Comprendere il tuo rapporto della mammografia

Un medico chiamato radiologo classificherà i risultati della tua mammografia usando un sistema numerato. Dovrebbe parlare con il suo medico della categoria della sua mammografia e di cosa deve fare dopo.

Che cos’è una categoria di valutazione BI-RADS?

I medici usano un sistema standard per descrivere i risultati della mammografia. Questo sistema (chiamato Breast Imaging Reporting and Data System o BI-RADS) ordina i risultati in categorie numerate da 0 a 6.

Ordinando i risultati in queste categorie, i medici possono descrivere ciò che trovano su una mammografia usando le stesse parole e termini. Questo rende la comunicazione dei risultati di questi test e il follow-up dopo i test molto più facile.

Cosa significano le categorie BI-RADS?

Categoria

Definizione

Cosa significa

Incompleto – È necessaria un’ulteriore valutazione di imaging e/o un confronto con mammografie precedenti.

Questo significa che il radiologo può aver visto una possibile anomalia, ma non era chiaro e avrete bisogno di più test, come un’altra mammografia con l’uso di compressione spot (applicando la compressione a una zona più piccola quando si fa la mammografia), viste ingrandite, viste speciali della mammografia, o ultrasuoni. Questo può anche suggerire che il radiologo vuole confrontare la tua nuova mammografia con quelle più vecchie per vedere se ci sono stati cambiamenti nella zona nel tempo.

Negativo

Non ci sono anomalie significative da segnalare. I tuoi seni hanno lo stesso aspetto (sono simmetrici) senza masse (grumi), strutture distorte o calcificazioni sospette. In questo caso, negativo significa che non è stato trovato nulla di male.

Riscontro benigno (non canceroso)

Anche questo è un risultato negativo della mammografia (non c’è segno di cancro), ma il radiologo sceglie di descrivere un risultato noto per essere benigno, come calcificazioni benigne, linfonodi nel seno o fibroadenomi calcificati. Questo assicura che gli altri che guardano la mammografia non interpretino erroneamente il reperto benigno come sospetto. Questo risultato è registrato nel rapporto della mammografia per aiutare quando si confronta con mammografie future.

Riscontro probabilmente benigno – Si suggerisce un follow-up in un breve periodo di tempo

I risultati in questa categoria hanno una probabilità molto alta (superiore al 98%) di essere benigni (non cancro). I risultati non dovrebbero cambiare nel tempo. Ma dal momento che non è provato che sia benigno, è utile vedere se l’area in questione cambia nel tempo.

Tu avrai probabilmente bisogno di un follow-up con imaging ripetuto in 6 mesi e regolarmente dopo di che fino a quando la scoperta è nota per essere stabile (di solito almeno 2 anni). Questo approccio aiuta ad evitare biopsie non necessarie, ma se l’area cambia nel tempo, permette ancora una diagnosi precoce.

Anormalità sospetta – La biopsia dovrebbe essere considerata

I risultati non sembrano sicuramente un cancro ma potrebbero essere un cancro. Il radiologo è abbastanza preoccupato da raccomandare una biopsia. I risultati in questa categoria possono avere una vasta gamma di livelli di sospetto. Per questo motivo, questa categoria è spesso divisa ulteriormente:

4A: Ritrovamento con una bassa probabilità di essere cancro (più del 2% ma non più del 10%)

4B: Ritrovamento con una moderata probabilità di essere cancro (più del 10% ma non più del 50%)

4C: Ritrovamento con un’alta probabilità di essere cancro (più del 50% ma meno del 95%), ma non così alta come la categoria 5

Altamente suggestivo di malignità – Dovrebbero essere prese misure appropriate

I risultati sembrano cancro e hanno un’alta probabilità (almeno 95%) di essere cancro. La biopsia è fortemente raccomandata.

Malignità provata dalla biopsia – Dovrebbe essere intrapresa un’azione appropriata

Questa categoria è usata solo per i risultati su una mammografia che sono già stati dimostrati essere cancro da una biopsia precedente. Le mammografie possono essere usate in questo modo per vedere come il cancro sta rispondendo al trattamento.

Il rapporto della mammografia includerà anche una valutazione della densità del seno, che è una descrizione di quanto tessuto fibroso e ghiandolare è presente nel tuo seno, rispetto al tessuto grasso. Più denso è il tuo seno, più difficile può essere vedere aree anormali sulla mammografia. (Avere seni densi aumenta anche il rischio di ammalarsi di cancro al seno.)

BI-RADS classifica la densità del seno in 4 gruppi, che sono descritti in Breast Density and Your Mammogram Report.