I nostri blog

coperta per cani gatto inverno caldo vacanza dormire accogliente

Ogni tanto, un cliente porterà il suo cane o gatto dal veterinario per una valutazione urgente a causa di un improvviso inizio di difficoltà a camminare e un’inclinazione della testa. A volte viene riportato il vomito. Ad un esame più attento, si nota il nistagmo, cioè quando gli occhi vanno rapidamente avanti e indietro. I clienti commenteranno che credono che il loro animale abbia avuto un ‘colpo’. Comprensibilmente, questi genitori si preoccupano che ci possa essere qualche tipo di lesione permanente e sono angosciati nel vedere il loro compagno sopportare quelli che possono essere sintomi molto drammatici.

Noi comprendiamo un ‘ictus’ dalla medicina umana come un’improvvisa emorragia o coagulo di sangue in un’area del cervello che può portare a debolezza, paralisi, potenziale perdita del linguaggio e delle funzioni cognitive e potenzialmente, la morte. Mentre non è impossibile per cani e gatti sviluppare problemi di sanguinamento nel cervello, la spiegazione più comune per quello che viene comunemente chiamato un ‘ictus’ nella medicina dei piccoli animali è in realtà la malattia vestibolare.

Che cos’è la malattia vestibolare?

La malattia vestibolare (o sindrome) è un termine generale che descrive segni clinici coerenti con un funzionamento anormale di una parte del sistema nervoso che controlla l’equilibrio del corpo.

L’apparato vestibolare è l’apparato neurologico responsabile della percezione dell’orientamento del corpo rispetto alla terra e che informa gli occhi e le estremità su come dovrebbero muoversi. L’apparato vestibolare ci permette di camminare e correre su terreni irregolari senza cadere, ci aiuta a sapere quando dobbiamo raddrizzarci e permette ai nostri occhi di seguire gli oggetti in movimento senza soffrire di vertigini.

Malattia vestibolare idiopatica

La malattia vestibolare idiopatica è la forma più comune di malattia vestibolare nei cani (chiamata anche “malattia vestibolare del vecchio cane”) e nei gatti. I segni clinici si manifestano molto rapidamente, a volte in pochi minuti, e possono causare una grave inabilità.

Sintomi

Negli animali e nelle persone, l’equilibrio è controllato dalle orecchie (recettori vestibolari dell’orecchio interno) che lavorano insieme a specifiche aree del cervello. Insieme rappresentano il sistema vestibolare. Se l’apparato vestibolare non funziona correttamente, allora potresti non percepire accuratamente il tuo orientamento. Per dirla in modo più semplice, non saprai da che parte è l’alto, se sei in piedi dritto o inclinato, e ti sentirai stordito. I seguenti sono segni di malattia vestibolare:

  • Atassia (mancanza di coordinazione senza debolezza, o spasmi involontari – in altre parole, inciampare e barcollare)
  • Nausea, vomito
  • Nistagmo (movimenti oculari avanti e indietro o di rotazione)
  • Circolazione
  • Inclinazione della testa
  • Caduta su un lato (si può notare che il vostro animale si sdraia solo su un lato e rotola sul pavimento quando si cerca di muoversi o quando si tenta di girarlo sull’altro lato)
  • Problemi con altri nervi che controllano la testa e il viso
  • I gatti possono anche vocalizzare a causa dello squilibrio

Molte malattie possono causare perdita di equilibrio – un’infezione dell’orecchio, rottura del timpano, un tumore nel cervello o nell’orecchio interno, un problema vascolare, tossicità alla somministrazione cronica di farmaci (es.g., metronidazolo), e malattia vestibolare idiopatica – quindi è importante che un veterinario esamini l’animale per iniziare a determinare la causa più probabile.

Una diagnosi iniziale è fatta dall’anamnesi, dall’esame fisico generale, dall’esame dell’orecchio con un otoscopio e dall’esame neurologico. Se c’è il sospetto che ci sia qualcos’altro, il veterinario potrebbe raccomandare ulteriori test. Ulteriori test potrebbero includere esami del sangue, immagini dell’orecchio medio e/o del cervello (tramite radiografie e/o TAC), forse radiografie del torace (per aiutare a escludere malattie cardiache o tumori che potrebbero contribuire a “traballare”. )

Infezione dell’orecchio medio

Un’infezione dell’orecchio medio è una possibilità probabile per la malattia vestibolare, specialmente se c’è una storia di infezioni dell’orecchio. I detriti nell’orecchio esterno potrebbero implicare un’infezione anche nell’orecchio medio. Tuttavia, l’assenza di detriti nell’orecchio esterno non significa che un’infezione dell’orecchio medio sia improbabile. L’imaging delle ossa dell’orecchio medio potrebbe essere necessario.

Un modo per valutare l’orecchio medio è con radiografie chiamate serie di bolle. Il nome deriva dalla focalizzazione su un osso dell’orecchio chiamato bulla timpanica. Se la bolla appare anormale, l’orecchio può richiedere un drenaggio chirurgico. Il problema è che i raggi X spesso non sono abbastanza sensibili per rilevare i danni nell’orecchio medio e una serie di film normali non esclude la malattia. In questi casi, è meglio un imaging speciale come una TAC o una risonanza magnetica. Queste tecniche permettono anche l’imaging del tessuto cerebrale stesso (cosa che la radiologia non fa) permettendo così di valutare anche le anomalie cerebrali.

Tumore cerebrale

I tumori cerebrali possono essere una causa di malattia vestibolare se i segni corrispondono a una lesione del sistema nervoso centrale. In questi casi, la TAC o la risonanza magnetica sono necessarie per fare la diagnosi. Tali tumori possono essere trattabili a seconda della loro posizione.

Trattamenti per la malattia vestibolare negli animali domestici

Il trattamento dipende dalla gravità dei sintomi e dalla probabile causa. Un’infezione dell’orecchio richiederebbe una terapia antibiotica. In alcuni casi in cui la causa non è determinata, o se si presume che sia una malattia idiopatica, vengono somministrati un trattamento sintomatico e cure di supporto. Non è insolito che un cane o un gatto non sia in grado di alzarsi e camminare perché la perdita di equilibrio è così grave. Si presume che l’animale si senta stordito e nauseato. Con le presentazioni più gravi, si consiglia l’ospedalizzazione, il supporto di liquidi e farmaci per la nausea. Se il paziente è in grado di mangiare e bere, e si muove senza bisogno di assistenza significativa, l’assistenza domiciliare può essere appropriata.

La maggior parte dei casi di sindrome vestibolare idiopatica migliora entro alcune ore o pochi giorni, ma potrebbe richiedere giorni o settimane per risolversi completamente. Questa sindrome può ripresentarsi ad un certo punto della vita dell’animale, ma non può essere prevista. Se il paziente non migliora o peggiora, si consiglia una diagnostica e un trattamento più aggressivi. Nonostante la gravità dei segni clinici e l’ansia del vostro animale (e di voi), le possibilità di recupero sono eccellenti. Tutto ciò di cui il vostro cane o gatto ha bisogno è un po’ di tempo e il vostro aiuto.