Gladys Knight

The Pips

Mentre il loro primo singolo, “Whistle My Love”, fu pubblicato dalla Brunswick nel 1957, i Pips non ottennero una vera e propria hit fino al 1961 quando pubblicarono “Every Beat of My Heart”. Ma fu quando il gruppo iniziò a registrare con la Motown Records a metà degli anni sessanta, e si unirono al cantautore/produttore Norman Whitfield, che la loro carriera decollò davvero. Nel 1967, la versione dei Pips di “I Heard it Through the Grapevine” di Whitfield – poi un grande successo per Marvin Gaye – passò dalle classifiche rhythm and blues a quelle pop. La loro popolarità aumentò con il successo di singoli come “Nitty Gritty”, “Friendship Train” e “If I Were Your Woman”, combinato con esibizioni in tour con la Motown Revue e numerose apparizioni televisive.

Knight and the Pips lasciarono la Motown nel 1973 per la Buddah Records, una sussidiaria della Arista (il gruppo in seguito portò Motown in tribunale per diritti d’autore non pagati). Ironicamente, il loro ultimo singolo Motown, “Neither One of Us Wants to be the First to Say Goodbye”, divenne il primo successo crossover n. 1 dei Pips e un vincitore del Grammy come Best Pop Vocal Performance nel 1973.

Il gruppo – ora conosciuto ufficialmente come Gladys Knight and the Pips – stava cavalcando più in alto che mai durante la metà degli anni 70 con un suono più morbido e accessibile, un album di successo, Imagination (1973) e tre singoli d’oro: “I’ve Got to Use My Imagination”, “Best Thing That Ever Happened to Me” e la hit numero 1 dei Grammy Award “Midnight Train to Georgia” (Best R&B Vocal Performance).

Nel 1974, il gruppo registrò la colonna sonora del film Claudine, con canzoni scritte da Curtis Mayfield; l’album della colonna sonora generò il singolo di successo “On and On”. Il loro album successivo, I Feel a Song (1975), includeva la versione di successo di Knight di “The Way We Were” di Marvin Hamlisch, resa popolare anche da Barbra Streisand; la title track dell’album divenne una hit soul numero 1.

Knight e i Pips ospitarono un loro speciale televisivo nell’estate del 1975, e nel 1976, Knight fece un’apparizione nel film Pipe Dreams, di cui lei e i Pips registrarono anche la colonna sonora. In seguito fu co-protagonista al fianco del comico Flip Wilson nella sitcom del 1985-86 Charlie & Co. A causa di problemi legali con la Buddah, Knight e i Pips furono costretti a registrare separatamente negli ultimi anni del 1970, anche se continuarono ad esibirsi insieme nei concerti dal vivo.

Dopo aver firmato un nuovo contratto con la Columbia, il gruppo pubblicò tre album di reunion nei primi anni ’80, About Love (1980), Touch (1982) e Visions (1983), ottenendo successi con singoli come “Landlord” (prodotto dall’asso della canzone Ashford e Simpson), “Save the Overtime for Me” e “You’re Number One”.

Passando alla MCA Records nel 1988, Knight e i Pips pubblicarono il loro ultimo album insieme, All Our Love, che includeva il singolo “Love Overboard”, vincitore di un Grammy. L’anno successivo, Knight lasciò i Pips per lanciare una carriera da solista, registrando la canzone che dà il titolo al film di James Bond Licence to Kill (1989) e l’album A Good Woman (1990), che includeva come guest star Dionne Warwick e Patti Labelle.