Consigli per una piccola impresa di successo

Creato dal team di scrittori e redattori legali di FindLaw| Ultimo aggiornamento 16 febbraio, 2018

Scrivere un business plan, qualsiasi business plan

Hai una passione, e vorresti farne la tua professione. Non importa quanto tu sia entusiasta del tuo piccolo business, però, non avrà successo a meno che tu non abbia un piano su come avviarlo e gestirlo.

Non importa quanto sia lungo o dettagliato il tuo piano, basta che copra alcuni punti essenziali. La maggior parte delle piccole imprese di successo dovranno avere un’analisi di break-even, una previsione di profitti e perdite e un’analisi del flusso di cassa. Un’analisi del flusso di cassa è particolarmente importante perché potresti vendere i tuoi prodotti come il pane, ma se non sarai pagato per sei mesi, potresti comunque rimanere senza soldi e dover chiudere i battenti.

Un business plan è essenziale perché ti permette di sperimentare la strategia per il tuo business sulla carta, prima di iniziare a giocare per il meglio.

Determina come farai a guadagnare

Il profitto è, dopo tutto, il fine ultimo di ogni piccola impresa di successo. Dovresti esaminare le spese del tuo business (affitto, materiali, retribuzione dei dipendenti, ecc.) e poi capire quanto dovrai vendere per coprire questi costi e iniziare a generare un profitto. Questo è noto come analisi di break-even.

Iniziare con quanto più denaro possibile

Molti proprietari di piccole imprese coprono i loro costi di avvio interamente attraverso prestiti, con l’aspettativa che inizieranno a ripagare i prestiti con i profitti della loro nuova attività. Le nuove imprese possono impiegare mesi o anni per generare un profitto, tuttavia, e i pagamenti dei prestiti possono davvero diventare un macigno attorno al collo di un’operazione nascente.

Se riuscite a risparmiare da soli la maggior parte del capitale di avviamento prima di aprire le porte, contribuirete a garantire che i prestiti non affondino la vostra nuova attività. Ricordate, inoltre, che c’è una possibilità esterna che un prestatore chiami un prestito o aggiunga termini sfavorevoli se il vostro business non ha il successo inizialmente previsto. Se si fornisce la maggior parte del denaro iniziale possibile, si ridurranno le probabilità che una brutta sorpresa come questa ostacoli il vostro business.

Proteggetevi

La maggior parte delle piccole imprese sono imprese individuali o partnership. Mentre questi tipi di imprese sono piacevoli e facili da formare, espongono anche i loro proprietari alla responsabilità per i debiti aziendali e le sentenze. I creditori e i detentori del giudizio possono venire dopo i beni personali dei proprietari, come i conti di risparmio e le case, una volta che il denaro del business è esaurito.

Mentre l’assicurazione può ridurre questa responsabilità in qualche modo, vale la pena considerare di formare una società o una società a responsabilità limitata (LLC). Queste strutture aziendali proteggeranno i proprietari dalla responsabilità personale, ma ci sono più regole e requisiti associati ad esse.

Iniziare in piccolo

Tutti vogliono che la loro piccola impresa abbia successo, con più sedi, molti dipendenti e molte entrate, ma devi imparare a camminare prima di poter correre. Non sparpagliatevi troppo o assumete troppe spese all’inizio, specialmente se il vostro reddito potrebbe richiedere un po’ di tempo per raggiungere le vostre ambizioni.

Partendo in piccolo, vi assicurate di poter sopravvivere agli inevitabili intoppi associati alla gestione di una piccola impresa. Gli imprenditori che iniziano con operazioni modeste possono recuperare e imparare dai loro errori senza contrarre molti debiti. Iniziare in piccolo aiuterà il tuo piccolo business a crescere in un’impresa di successo.

Mettilo per iscritto

Anche se è bello fare affari con una stretta di mano, non c’è sostituto per un contratto ben scritto. Infatti, molti contratti non sono validi se non sono in forma scritta. Il numero esatto di questo tipo di contratto varia da uno stato all’altro, ma ecco alcuni esempi comuni:

  • Vendite di beni del valore di più di 500 dollari
  • Contratti che durano più di un anno
  • Trasferimento di proprietà di diritti d’autore o immobili

Mentre i contratti possono essere validi se fatti oralmente, sono molto più difficili da provare e far rispettare. Assicuratevi di mettere per iscritto tutti gli accordi: vi farà risparmiare mal di testa in futuro e potrebbe anche salvare la vostra azienda.

