Coltivare un raccolto massiccio di basilico in contenitori

Basile e contenitori vanno insieme

Il basilico è una delle erbe più popolari da coltivare per uso culinario e si può facilmente coltivare in contenitori. Dopotutto, chi può resistere a un’infornata di pesto fresco fatto con il basilico che cresce nel proprio giardino!

Il basilico è una delle erbe più popolari da coltivare per le creazioni culinarie e si può facilmente coltivare in contenitori. Scopri come ottenere un raccolto abbondante per il pesto e la cucina | PreparednessMama

Il basilico è una delle erbe più popolari da coltivare per le creazioni culinarie e si può facilmente coltivare in contenitori. Scopri come ottenere un raccolto abbondante per il pesto e la cucina | PreparednessMama

Appena il tempo cambia, inizio a coltivare il basilico in vaso sul mio terrazzo. Ho scoperto che le piante di basilico diventano più grandi quando posso tenerle d’occhio ed è più facile fare un raccolto veloce. Questo ci fa mangiare più basilico nelle insalate e nei piatti salati.

Giardinaggio sul ponte mantiene anche i parassiti, come quei fastidiosi conigli e cavallette, fuori dalle piante.

Invaso le piante di basilico

Il tipo di vaso che usi non ha molta importanza, il basilico ha solo bisogno di almeno 8 pollici di profondità per crescere e il contenitore deve avere un drenaggio adeguato. Al momento di piantare, aggiungi del fertilizzante organico alla radice.

È importante ricordare che a questa erba saporita non piace avere le radici impregnate d’acqua. Quando il basilico ha troppa acqua, la pianta non produrrà la quantità di foglie che desiderate per quel grande e sano raccolto che state cercando.

Scegliete un buon terriccio, non un pesante terreno da giardino, e tenete d’occhio le piante. Avranno bisogno di acqua ogni due giorni quando c’è meno di 100 gradi e una volta al giorno quando le temperature salgono.

Le piante beneficeranno di uno strato di pacciame intorno a loro. Un pollice o due farà il trucco. Questo aiuterà a mantenere il terreno umido e a prolungare il tempo tra le annaffiature quotidiane. Una volta al mese, mescolate un fertilizzante organico e date alle vostre piante un buon ammollo.

L’anno scorso ho provato il giardinaggio con le balle di paglia e ho scoperto che le piante di basilico crescono particolarmente bene in questo modo. Infatti, erano le più sane tra tutte le piante di basilico che abbia mai coltivato!

Se c’è qualche accenno di gelo, portate le vostre piante di basilico all’interno o copritele con dei teli per tenere il gelo lontano dalle foglie. Usate rocce o altri oggetti facili da afferrare per tenere giù il telo. Il gelo ucciderà questa tenera pianta VELOCEMENTE, quindi se volete continuare il vostro raccolto, non saltate questo passaggio.

La potatura è la chiave per coltivare il basilico in contenitore

Il più grande trucco per far crescere un raccolto di basilico è la potatura – pizzicatelo sempre indietro fino al prossimo posto dove ci sono due foglie che spuntano. Questo farà crescere la pianta in altri due rami.

Iniziare la potatura quando la pianta diventa alta circa 15 centimetri. Questo la farà crescere cespugliosa invece che alta. Cespugliosa = più foglie.

La chiave per far crescere il basilico è pizzicare (poi ovviamente mangiarlo) | PreparednessMama

La chiave per far crescere il basilico è pizzicare (e poi ovviamente mangiarlo) | PreparednessMama

Puoi tranquillamente potare le piante di basilico stabilite due o tre volte a settimana durante la stagione di crescita. Questo viene fatto preferibilmente di sera se fa molto caldo. Una volta che cominciate a pizzicare regolarmente, avrete un occhio per la vostra pianta e per quando è pronta per una potatura.

Per un raccolto prolungato, non lasciate che la pianta faccia fiori. Questo invierà un segnale per fermare la produzione di foglie e lavorare sui semi. Se si mantiene il regime di potatura, i fiori non dovrebbero essere un problema.

Naturalmente, fate il possibile per tenere lontani gli insetti. Occasionalmente, il basilico è infastidito da afidi, lumache o coleotteri giapponesi. Se i parassiti infestano le tue piante, prova questi rimedi naturali contro i parassiti.

Quanto sole serve al basilico per crescere?

Il basilico ha bisogno di almeno 6 ore di luce solare diretta ogni giorno. Otto ore sono ancora meglio. Prospera negli oltre 80 gradi dell’estate.

Se vivete al nord considerate un posto soleggiato nel pomeriggio. Quelli che vivono al sud scopriranno che le loro piante possono anche beneficiare di un po’ di ombra pomeridiana quando il caldo estremo dell’estate si fa sentire.

