Come selezionare i canali di marketing che portano i migliori risultati

I commercianti possono raggiungere i consumatori in più modi che mai. Con così tante opzioni diverse, è facile essere sopraffatti. Si vuole essere sicuri di spendere il proprio tempo e denaro nei canali e nelle tattiche di maggior impatto. Ma, senza la conoscenza di ciò che funzionerà meglio, è facile lasciare che la paura vi impedisca di iniziare.

Ecco una buona notizia, però: selezionare i canali di marketing non deve essere una scienza missilistica.

Potreste sentire un sacco di chiacchiere sulle tecnologie emergenti come AI e chatbots. Ma, a meno che tu non sia un marketer molto avanzato o in una grande azienda, questi tipi di tattiche sono probabilmente fuori dalla tua portata. Questo va bene, però, perché non hai bisogno della novità più appariscente per avere successo.

Quello che è importante non è concentrarsi su ogni nuovo canale. È concentrarsi sui canali giusti per massimizzare la crescita del tuo business. E in questa sezione, scoprirai dove dovresti dirigere i tuoi sforzi e la tua attenzione per avere il massimo impatto.

Scarica il grafico

Scarica ora il tuo Template di Project Backlog

Inoltre, iscriviti alla nostra mailing list per rimanere aggiornato.

Successo! Il tuo download dovrebbe iniziare a breve. Oppure puoi scaricarlo manualmente qui.

Scarica ora

Tabella dei contenuti:

  • Cosa costituisce un canale di marketing?
  • Quali sono gli esempi di canali di marketing?
  • Su quali canali dovrebbero concentrarsi i marketer?
  • Multichannel vs. Omnichannel: Cosa significano entrambi questi termini?
  • Determinare i canali di marketing che userete
  • Come valutare l’efficacia di un dato canale

Cosa costituisce un canale di marketing?

Un canale di marketing può significare qualsiasi metodo o piattaforma usata per commercializzare un prodotto o servizio ai consumatori. L’obiettivo principale è quello di trasferire la proprietà del prodotto o servizio dalla produzione al consumo. Canali come questo potrebbero includere:

  • Canali dei social media: Instagram, Facebook, LinkedIn, Twitter, ecc.
  • Canali di marketing di stampa: Annunci, riviste, brochure, ecc.
  • Canali di email marketing: Firme e-mail, banner, newsletter, ecc.
  • Siti web: Il tuo sito web
  • Canali di riferimento: Directory, siti web che fanno riferimento alla tua pagina/azienda, ecc.
  • SEO: Tag appropriati per i titoli, meta descrizioni, parole chiave, ecc.
  • Passaparola: Diffondere la parola su chi è la tua azienda e cosa hai da offrire.
  • Pay-per-click (PPC) marketing

Quali sono gli esempi di canali di marketing

Prima di tutto, dai un’occhiata a questa lista completa di potenziali piattaforme e mezzi di comunicazione con i consumatori:

  1. Affiliate marketing
  2. Amazon storefront
  3. Apps
  4. Blogs
  5. Siti web
  6. Email
  7. Social media networks
  8. Eventi
  9. Commerciali in TV
  10. Video online
  11. Micrositi
  12. Pubblicità mobile
  13. Pubblicità sui social media
  14. Comunicati stampa
  15. Codici QR
  16. Chatbot
  17. Webinar
  18. Stampa
  19. In-negozio
  20. Vendite dirette
  21. Annunci radiofonici
  22. Espositori nei punti vendita
  23. Cataloghi cartacei
  24. Concorsi
  25. SMS marketing
  26. Near-Field Communications (NFC)
  27. Eventi PR
  28. Standard di conferenze
  29. SEO
  30. PPC
  31. Pubblicità mobile
  32. Targhette RFID

Questa è una lunga lista, e non è che la superficie sia stata scalfita. Alcuni di questi potrebbero anche essere suddivisi in modo più granulare (per esempio, ci sono molti social network diversi, e ognuno potrebbe essere considerato il proprio canale).

Su quali dovresti concentrarti?

Se questo è abbastanza per farti girare la testa, non sei il solo. Ma illustra quanti mezzi, formati e canali esistono, tutti in competizione per l’attenzione. Fortunatamente, non è necessario prestare attenzione ad ogni canale possibile. Infatti, cercare di farlo si tradurrà quasi certamente in un fallimento. È meglio padroneggiarne alcuni, piuttosto che sparpagliarsi troppo.

Queste raccomandazioni non dovrebbero essere considerate come requisiti certi per il successo del marketing. Tuttavia, questi canali sono generalmente considerati come i più efficaci, per la maggior parte delle aziende.

