COVID-19 Call Center disponibile 24/7 | +1 (866) 779-6121 o email [email protected]

Come le persone vengono infettate dal Vibrio vulnificus?

Le persone possono essere infettate dal Vibrio vulnificus quando mangiano molluschi crudi, in particolare ostriche. Il batterio è frequentemente isolato da ostriche e altri molluschi in acque costiere calde durante i mesi estivi. Poiché si trova naturalmente nelle acque marine calde, le persone con ferite aperte possono essere esposte al Vibrio vulnificus attraverso il contatto diretto con l’acqua di mare. Non ci sono prove di trasmissione da persona a persona del Vibrio vulnificus.

Come può essere diagnosticata l’infezione da Vibrio vulnificus?

L’infezione da Vibrio vulnificus viene diagnosticata tramite colture di feci, ferite o sangue. Notificare il laboratorio quando si sospetta questa infezione aiuta perché un mezzo di crescita speciale dovrebbe essere usato per aumentare la resa diagnostica. I medici dovrebbero avere un alto sospetto per questo organismo quando i pazienti si presentano con mal di stomaco, febbre o shock dopo l’ingestione di frutti di mare crudi, specialmente ostriche, o con un’infezione della ferita dopo l’esposizione all’acqua di mare.

Che tipo di malattia causa il Vibrio vulnificus?

Vibrio vulnificus può causare malattie in coloro che mangiano frutti di mare contaminati o hanno una ferita aperta che è esposta all’acqua di mare calda contenente il batterio. L’ingestione di Vibrio vulnificus può causare vomito, diarrea e dolore addominale. Il Vibrio vulnificus può anche causare un’infezione della pelle quando le ferite aperte sono esposte all’acqua di mare calda; queste infezioni possono portare alla rottura della pelle e alle ulcere. Gli individui sani in genere sviluppano una malattia lieve; tuttavia le infezioni da Vibrio vulnificus possono essere una seria preoccupazione per le persone che hanno un sistema immunitario indebolito, in particolare quelle con malattie croniche del fegato. Il batterio può invadere il flusso sanguigno, causando una malattia grave e pericolosa per la vita con sintomi come febbre, brividi, diminuzione della pressione sanguigna (shock settico) e vesciche lesioni cutanee. Le infezioni del flusso sanguigno di Vibrio vulnificus sono fatali circa il 50% delle volte. Uno studio recente ha mostrato che le persone con queste condizioni mediche preesistenti avevano 80 volte più probabilità di sviluppare infezioni del flusso sanguigno di Vibrio vulnificus rispetto alle persone sane. Le infezioni delle ferite possono anche essere gravi nelle persone con un sistema immunitario indebolito. La ferita può guarire male e richiedere un intervento chirurgico. A volte può essere necessaria l’amputazione per il recupero.

Quanto è comune l’infezione da Vibrio vulnificus?

Vibrio vulnificus è una rara causa di malattia, ma è anche sottostimata. Tra il 1988 e il 2006, il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) ha ricevuto segnalazioni di più di 900 infezioni da Vibrio vulnificus dagli stati della Costa del Golfo, dove si verifica la maggior parte dei casi. Prima del 2007, non esisteva un sistema di sorveglianza nazionale per Vibrio vulnificus, ma il CDC ha collaborato con Alabama, Florida, Louisiana, Texas e Mississippi per monitorare il numero di casi nella regione della Costa del Golfo. Nel 2007, le infezioni causate da Vibrio vulnificus e da altre specie di vibrioni sono diventate notificabili a livello nazionale.

Quali sono alcuni consigli per prevenire le infezioni da Vibrio vulnificus?

  • Non mangiare ostriche crude o altri molluschi crudi.
  • Cuocere i molluschi (ostriche, vongole, cozze) accuratamente.
  • Per i molluschi nel guscio, o a) bollire fino a quando i gusci si aprono e continuare a bollire per altri 5 minuti, o b) cuocere a vapore fino a quando i gusci si aprono e poi continuare la cottura per altri 9 minuti. Non mangiare i molluschi che non si aprono durante la cottura. Bollire le ostriche sgusciate per almeno 3 minuti, o friggerle in olio per almeno 10 minuti a 375°F.
  • Evitare la contaminazione incrociata di frutti di mare cotti e altri alimenti con frutti di mare crudi e succhi di frutti di mare crudi.
  • Mangiare i crostacei subito dopo la cottura e conservare gli avanzi in frigorifero.
  • Evitare l’esposizione di ferite aperte o pelle rotta ad acqua salata o salmastra calda, o a crostacei crudi raccolti da tali acque.
  • Indossare indumenti protettivi (ad es, guanti) quando si maneggiano molluschi crudi.

Come viene trattata l’infezione da Vibrio vulnificus?

Se si sospetta la presenza di Vibrio vulnificus, il trattamento dovrebbe essere iniziato immediatamente perché gli antibiotici migliorano la sopravvivenza. Un’attenzione aggressiva dovrebbe essere data al sito della ferita; per i pazienti con infezioni della ferita, l’amputazione dell’arto infetto è talvolta necessaria. Per maggiori informazioni su cure e trattamenti specifici, visita il sito web del CDC. Le informazioni sui potenziali pericoli del consumo di ostriche crude sono disponibili 24 ore al giorno presso la Seafood Hotline della FDA: 1-800-332-4010. Per maggiori informazioni sul Vibrio vulnificus, visitate il sito web del CDC.