Mantenete il vostro vantaggio

Ci sono molti modi per ottenere un vantaggio competitivo sulle altre aziende del vostro settore: potreste avere un prodotto migliore, un processo di produzione o distribuzione più efficiente, una posizione più conveniente, un servizio clienti migliore o una migliore comprensione dei cambiamenti del mercato.

Il modo migliore per mantenere il vostro vantaggio competitivo è proteggere i vostri segreti commerciali. Un segreto commerciale è quell’informazione che non è nota agli altri e che ti dà un vantaggio competitivo sul mercato. Ci sono molti tipi di segreti commerciali, e i segreti commerciali ricevono una protezione legale finché i loro proprietari fanno dei passi per mantenerli segreti. Questi passi potrebbero essere qualsiasi cosa, dal contrassegnare i documenti confidenziali al richiedere a partner e dipendenti di firmare accordi di non divulgazione.

Un altro modo per mantenere il vostro vantaggio competitivo è quello di rimanere proattivi. Se sai che la tua azienda sta per affrontare delle sfide o un’invasione da parte di un concorrente, non aspettare di reagire – pianifica in anticipo e rimarrai in vantaggio.

Assumi le persone giuste

Non assumere solo la prima persona che arriva con le qualifiche di base che ti servono. Cerca qualcuno con motivazione, creatività e il giusto tipo di personalità per farcela nel tuo settore e adattarsi al tuo business. Poi, una volta che hai trovato quella persona, trattala bene, coinvolgila e assicurati di creare l’ambiente in cui possa prosperare e dare il massimo.

Assicurati di creare il giusto tipo di rapporto con i dipendenti

Molte aziende cercano di risparmiare assumendo persone come appaltatori indipendenti piuttosto che dipendenti a tempo pieno. L’IRS imporrà grandi sanzioni alle aziende che non trattengono e pagano le tasse per i lavoratori che considera dipendenti a tempo pieno piuttosto che appaltatori indipendenti. Ecco alcune cose che l’IRS guarderà per determinare se un lavoratore è un appaltatore indipendente o un dipendente a tempo pieno:

  • Il lavoratore esegue compiti che sono essenziali per il vostro business
  • Il lavoratore lavora solo per il vostro business
  • Il lavoratore lavora 40 ore a settimana, o quasi 40 ore
  • Il lavoratore riceve istruzioni e formazione da voi, e voi esercitate il controllo su come il lavoratore fa il suo lavoro

Assicuratevi anche di creare una relazione “at-will” con i vostri dipendenti. I datori di lavoro possono terminare i dipendenti “at-will” per qualsiasi motivo, il che è essenziale se un dipendente non sta funzionando. Ci sono molti modi per chiarire che il rapporto di lavoro è a tempo indeterminato, anche nei manuali dei dipendenti e attraverso le lettere di offerta. Non fare promesse ai dipendenti sulla durata o sui termini del loro impiego, perché queste potrebbero diventare vincolanti per te in seguito.

Paga le bollette e le tasse in tempo

Non c’è bisogno di dirlo, ma è importante pagare ciò che si deve, specialmente quando si ha a che fare con il fisco. L’IRS può imporre dure sanzioni e perfino venire a cercare i beni personali di un imprenditore se il proprietario non rimette le tasse sui salari in tempo.

È anche importante pagare i tuoi debiti regolari in modo tempestivo. Se vi fate una reputazione per aver temporeggiato su un debito, potreste avere difficoltà a stringere rapporti d’affari in futuro. Inoltre, se rimanete al corrente dei vostri debiti e li pagate man mano che li incorrete, vi aiuterà ad evitare di essere sopraffatti da problemi di flusso di cassa se diversi debiti arrivano a scadenza simultaneamente.

Fate partire il vostro business per un inizio forte: Parla con un avvocato

Non c’è bisogno di dire che gli imprenditori indossano molti cappelli – ma “avvocato” non dovrebbe essere uno di questi. Anche se dovrai familiarizzare con le leggi e i regolamenti che avranno un impatto sul tuo business, a volte è importante lasciare i dettagli ai professionisti. Date al vostro business la migliore possibilità di successo: contattate un avvocato di piccole imprese nella vostra zona per un aiuto.