Cos’è il polso da mamma e come curarlo

Allora hai un nuovo bambino, e mentre ti aspettavi che ci fosse un periodo di recupero mentre il tuo corpo guarisce dalla nascita (o solo dalla pura stanchezza di quei primi giorni), probabilmente non ti aspettavi che i tuoi polsi facessero così male. Hai il polso della mamma (a volte chiamato pollice della mamma), che si verifica quando ripetutamente torciamo i polsi e le mani in posizioni scomode per prendere, tenere e allattare i nostri bambini. Col tempo, quei piccoli movimenti si sommano e causano molto dolore.

Abbiamo chiesto al dottor Thomas Kim, un chirurgo ortopedico, di dirci di più su questo doloroso disturbo e su come prevenirlo.

Che cos’è il polso da mamma?

Il polso da mamma è una tendinite. È anche conosciuta come tenosinovite di De Quervain. I tendini corrono in un tunnel, e con un uso eccessivo, il tunnel e i tendini possono infiammarsi e irritarsi. I genitori tendono ad usare i loro polsi e pollici per tenere e sollevare i loro bambini in modo tale da causare l’infiammazione di questo tunnel e dei tendini al suo interno.

Quali sono i sintomi?

Tenerezza e dolore alla base del pollice che peggiora muovendo il pollice in una posizione flessa verso il basso o muovendo il polso in un movimento di lancio del dardo. Alcuni pazienti possono avere gonfiore e possono anche sentire una massa globulare morbida, che è il tessuto infiammato e gonfio.

Quando si deve vedere un medico?

Quando il dolore vi limita nel fare cose come sollevare il vostro bambino o vi limita nel fare il vostro lavoro.

Che tipo di opzioni di trattamento ci sono?

Il primo passo è quello di provare farmaci antinfiammatori come l’ibuprofene, che è sicuro da prendere durante l’allattamento. Si può anche provare a indossare un tutore per il pollice che immobilizza il pollice e il polso. Per i sintomi che non sono controllati da questo, un’iniezione di steroidi/cortisone può aiutare enormemente. Per i sintomi recalcitranti, la chirurgia può essere eseguita per rilasciare il tunnel per permettere ai tendini di scorrere senza attrito e dolore.

Cosa possono fare i genitori per prevenire il polso della mamma?

Si può lavorare sul rafforzamento del pollice e del polso con i seguenti esercizi. Potete eseguirli inizialmente senza pesi e poi potete progredire fino ad usare dei pesi quando siete più a vostro agio con gli esercizi.

mano

Posizionate la vostra mano su un tavolo e poi muovete delicatamente il pollice interessato verso l’alto e lontano dalla superficie del tavolo e riportatelo lentamente sul tavolo. Ripetere 10 volte per 3-5 volte al giorno.

mano 2

Posiziona la tua mano in modo che le dita siano rivolte in avanti come se stessi cercando una stretta di mano. Con l’altra mano sollevate delicatamente il pollice interessato verso di voi e poi di nuovo in linea con le dita. Ripetere 10 volte per 3-5 volte al giorno.

polso

Posizionare il polso e l’avambraccio interessati su un tavolo con il pollice rivolto verso l’alto. La tua mano dovrebbe pendere dal lato del tavolo, mentre l’avambraccio e il polso sono sostenuti dal tavolo. Abbassa delicatamente il polso verso il basso sotto il bordo del tavolo finché non cominci a sentire fastidio. Poi usa l’altra mano per riportare la mano in linea con il polso.

mano 3

Utilizza un elastico e metti le dita all’interno. Allunga l’elastico estendendo le dita lentamente. Ripeti 10 volte per 3-5 volte al giorno.

Scopri di più sul Dr. Thomas Kim

Thomas KimThomas Kim è un chirurgo ortopedico a Greenbrae, California. Ha ricevuto la sua laurea in medicina presso la Georgetown University School of Medicine ed è in pratica da 6-10 anni.

Il dottor Kim ha completato la sua specializzazione in chirurgia ortopedica presso il Johns Hopkins Hospital, costantemente classificato come l’ospedale numero 1 della nazione da U.S. News and World Report. Al Johns Hopkins Hospital, il dottor Kim ha ricevuto una formazione di livello mondiale in tutte le aree dell’ortopedia. Ha servito come medico di squadra residente per la squadra di atletica della Johns Hopkins University NCAA III e per la squadra di lacrosse maschile NCAA I.

Il dott. Kim ha poi scelto di proseguire la formazione di sottospecialità dedicata alla chirurgia della mano e dell’estremità superiore presso il prestigioso ospedale della Brown University Rhode Island. Lì si è formato con alcuni dei migliori chirurghi del mondo per la chirurgia minimamente invasiva della mano, del polso e del gomito per permettere agli atleti e ai pazienti di tornare rapidamente allo sport/attività.

Ha presentato numerosi articoli scientifici in occasione di incontri nazionali ed è stato pubblicato in diverse riviste specializzate. È anche co-autore di diversi capitoli di libri in manuali medici sulla chirurgia della mano e dell’estremità superiore. Ha viaggiato in Honduras come chirurgo in visita attraverso Health Volunteers Overseas e continua a lavorare all’estero come chirurgo volontario.