Sito web / Blog

Un sito web è una posta in gioco per qualsiasi azienda. Questo si collega al prossimo punto di questa lista.

Ottimizzazione per i motori di ricerca

Da dove proviene la maggior parte del traffico del sito web? Secondo il fornitore di software SEO Brightedge, un enorme 51%. Inoltre, l’82% dei marketer ritiene che i loro sforzi SEO siano efficaci. Questo quadra con la ricerca di CoSchedule che ha scoperto che il traffico è uno dei principali KPI per i marketer (la seconda priorità più comune, dietro la lead generation).

Email Marketing

Il panorama del marketing cambia spesso, e l’email non fa eccezione. Ciò che è rimasto costante, tuttavia, è l’affidabilità e l’efficacia dell’email marketing. Secondo Campaign Monitor, l’email guida 38 dollari di entrate per ogni dollaro speso. Altre fonti riportano risultati simili (in genere tra il 3.800 e il 4.400% di ROI). Questo è impossibile da ignorare.

Organic Social Media Marketing

Stare in cima alle tendenze dei social media è difficile. Inoltre, con il declino della portata organica su piattaforme come Facebook, può essere difficile avere successo. Tuttavia, i social media offrono ancora tonnellate di valore di marca per le aziende intelligenti da capitalizzare.

Tuttavia, è importante avvicinarsi ai social media con una strategia intelligente, oltre a un approccio disciplinato alla selezione dei canali. Scegliere un piccolo numero di reti da padroneggiare spesso produce risultati migliori che mantenere una presenza su ogni piattaforma.

Video / YouTube

Lo sapevate che YouTube è considerato il secondo motore di ricerca più grande del mondo? Se ci pensi, è facile capire perché. Spesso è più facile guardare un video per imparare a svolgere un compito, che leggere un ampio contenuto sullo stesso argomento.

Considera questo: LEGO è il marchio più popolare di YouTube. Ha senso, però, perché la gente vuole sapere come fare cose divertenti con quei classici blocchi di plastica colorata. Infatti, secondo Google, le ricerche di how-to sulla piattaforma sono aumentate del 70%.

Quindi, se la tua azienda può trarre beneficio dalla creazione di contenuti how-to chiari, YouTube è un canale che dovrebbe essere considerato.

PPC

Il traffico organico è ottimo per costruire un pubblico. Tuttavia, la pubblicità a pagamento funziona bene (forse meglio, in alcuni casi) per guidare le conversioni dirette. Questo perché i consumatori che cliccano sugli annunci sono spesso pronti a fare un acquisto. Secondo CleverClicks, il PPC converte il 50% di traffico in più rispetto alla ricerca organica. Una strategia completa di search marketing dovrebbe includere sia tattiche organiche che a pagamento.

Lettura funzionale:

  • Cos’è il PPC? Pay-Per-Click Marketing Explained (Portent)
  • Pay-Per-Click Marketing: Usare il PPC per costruire il tuo business (WordStream)
  • La guida definitiva al PPC Marketing (PPC Hero)

Multichannel vs. Omnichannel: Cosa significano questi termini?

Spendi del tempo nella blogosfera del marketing e potresti incontrare le parole “multicanale” e “omnichannel”. Potreste anche grattarvi la testa e chiedervi cosa significhi uno di questi termini. Ecco delle definizioni veloci:

  • Marketing multicanale: Usare più di un canale per raggiungere i clienti.
  • Omnichannel Marketing: Si riferisce al marketing che fornisce un’esperienza coerente al cliente su più canali.

È importante capire questi termini? Ad essere sinceri, non necessariamente. Se gli standard del vostro marchio vengono applicati in tutti i canali scelti, e se state usando i mezzi giusti per raggiungere i vostri clienti, questo è ciò che conta di più.

Determinare i canali che userete

Nessuno di questi deve essere fissato nella pietra. Puoi sempre aggiungere o sottrarre canali dalla tua strategia in futuro. Per ora, determina quanto segue:

  • Quali canali stai usando attualmente.
  • Quali canali aggiungerai alla tua strategia.
  • Quali canali considererai di mettere in pausa.

Come valutare l’efficacia di un dato canale

In una parola: misurazione. Questo sarà trattato in un capitolo successivo di questa guida, ma vale la pena toccare brevemente questo punto. Se un canale non sta producendo un beneficio misurabile, è il momento di ricalibrare e riconsiderare se merita un posto nella vostra strategia.

That’s a Wrap

C’è tutto quello che dovete sapere sui canali di marketing.