Colonia di Roanoke deserta

John White, il governatore della colonia dell’isola di Roanoke nell’attuale Carolina del Nord, torna da un viaggio di rifornimento in Inghilterra e trova l’insediamento deserto. White e i suoi uomini non trovarono alcuna traccia dei circa 100 coloni che aveva lasciato, e non c’era alcun segno di violenza. Tra i dispersi c’erano Ellinor Dare, la figlia di White, e Virginia Dare, la nipote di White e la prima bambina inglese nata in America. Il 18 agosto avrebbe dovuto essere il terzo compleanno di Virginia. L’unico indizio della loro misteriosa scomparsa era la parola “CROATOAN” incisa nella palizzata che era stata costruita intorno all’insediamento. White pensò che le lettere significassero che i coloni si erano trasferiti sull’isola di Croatoan, a circa 50 miglia di distanza, ma una successiva ricerca sull’isola non trovò nessuno dei coloni.

La colonia di Roanoke Island, il primo insediamento inglese nel Nuovo Mondo, fu fondata dall’esploratore inglese Sir Walter Raleigh nell’agosto 1585. I primi coloni di Roanoke non se la passarono bene, a causa della diminuzione delle scorte di cibo e degli attacchi indiani, e nel 1586 tornarono in Inghilterra a bordo di una nave capitanata da Sir Francis Drake. Nel 1587 Raleigh inviò un altro gruppo di 100 coloni sotto John White. White tornò in Inghilterra per procurarsi altre provviste, ma la guerra con la Spagna ritardò il suo ritorno a Roanoke. Quando finalmente tornò nell’agosto del 1590, tutti erano scomparsi.

Nel 1998, gli archeologi che studiavano i dati degli anelli degli alberi della Virginia hanno scoperto che le condizioni di estrema siccità persistevano tra il 1587 e il 1589. Queste condizioni hanno senza dubbio contribuito alla scomparsa della cosiddetta Colonia Perduta, ma dove siano andati i coloni dopo aver lasciato Roanoke rimane un mistero. Una teoria li vede assorbiti da una tribù indiana conosciuta come i Croatans.

Leggi di più: Gli archeologi trovano nuovi indizi per il mistero della “colonia perduta”