Coccole o non coccole a letto?

Chandler: Va bene, ne ho uno. A Janice piace coccolarsi di notte, e io sono d’accordo. Ma, sai, quando vuoi andare a dormire, vuoi un po’ di spazio. Quindi come faccio a dirglielo senza, sai, chiamarla accidentalmente grassa o qualcosa del genere?
Rachel: Mi dispiace, tesoro. Non possiamo aiutarti, perché siamo dei dormiglioni coccolosi.

Amici, Episodio 303 ‘Quello con la marmellata’

Non siamo tutti dormiglioni coccolosi ma sapevate che ci sono alcuni sorprendenti benefici delle coccole a letto?

Innamorati delle coccole a letto

Alcune prove dimostrano che le coppie che dormono insieme non solo stanno insieme, ma sono anche più felici e più sane. Condividere il letto è il massimo dell’intimità e la ricerca suggerisce che dormire vicini e coccolarsi aumenta l’ossitocina (l’ormone “dell’amore”) che aiuta ad abbassare gli ormoni dello stress, facendovi sentire più tranquilli e incoraggiando sentimenti di sicurezza e protezione – portando a un sonno meno interrotto.

Quando i vostri livelli di stress sono bassi, anche la vostra pressione sanguigna è più bassa, il che fa bene alla salute del cuore.

Le coccole rilasciano anche serotonina – l’ormone della felicità. La serotonina porta messaggi tra i neuroni e le altre cellule, e quando i livelli sono diminuiti, gli individui possono sentirsi ansiosi, depressi e desiderare i carboidrati. Di notte, la serotonina subisce dei cambiamenti metabolici per diventare melatonina, la sostanza chimica che induce il sonno.

Ci sono diverse posizioni di coccole, dal cucchiaio, al mezzo cucchiaio, al toccare il sedere, all’abbraccio completo e all’abbraccio a distanza!

Ma…

Può sembrare romantico addormentarsi avvolti nelle braccia di una persona amata, ma lo sapevi che circa il 50% dei disturbi del sonno deriva dalla condivisione del letto?

Se ti accorgi che il tuo sonno è disturbato regolarmente da un partner che russa, da uno che monopolizza il piumone o da un compagno di letto che si rigira frequentemente, potrebbe valere la pena considerare un letto più grande o addirittura camere separate.

Alcuni consigli utili per condividere il letto

  • Entrambi i partner vanno a letto alla stessa ora almeno tre notti a settimana. Orologi del corpo diversi significano che molte coppie si rimboccano le coperte a orari diversi – i campanelli d’allarme dovrebbero suonare quando questo inizia a succedere ogni notte della settimana.
  • Assicuratevi che il letto condiviso sia comodo per entrambi i partner e non solo adatto a uno. Assicuratevi di acquistare insieme un nuovo letto e prendetene uno adatto a entrambe le persone. La tecnologia moderna significa che anche le coppie con preferenze diverse possono trovare un letto adatto ad entrambi grazie ai materassi a cerniera o a zone.
  • Dove l’intasamento del piumone è un problema, i piumoni singoli separati possono fare miracoli.
  • I piumoni separati possono funzionare anche per chi condivide il letto e ha esigenze di temperatura diverse. Poiché una temperatura confortevole (tra i 18 e i 24 gradi centigradi) è essenziale per una buona notte di sonno, i piumoni individuali con una classificazione tog adatta a ciascun partner metteranno fine alle discussioni accese del tipo “troppo caldo, troppo freddo”.
  • Acquista un letto grande quanto lo consentono il budget e le dimensioni della stanza. Un letto matrimoniale standard è largo solo 4’6″, il che dà ad ogni persona solo la larghezza di una culla in cui dormire. Più spazio significa meno disturbi per il partner.
  • Assicurati che la camera da letto sia un’oasi di calma e tranquillità – cioè niente televisori o qualsiasi altra tecnologia che possa distrarre l’attenzione dal sonno e dall’intimità.
  • Assicurati che le coperture delle finestre blocchino efficacemente la luce. Le lunghe giornate estive possono essere benvenute in molti modi, ma la luce può avere un effetto dannoso sugli orologi del corpo e sui modelli di sonno.
  • Sviluppare una routine per andare a letto che funzioni per entrambe le persone. Gli orologi del corpo hanno bisogno di regolarità e di routine per un sonno di successo – condividete una bevanda calda a base di latte o di erbe o anche un bagno insieme prima di andare a letto. E cerca di andare a letto e alzarti più o meno alla stessa ora ogni giorno.
  • Ricorda che la caffeina, l’alcol, il fumo e l’esercizio fisico o il mangiare troppo vicino all’ora di andare a letto possono rendere più difficile dormire bene.
  • Quando il russare diventa un problema significativo e continuo, cerca aiuto. Quello che inizia come un fastidio può diventare un problema importante per molte coppie – quindi risolvilo!
  • “Rotolare insieme” è un segno sicuro che il letto condiviso ha fatto il suo tempo e deve essere sostituito. Può essere una caratteristica affascinante nei primi giorni inebrianti di una relazione, ma, come il russare, è una caratteristica che troppo presto si esaurisce. Un nuovo letto metterà fine ai battibecchi.

A volte non c’è niente di meglio che rannicchiarsi a letto coccolando il proprio partner – prima di cacciarlo a dormire nella camera degli ospiti!