri sistemi stellari. Mercurio è molto interessante da studiare ed è pieno di fatti interessanti.

Scheda informativa su Mercurio

Dimensione 0.38 Terre
Diametro 4880 chilometri
Massa 3,3011 × 1023 kg (0,055 Terre)
Aphelion (Punto più lontano dal Sole) 0.466 Unità Astronomiche (1 AU = distanza dalla Terra al Sole)
Perielio (Punto più vicino al Sole) 0,3 Unità Astronomiche
Gravità 0.38 volte la gravità terrestre
Periodo orbitale (1 anno mercuriale) 88 giorni terrestri
Periodo di rotazione (1 giorno mercuriale) 58.7 giorni terrestri
Temperatura superficiale 100 K a 700 K (-173 °C a 427 °C)
Composizione dell’atmosfera 42% ossigeno

29,0% sodio

22,0% idrogeno

6,0% elio

0.5% di potassio

Piccole quantità di altri elementi

Fatti interessanti su Mercurio

Mercurio è il pianeta più vicino al Sole

A una distanza di solo 1/3 della distanza della Terra dal Sole, Mercurio è il primo pianeta del nostro sistema solare.

Mercurio è anche il più piccolo pianeta del sistema solare

Con un diametro di soli 4880 chilometri (3032 miglia) Mercurio è il più piccolo pianeta del sistema solare. È appena più grande della nostra Luna.

Non solo Mercurio è il pianeta più piccolo, ma si sta anche rimpicciolendo!

In un processo molto, molto lento, Mercurio sta diventando più piccolo ogni giorno. Si stima che il pianeta sia circa 9 miglia più piccolo di quanto fosse quattro miliardi di anni fa (ti abbiamo detto che è un processo lento). Gli astronomi credono che questo stia accadendo perché il suo nucleo di ferro si sta raffreddando, il che lo rende solido, riducendo così il volume del pianeta.

Mercurio ha il maggior numero di crateri del sistema solare

Perché l’atmosfera di Mercurio è così debole, il pianeta non ha nulla che lo protegga dagli impatti delle meteore. Questo ha riempito la sua superficie di impatti di crateri e ha dato a Mercurio un aspetto molto simile a quello della nostra Luna.

Il più grande cratere di Mercurio potrebbe adattarsi all’Europa occidentale

Il Bacino Caloris di Mercurio è un enorme cratere lasciato da un impatto meteorico avvenuto circa 3,8 miliardi di anni fa. Il cratere ha un diametro di circa 1.550 km (963 miglia), che sarebbe sufficiente a contenere parte dell’Europa dal Portogallo alla Germania. Gli astronomi stimano che l’oggetto che lo ha causato fosse lungo almeno 100 km (62 miglia).

L’orbita di Mercurio rispetto a quella della Terra.

Mercurio orbita il Sole più velocemente di qualsiasi altro pianeta

La vicinanza del pianeta al Sole rende l’orbita di Mercurio più breve di quelle di qualsiasi altro pianeta del sistema solare. Un anno su Mercurio è solo circa 88 giorni terrestri. Cioè meno di tre mesi.

Mercurio prese il nome dal dio romano del commercio

Perché l’orbita di Mercurio è così piccola, sembra che si muova più velocemente nel cielo degli altri pianeti. Questo è il motivo per cui i romani gli diedero il nome del loro dio del digiuno, Mercurio, che a volte è anche raffigurato come un veloce messaggero con un elmo alato. Mercurio era anche il dio del commercio, della finanza, della comunicazione e dell’eloquenza.

Mercurio ha degli sbalzi di temperatura estremi

Anche a causa della sua debole atmosfera, Mercurio non può contenere il calore proveniente dal Sole, quindi attraversa degli sbalzi di temperatura selvaggi. Di giorno la temperatura superficiale può raggiungere gli 800 °F (427 °C) ma di notte può scendere fino a -269 °F (-173 °C).

I giorni sono molto lunghi su Mercurio

Mercurio ruota molto lentamente intorno al suo asse. Un giorno mercuriale dura quasi 59 giorni terrestri. Non so tu, ma io mi arrabbierei se dovessi aspettare quasi due mesi per andare a letto.

C’è un pezzo di Mercurio qui sulla Terra

Nel 2012 è stato trovato un meteorite verde venduto in un mercatino del Marocco. Dopo averne studiato la composizione, gli astronomi credono che possa provenire da Mercurio perché corrisponde ai dati che abbiamo di Mercurio inviati dalla sonda MESSENGER. Il meteorite potrebbe essere arrivato dopo che uno dei tanti impatti su Mercurio ne ha fatto volare alcuni pezzi nello spazio.

Mercurio attraversa delle fasi proprio come la Luna

A causa della sua posizione all’interno della nostra orbita, anche Mercurio attraversa delle fasi in cui solo una parte di esso riflette la luce del Sole. L’unico altro pianeta che fa così è Venere.

Mercurio non ha lune

A causa delle sue piccole dimensioni, della bassa gravità e della vicinanza al Sole, Mercurio non è in grado di mantenere una Luna. L’unico altro pianeta del sistema solare senza lune è Venere.

