Come il ritmo dei Titani ha danneggiato Mariota e perché Tannehill prospererà

Il ritmo lento dell’attacco dei Titani ha danneggiato Mariota, Tannehill deve accelerare il ritmo per avere successo.

Negli ultimi anni l’attacco dei Tennessee Titans è stato un dolore da guardare a volte.

Da quando Marcus Mariota è stato draftato dai Titans nel 2015, il ritmo di attacco dei Titans è stato costantemente uno dei più lenti della lega. Per qualche ragione sconosciuta, la squadra ha investito tutto su Mariota, ma non ha voluto eseguire un attacco veloce come quello a cui era abituato in Oregon. Mentre al college, Marcus Mariota non passava troppo tempo tra una giocata e l’altra, ma il suo secondo anno nella NFL l’attacco dei Titans era penultimo per ritmo offensivo.

Pat Thorman ha tenuto una classifica di ogni squadra NFL e la loro classifica del ritmo degli snap in situazione neutra. Dal 2015 i Titans si sono classificati, rispettivamente, 25°, 32°, 28°, 23° e 19° la scorsa stagione.

Una ragione per giustificare il fatto che i Tennessee Titans siano balzati nella top 20 la scorsa stagione è l’emergere di Ryan Tannehill. Tutto ciò che riguarda l’attacco dei Titans è migliorato quando Tannehill è subentrato.

Questa statistica potrebbe essere il motivo per cui dopo tanto successo al college, Marcus Mariota non è mai stato in grado di far girare le cose nella NFL. Mariota veniva da un sistema dell’Oregon che prosperava nell’arrivare alla linea di scrimmage velocemente e non togliere il piede dalla gola della difesa. Una volta che l’Oregon ha iniziato a rotolare offensivamente, Chip Kelly e Marcus Mariota avrebbero accelerato drasticamente le cose, il che ha reso molto difficile per la difesa cambiare le coperture.

Tuttavia, per out-schematizzare Chip Kelly occorrono spesso più aggiustamenti difensivi che per qualsiasi altro allenatore oggi in gioco, semplicemente perché quando Oregon “si mette in moto”, diventa incredibilmente difficile per un coordinatore difensivo identificare e chiamare proverbiali contromisure al ritmo rapido di Oregon e alle successive chiamate di gioco, limitando di fatto la difesa ad una manciata di coperture.

via JOSH SCHLICHTER

Passare da un estremo dell’attacco all’estremo opposto dello spettro non sembra il modo migliore per far passare un QB esordiente nella NFL. Se a Marcus Mariota fosse stato permesso di accelerare l’attacco dei Tennessee Titans forse sarebbe stato un po’ più a suo agio e avrebbe potuto essere un quarterback molto migliore.

Tannehill può avere successo con un attacco più veloce

Ora, con Tannehill al QB, i Tennessee Titans hanno deciso di accelerare. Avere Ryan Tannehill al QB per l’ultima metà della stagione ha aiutato la squadra a finire al 19° posto nel ritmo offensivo. Correre a un ritmo più veloce rende la difesa contare molto di più sull’istinto perché non hanno molto tempo per dare un’occhiata a come sei schierato. Questo potrebbe rivelarsi molto vantaggioso per Ryan Tannehill perché le squadre istintivamente morderanno sulla play-action dopo Derrick Henry mette insieme un paio di corse di successo.

Avere il rookie Darrynton Evans come un cambio di ritmo permette ai Titani di accelerare l’attacco più pure. Prenderà un po’ del carico di Derrick Henry essendo in grado di mantenere i running back freschi permetterà ai Titani di muovere la palla a un ritmo molto più veloce.

Aspettatevi l’attacco dei Tennessee Titans per continuare ad accelerare e, di conseguenza, ci si può aspettare molta più produzione dai giocatori di abilità della squadra. Dopo tutto, più snap significa più opportunità per tutti.