Perché le mie piante di basilico continuano a morire?

Il basilico è un’erba piuttosto resistente, quindi dovrete avere un pollice marrone assoluto per ucciderlo. Il problema principale che può portare a una pianta stressata è l’irrigazione insufficiente. Anche l’annaffiatura eccessiva può essere un problema perché può far marcire le radici.

Anche le malattie fungine e i parassiti sono un problema, mentre un’altra ragione per cui la tua pianta di basilico in vaso non se la passa bene è l’uso dell’acqua del rubinetto – ti consiglio di passare all’acqua filtrata, perché l’acqua del rubinetto in alcune zone è disastrosa sia per la tua salute che per quella delle piante.

Risolvere i problemi di una pianta di basilico appassita

Se la tua pianta di basilico ha iniziato ad appassire, annaffiala al più presto ma lascia scolare l’acqua perché non vuoi che le radici marciscano per la troppa umidità. Inoltre, assicurati di non annaffiarla alla luce diretta del sole. Basta spostare il contenitore in un luogo ombreggiato e lasciarlo lì per un paio di giorni fino a quando tutte le foglie non si saranno rialzate.

Un basilico appassito si riprenderà più velocemente se lo si lascia per un po’ all’ombra. Una volta che le foglie della pianta non sono più cadenti, assicurati di rimuovere tutte le foglie morte o morenti (toglieranno energia vitale che vorrai indirizzare alle foglie sane). Inoltre, rimuovete le foglie che sembrano relativamente sane ma che si rifiutano di rimbalzare una volta che la pianta ha fatto un buon bagno.

Se le foglie morte si trovano in cima, non esitate a potare le serie superiori di foglie – non preoccupatevi la pianta si rigenererà e crescerà ancora più folta in seguito.

Il marciume delle radici è un altro problema comune

Un altro motivo per cui la vostra pianta di basilico potrebbe morire è il marciume delle radici. Questo è causato principalmente da troppe annaffiature e/o da un cattivo drenaggio dell’acqua. Se coltivi il basilico in contenitori assicurati che dopo ogni irrigazione tutta l’acqua sia drenata correttamente.

E non annaffiare il basilico ogni giorno. Prova a bagnarlo ogni pochi giorni e solo quando noti che lo strato superiore del terreno è asciutto.

Alcuni consigliano annaffiature frequenti ma poco profonde per mantenere il terreno umido ma non fradicio. Se usi questo metodo, assicurati di annaffiare la pianta in profondità una volta alla settimana per promuovere la crescita di radici profonde. Tieni presente che coltivare il basilico in contenitori implica un’annaffiatura più frequente che coltivare l’erba in giardino.

Non lasciare che il terreno diventi né fradicio né asciutto. L’inzuppamento causerà il marciume delle radici quasi istantaneamente, mentre mantenere il terreno asciutto all’osso stresserà la pianta inutilmente e aumenterà il rischio di marciume delle radici nel lungo periodo.

Se avete la tendenza a innaffiare troppo le vostre piante in vaso, non usate il pacciame. Il pacciame è meglio usarlo in caso di siccità, ma se il terreno è troppo inzuppato, il pacciame impedirà l’evaporazione dell’acqua e aumenterà esponenzialmente il rischio di marciume radicale.

I vasi sovraffollati sono un GRANDE No-No

Pianta con gravi problemi di radici

I vasi sovraffollati sono un problema comune con le piante di basilico acquistate in negozio. Poiché la maggior parte del basilico in vaso al supermercato è abbastanza giovane, i venditori tendono a sovraffollare le piante per farle sembrare più folte e mature. Ma il sovraffollamento può soffocare le giovani piante, quindi dovrai dividerle.

Inoltre, non rinvasare mai una pianta sovraffollata così com’è, perché le giovani piante inizieranno a competere l’una contro l’altra per le sostanze nutritive e il tuo basilico in vaso non se la caverà così bene.

Togli le piante sovraffollate dal vaso e dividi la zolla in due parti con le mani. Poi tira fuori ogni singola pianta delicatamente per non danneggiare le radici. Rinvasa le singole piante in rotoli di carta igienica riempiti con una miscela di terriccio e compost.

Taglia la cima di ogni pianta sopra il primo nodo fogliare principale per indurla a concentrare le sue energie sulla crescita di un forte sistema radicale. Una volta che le piante sono rinvasate, bagnale per bene. Tienile su un davanzale o in una serra per circa 3 settimane finché non sono cresciute in piante dall’aspetto sano.