Solo due navicelle sono state inviate per studiare Mercurio

Mettere una sonda nell’orbita di Mercurio è un compito davvero difficile, perché la gravità del Sole è troppo forte. Sarebbero necessari precisi e rapidi cambiamenti di velocità. Per questo motivo, abbiamo solo due sonde per studiare il pianeta, il Mariner 10 nel 1973 e il MESSENGER nel 2004. Mariner 10 si è semplicemente fiondato intorno a Mercurio, mentre MESSENGER ha studiato il pianeta dall’orbita per quattro anni prima di essere comandato ad impattare la superficie del pianeta nel 2015. Si ritiene che il Mariner 10 potrebbe essere in orbita intorno al Sole, ma è senza carburante ed è stato spento dal 1975.

Le dimensioni di Mercurio rispetto alla Terra.

Storia e mitologia

Mercurio non ha un scopritore ufficiale in quanto è uno dei pianeti che possono essere visti dalla Terra ad occhio nudo. Per questo motivo, le civiltà antiche sapevano già della sua esistenza.

Il nostro nome attuale di Mercurio deriva dalla mitologia romana, come il dio del commercio e della comunicazione. Gli astronomi romani, a loro volta, presero il nome dall’equivalente greco di Mercurio, Hermes, il messaggero degli dei. I greci chiamarono il pianeta con il nome di Hermes perché era il pianeta che si muoveva più velocemente. Nella Grecia moderna, si riferiscono ancora ad esso con una variazione del nome, lo chiamano Ermis

Altre civiltà usavano nomi diversi per Mercurio o lo associavano a divinità diverse.

  • Le religioni germaniche associavano Mercurio al dio Odino
  • Nella mitologia indù, lo chiamavano Budha.
  • I Maya rappresentavano Mercurio come quattro gufi e si riferivano ad esso come il messaggero degli inferi
  • Nelle culture asiatiche, si riferiscono a Mercurio come la stella dell’acqua.

Quello che sappiamo è che nell’era moderna, la prima persona a vedere Mercurio con un telescopio fu l’astronomo italiano Galileo Galilei.

Domande frequenti su Mercurio

Mercurio ha delle lune?

No. Mercurio è uno dei due soli pianeti del sistema solare a non avere lune. L’altro è Venere. Gli astronomi credono che questo sia dovuto al fatto che è troppo piccolo e quindi ha una gravità debole, per cui non può avere una luna. La sua vicinanza al Sole può essere l’altro fattore.

L’uomo ha mai viaggiato su Mercurio?

No. Solo un paio di sonde senza equipaggio sono state inviate a studiare il pianeta. Mercurio è così vicino al Sole che ha uno degli ambienti più difficili per noi umani. Una missione con equipaggio su Mercurio non è probabile che avvenga presto.

Di cosa è fatto Mercurio?

Mercurio è uno dei quattro pianeti terrestri del sistema solare. Questo significa che ha una composizione rocciosa e solida. Gli astronomi stimano che sia composto per il 70% da vari materiali metallici e per il 30% da silicati, e che il suo nucleo sia principalmente di ferro.

Mercurio ha acqua?

Sì. La sonda MESSENGER ha confermato che ci sono alcuni piccoli depositi di ghiaccio in alcuni crateri di Mercurio che sono sempre all’ombra del Sole. L’acqua liquida è però improbabile.

La scansione dello spettro di Mercurio ci permette di capire meglio di cosa è fatto il pianeta. Credit: NASA/Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory/Carnegie Institution of Washington

Mercurio ha vita?

Non è probabile. L’atmosfera di Mercurio è troppo sottile e le sue condizioni di temperatura sono troppo estreme per sostenere la vita. Gli scienziati non credono che ci sia vita su Mercurio o che ci sia mai stata.

Mercurio ha vulcani?

Sì e no. Anche se Mercurio ha dei vulcani, non sono più attivi. Gli astronomi credono che a un certo punto siano stati molto attivi e abbiano plasmato la geologia del pianeta.

Mercurio ha degli anelli?

No. Probabilmente per lo stesso motivo per cui non ha lune (bassa gravità, troppo vicino al Sole).

Quanti crateri ha Mercurio?

Al momento, la NASA ha identificato e classificato 763 carter sulla superficie di Mercurio. 397 di questi hanno ricevuto dei nomi e la maggior parte di essi portano il nome di scrittori, poeti, pittori e altri artisti. Puoi trovare una lista completa dei crateri nominati qui. Il più grande è il Bacino Caloris, con un diametro di 1.550 chilometri (963 miglia).

Chi ha scoperto Mercurio?

Non lo sappiamo. Mercurio può essere visto dalla Terra senza l’aiuto di telescopi, quindi le civiltà antiche lo conoscevano già, quindi la scoperta non può essere attribuita a una sola persona.

Mercurio è il pianeta più caldo del sistema solare?

No. Poiché è il pianeta più vicino al Sole, sarebbe facile pensare che sia anche il più caldo, ma non è così. Mercurio ha un’atmosfera molto debole, quindi non può trattenere il calore. Venere è il pianeta più caldo del sistema solare perché è vicino al Sole e ha un’atmosfera che trattiene il calore.

Questo articolo è apparso originariamente sul sito web littleastronomy.