Differenza tra pantera e giaguaro (con tabella)

Pantera e giaguaro sono due membri diversi della famiglia dei gatti. Entrambi sono grandi gatti e hanno lo stesso cibo che è la carne. Sono spesso distinti l’uno dall’altro in termini di colore del loro corpo – le pantere sono di colore nero e i giaguari hanno delle macchie. A volte, sono considerati come la stessa cosa. È interessante notare che nessuna di queste affermazioni è completamente sbagliata, ma c’è più di quello che si vede.

Pantera vs Giaguaro

La differenza tra pantera e giaguaro è che pantera è il termine più ampio usato per riferirsi a qualsiasi grande gatto. È il nome di un genere e non di una specie. Il giaguaro, invece, è una pantera con macchie nere sul corpo e si trova principalmente nelle foreste pluviali tropicali dell’America centrale e meridionale.

Un giaguaro è un grande felino che si trova principalmente in America centrale e meridionale. Dopo le tigri e i leoni, è al terzo posto in termini di dimensioni del corpo e assomiglia a quello dei leopardi che si trovano in Asia e in Africa.

Pantera, invece, è il nome del genere usato per descrivere qualsiasi membro della famiglia dei grandi felini. Può essere una tigre, un leopardo, un leone di montagna o anche un giaguaro. Tuttavia, il termine pantera è usato anche per indicare le pantere nere e le pantere bianche.

Parametro di confronto Pantera Giaguaro
Definizione Si riferisce ad un genere della famiglia Felidae. Si riferisce ad una specie della famiglia Felidae.
Nativo di Le Americhe, Asia e Africa. Principalmente Sud America e una popolazione più piccola in America Centrale.
Peso massimo Regola fino a 330 kg Regola fino a 100 kg.
Colore Regola dal marrone scuro al colore nero. Si va dal colore giallo fulvo al marrone-rossiccio.
Durata della vita da 12 a 17 anni. Da 12 a 15 anni.

È il termine generale usato per descrivere qualsiasi felino con pigmenti neri, come leopardi, puma, giaguari, tigri o leoni di montagna appartenenti alla famiglia dei grandi felini. Tuttavia, è comunemente usato per riferirsi alla pantera nera. Si trova in tre continenti: Africa, Asia e Americhe.

La pantera è un membro molto potente e sfuggente della famiglia dei grandi felini. Come è evidente dalla sua diversa origine geografica, è anche molto adattabile.

Nonostante appartenga ad una categoria tassonomica superiore ad una specie, è spesso considerata in pericolo a causa della diminuzione del numero di giaguari e leopardi nei loro habitat nativi.

Il colore del corpo della pantera varia dal marrone scuro al nero ad eccezione delle pantere bianche e delle pantere della Florida, entrambe presenti in Nord America.

La caratteristica più sorprendente delle pantere che le distingue dagli altri felini della famiglia dei gatti è la loro capacità di ruggire. La loro altezza e il loro peso differiscono a seconda della specie e del sesso. Alcuni di loro, specialmente i maschi possono raggiungere anche i 250 chilogrammi.

Le pantere sono animali molto intelligenti e guardinghi. Conducono una vita molto solitaria, passando la notte a cacciare e il giorno a riposare. La loro pelliccia marrone scuro o nera le aiuta a mimetizzarsi nella foresta circostante e le rende impercettibili a occhio nudo nell’oscurità dei boschi. Questo, a sua volta, permette loro di individuare e intrappolare le loro prede senza essere notati. Il fatto che siano eccellenti arrampicatori è un ulteriore vantaggio.

Quando le pantere nascono, non aprono gli occhi prima di aver completato due settimane. Prima del compimento di qualche mese, rimangono estremamente vulnerabili ai mangiatori di carne, soprattutto in assenza delle loro madri che devono andare a caccia.

Dopo qualche mese, diventano abbastanza capaci di accompagnare le loro madri alla ricerca di prede e non le lasciano fino all’età di 2 anni. Dopo di che, si separano per stabilire il loro territorio.

Le pantere, specialmente i maschi, sono animali molto territoriali e sono minacciati dalla presenza di altri maschi nel loro territorio.

Si riferisce ad una specie della famiglia dei grandi felini, che si trova principalmente nelle Americhe. È anche l’unico felino del genere Panthera indigeno delle Americhe ed è il terzo più grande tra i felini di tutto il mondo (gli altri sono la tigre e il leone).

In termini di aspetto, sono molto simili ai leopardi (presenti in Asia e Africa) ma le macchie presenti nel corpo dei giaguari sono più complesse e spesso si trova una macchia al centro. Sono agili e potenti e, come ogni altro gatto del genere Panthera, conducono uno stile di vita solitario e notturno.

In diverse antiche culture sudamericane, i giaguari erano venerati come divinità e le loro rappresentazioni appaiono nell’arte e nell’archeologia della distesa del loro habitat naturale che originariamente va dall’Argentina centrale alla regione sud-occidentale degli Stati Uniti d’America.

Tuttavia, dagli anni 1880, hanno perso gran parte del loro territorio a causa del processo di industrializzazione e urbanizzazione. Attualmente, si trovano principalmente nelle foreste pluviali tropicali del bacino amazzonico. Tuttavia, una piccola popolazione di giaguari si trova anche nelle savane e nelle praterie della regione centroamericana.

Quello che distingue i giaguari dagli altri gatti è la loro capacità di nuotare. Come nuotatori, sono abbastanza bravi e predano tartarughe, pesci e persino caimani con le loro potenti mascelle che li aiutano a penetrare il cranio delle loro prede. Predano anche pecari, cervi, tapiri, capibara e diversi altri animali terrestri intrappolandoli di notte.

Come ogni altra pantera, i giaguari sono anche molto territoriali. Nascono ciechi e rimangono vulnerabili ai mangiatori di carne finché non diventano abbastanza capaci da accompagnare le loro madri a caccia. Le loro madri li sorvegliano di notte e proteggono qualsiasi animale che si avvicina, compresi i loro padri. Si separano dalle loro madri dopo due o più anni.

Principali differenze tra pantera e giaguaro

  • Sono entrambi parte della famiglia dei gatti. Ma la prima è un genere mentre il secondo è una specie.
  • I giaguari sono indigeni solo nel Centro e Sud America. Invece, le pantere vivono in una varietà di habitat naturali che si trovano in tre grandi continenti del mondo: Africa, Asia e Americhe.
  • Le pantere variano in termini di peso. Alcune raggiungono anche i 330 chilogrammi. I giaguari, d’altra parte, non superano il limite di 100 chilogrammi.
  • A seconda della loro specie, le pantere assumono diversi modelli di colore e aspetto, che vanno dal marrone scuro al colore nero. Mentre, i giaguari sono principalmente di colore giallo fulvo che può variare fino al colore marrone-rossiccio.
  • La durata della vita delle pantere differisce anche in termini di specie. Il limite minimo-massimo della durata della vita di una pantera è di 12-17 anni. Mentre, un giaguaro vive per 12-15 anni.

Sia la pantera che il giaguaro sono membri della famiglia dei gatti. Ma ciò che distingue la pantera dal giaguaro è che la pantera non è una specie separata. Piuttosto è un genere. Di conseguenza, i giaguari presentano le caratteristiche generali attese in una specie del genere Panthera.

Ne consegue che un giaguaro può essere descritto come un tipo di pantera ma la pantera non può essere descritta come un tipo di giaguaro.

riporta questo annuncio

Tabella dei contenuti