Cosa sono gli oli essenziali e funzionano?

Nonostante il loro uso diffuso, poco si sa sulla capacità degli oli essenziali di trattare alcune condizioni di salute.

Ecco uno sguardo alle prove riguardanti alcuni dei comuni problemi di salute che gli oli essenziali e l’aromaterapia sono stati usati per trattare.

Stress e ansia

E’ stato stimato che il 43% delle persone che soffrono di stress e ansia usano qualche forma di terapia alternativa per aiutare ad alleviare i loro sintomi (8).

Per quanto riguarda l’aromaterapia, gli studi iniziali sono stati abbastanza positivi. Molti hanno dimostrato che l’odore di alcuni oli essenziali può funzionare insieme alla terapia tradizionale per trattare l’ansia e lo stress (9, 10, 11).

Tuttavia, a causa degli odori dei composti, è difficile condurre studi in cieco ed escludere pregiudizi. Così, molte recensioni sugli effetti antistress e ansiolitici degli oli essenziali sono state inconcludenti (12, 13).

È interessante notare che l’uso di oli essenziali durante un massaggio può aiutare ad alleviare lo stress, anche se gli effetti possono durare solo durante il massaggio (14).

Una recente revisione di oltre 201 studi ha scoperto che solo 10 erano abbastanza solidi da essere analizzati. Ha anche concluso che l’aromaterapia era inefficace nel trattamento dell’ansia (15).

Mal di testa ed emicrania

Negli anni ’90, due piccoli studi hanno trovato che tamponare una miscela di olio di menta piperita ed etanolo sulla fronte e sulle tempie dei partecipanti ha alleviato il dolore del mal di testa (16, 17).

Studi recenti hanno anche osservato una riduzione del dolore del mal di testa dopo aver applicato olio di menta piperita e lavanda sulla pelle (18, 19).

Inoltre, è stato suggerito che l’applicazione di una miscela di camomilla e olio di sesamo sulle tempie può trattare mal di testa ed emicranie. Questo è un rimedio tradizionale persiano per il mal di testa (20).

Tuttavia, sono necessari altri studi di alta qualità.

Sonno e insonnia

L’olio di lavanda profumato ha dimostrato di migliorare la qualità del sonno delle donne dopo il parto e dei pazienti con malattie cardiache (21, 22).

Una revisione ha esaminato 15 studi sugli oli essenziali e il sonno. La maggior parte degli studi ha mostrato che l’odore degli oli – per lo più olio di lavanda – aveva effetti positivi sulle abitudini del sonno (23).

Ridurre l’infiammazione

È stato suggerito che gli oli essenziali possono aiutare a combattere le condizioni infiammatorie. Alcuni studi in provetta mostrano che hanno effetti antinfiammatori (24, 25).

Uno studio sui topi ha trovato che l’ingestione di una combinazione di oli essenziali di timo e origano ha aiutato a indurre la remissione della colite. Due studi sui ratti sugli oli di cumino e rosmarino hanno trovato risultati simili (26, 27, 28).

Tuttavia, pochissimi studi sull’uomo hanno esaminato gli effetti di questi oli sulle malattie infiammatorie. Pertanto, la loro efficacia e sicurezza sono sconosciute (29, 30).

Antibiotico e antimicrobico

L’aumento dei batteri resistenti agli antibiotici ha rinnovato l’interesse nella ricerca di altri composti che possano combattere le infezioni batteriche.

Studi in provetta hanno esaminato ampiamente gli oli essenziali, come la menta piperita e il tea tree oil, per i loro effetti antimicrobici, osservando alcuni risultati positivi (31, 32, 33, 34, 35, 36, 37, 38, 39).

Tuttavia, anche se questi risultati di studi in provetta sono interessanti, non riflettono necessariamente gli effetti che questi oli hanno nel corpo. Non provano che un particolare olio essenziale possa trattare le infezioni batteriche negli esseri umani.

Riassunto

Gli oli essenziali possono avere alcune interessanti applicazioni per la salute. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche sugli esseri umani.