Cosa aspettarsi nelle rotazioni cliniche

Come futuro infermiere registrato, è importante fare esperienze significative e reali in ciascuna delle tue rotazioni cliniche durante la scuola per infermieri.

Che sia il tuo primo giorno o che tu sia uno studente infermiere esperto, le rotazioni cliniche possono essere travolgenti. Ecco alcuni concetti da tenere a mente mentre ti prepari mentalmente e fisicamente alla tua prima rotazione di esperienza clinica.

Adios, Modesty

Quando inizierai le tue rotazioni cliniche al piano, sarà tipicamente in una struttura di assistenza a lungo termine, come una casa di cura, anche se questo varierà tra i programmi infermieristici.

La modestia del paziente è qualcosa che può essere superata abbastanza rapidamente con i tuoi pazienti, specialmente con le persone anziane. La maggior parte è stata in un ambiente medico per qualche tempo ed è abituata a esami approfonditi. Molti avranno pochi o nessun problema a collaborare e, sì, ti abituerai a catturare ogni odore che ti arriva. Imparate da esso. Il tuo desiderio di far sentire i tuoi pazienti a proprio agio probabilmente farà passare in secondo piano qualsiasi disagio che potresti provare.

Ciao, gestione del tempo

La gestione del tempo può essere un vero e proprio salvavita durante la tua esperienza clinica infermieristica. Durante le tue rotazioni cliniche, sarai generalmente in una struttura da cinque a otto ore al giorno, una volta alla settimana. Ancora una volta, questo può variare a seconda del programma infermieristico in cui ti trovi e se si tratta di un programma diurno o notturno.

Durante questo periodo, imparerai l’importanza di gestire il tuo tempo per completare con successo la cura del paziente, come prendere i segni vitali, fare il bagno, nutrire, far camminare, medicare e valutare. Probabilmente verrai assegnato a un solo paziente, il che è ottimo perché potrai davvero concentrarti sull’applicazione di tutte le competenze acquisite alla scuola per infermieri a un singolo scenario di vita reale.

Nelle rotazioni cliniche, più siamo meglio è

A questo punto della tua carriera di infermiere, probabilmente conosci l’importanza del lavoro di squadra. Gli infermieri registrati devono lavorare in collaborazione con altri infermieri registrati, LPN, CNA e altri operatori sanitari per fornire la migliore assistenza possibile ai loro pazienti.

Durante le tue rotazioni cliniche, potresti provare a collaborare con uno dei tuoi compagni di scuola infermieristica in modo da poter essere puntuale con alcuni compiti, specialmente la valutazione, la deambulazione o il bagno dei tuoi pazienti. Imparerai molto anche osservando gli stili personali dei tuoi compagni nella cura dei pazienti.

Arrivare a capire e abbracciare questi tre punti chiave dall’esperienza clinica ti metterà sulla buona strada per diventare un RN di successo con il tuo BSN.

Come sopravvivere alle cliniche della scuola per infermieri

Come ti aspetti che siano le cliniche? Stressante, folle, eccitante? All’inizio, la scuola per infermieri può essere spaventosa e non sai cosa aspettarti. Dopo un po’, però, si comincia a godere della scarica di adrenalina e si vuole sperimentare sempre di più. Una collega studentessa di infermieristica, Kelsey Furia della SUNY, condivide alcuni consigli su come rendere le cliniche un’esperienza più piacevole e superabile.