Ora, è il momento di rinvasarle in vasi più grandi. Se hai intenzione di coltivare le piante in giardino, dovrai tenerle una settimana all’esterno per farle indurire un po’ dagli elementi.

Ma tieni qualche posto a mezz’ombra perché la luce diretta del sole potrebbe scioccarle e ucciderle. Inoltre, se ci sono enormi differenze di temperatura tra la notte e il giorno, portali al chiuso di notte. Ecco un pratico tutorial visivo su come sistemare una pianta di basilico sovraffollata.

Fusarium Wilt: Il peggior incubo del basilico

Stelo di Ocra colpito da fusarium wilt

Fusarium wilt è una malattia fungina devastante per cui si può fare ben poco. I funghi devastano la pianta a partire dalle radici e la uccidono dall’interno interferendo con la capacità dello stelo di condurre l’acqua. Una volta che l’assorbimento dell’acqua da parte della pianta è completamente ostacolato, essa muore.

La malattia può permanere nel terreno fino a 12 anni e può colpire patate, peperoni, pomodori e i membri della famiglia della menta, compreso il basilico. Il tipo di basilico più colpito da questa malattia è il basilico dolce (Ocimum bacilicum). La malattia può colpire le piante di basilico attraverso semi infetti o attraverso il terreno dove sono cresciute e morte le piante malate.

Nel caso del Fusarium wilt la migliore medicina è la prevenzione. Assicurati di mettere in vaso solo piante sane (i primi segni dell’infezione appaiono quando la pianta è alta da sei a dodici pollici). Se la pianta è malata, rimuovetela dalla radice e bruciatela. Non gettatela in qualche posto remoto del vostro giardino perché il fungo potrebbe diffondersi e rovinare il terreno.

Alcuni semi di basilico disponibili in commercio sono stati testati per il fungo quindi controllate le etichette. Non esiste un trattamento per la malattia fungina. La rotazione delle colture per un massimo di 3 anni con piante che non sono colpite dalla malattia può aiutare a decontaminare il suolo.

Cosa farai con il tuo raccolto di basilico?

Mmm… pesto fresco… gnam! Ecco cosa faccio io per mantenerle fresche:

Lavare le foglie in acqua fredda e metterle in un sacchetto di plastica con un po’ d’acqua in più. Conserva questo sacchetto nella sezione prodotti del frigorifero e rimuovi le foglie quando ne hai bisogno.

Questo è anche un ottimo modo per conservare le foglie fino a quando non ne hai abbastanza per un grande progetto culinario con il basilico.

Questi sono solo alcuni suggerimenti per usare queste meravigliose foglie di basilico –

  • Fai il pesto fresco (ogni sera!); puoi anche fare un lotto più grande di pesto e congelarlo in una vaschetta per cubetti di ghiaccio (è come nuovo quando viene scongelato)
  • Schiaccia le foglie di basilico e congelale in vaschette per cubetti di ghiaccio con olio d’oliva
  • Usa le foglie fresche su insalate e panini
  • Fai lo sciroppo di basilico per il tè, pop-cicli e come spruzzata sulla frutta fresca
  • Fai la limonata di fragole e basilico, gnam!
  • Fare un olio infuso, il processo è simile a questo post sulla calendula
  • Fare aceto aromatizzato
  • Disidratare le foglie di basilico e polverizzarle per un uso successivo

Crescere un raccolto di basilico dando alle vostre piante un terreno adeguato, acqua, e pizzicando le piante regolarmente. C’è così tanto che puoi fare con il basilico che vorrai mangiarlo ogni sera.

Leggi correlati: Come conservare il tuo raccolto di basilico – 4 metodi infallibili

Il basilico è una delle erbe più popolari da coltivare per le creazioni culinarie e si può facilmente coltivare in contenitori. Scopri come ottenere un raccolto abbondante per il pesto e la cucina | PreparednessMama

Il basilico è una delle erbe più popolari da coltivare per creazioni culinarie e puoi facilmente coltivare il basilico in contenitori. Scopri come ottenere un raccolto abbondante per il pesto e per la cucina | PreparednessMama
Preparedness Mama e i suoi collaboratori hanno creato uno sportello unico di risorse critiche per le famiglie che cercano di prepararsi a un disastro. Sappiamo in prima persona che prepararsi al peggio con una grande famiglia pone alcune sfide particolari.
Abbiamo imparato dal passato in modo che tu non debba ripetere gli stessi errori. La paura dell’ignoto è una delle cose più spaventose della vita, ma speriamo che il tesoro di consigli pratici di Preparedness Mama renda quell’ignoto meno scoraggiante e, in definitiva, aiuti a togliere la paura dall’essere preparati per ognuno dei nostri lettori.