Carol Channing

Carol Channing, per esteso Carol Elaine Channing, (nata il 31 gennaio 1921, Seattle, Washington, Stati Uniti – morta il 15 gennaio 2019, Rancho Mirage, California), attrice e cantante americana nota per le sue performance comicamente fuori misura, la voce roca e i tratti animati.

Channing è cresciuta a San Francisco. Dopo aver fatto la modella e insegnato danza al liceo, si è iscritta al Bennington College nel Vermont. Sebbene alla fine abbia abbandonato gli studi, durante questo periodo si assicurò un lavoro in produzioni di serie e fu scritturata dalla William Morris Agency di New York City. Nel 1941 la Channing fece il suo debutto sul palcoscenico di New York City in No for an Answer, e l’anno successivo apparve per la prima volta a Broadway in Proof Through the Night.

Seguirono lavori come corista e sostituta prima del suo ruolo di successo in Lend an Ear (1948), una rivista musicale che mise in luce il suo talento per la mimica. Anita Loos, autrice di Gentlemen Prefer Blondes, vide lo spettacolo e la scritturò nell’adattamento musicale del 1949 del suo romanzo come Lorelei Lee, che affermava memorabilmente che “i diamanti sono i migliori amici di una ragazza”. Il ruolo sarebbe stato poi identificato con Marilyn Monroe, che interpretò Lee nella versione cinematografica del 1953. La Channing avrebbe comunque ripreso il suo ruolo in Lorelei; or, Gentlemen Still Prefer Blondes (1975).

La Channing fece il suo debutto cinematografico in Paid in Full (1950), un melodramma poco visto. Tornò sul palcoscenico, recitando in Pygmalion (1953) prima di esibirsi nelle produzioni di Broadway di Wonderful Town (1953; tournée 1954) e The Vamp (1955), un musical poco apprezzato su una star del cinema muto. Apparve nello speciale televisivo Svengali and the Blonde (1955) al fianco di Basil Rathbone e sullo schermo in The First Traveling Saleslady (1956), un western in cui recitò con Clint Eastwood.

Abbonati a Britannica Premium per avere accesso a contenuti esclusivi. Subscribe Now

Nel 1964 la Channing creò quello che sarebbe diventato il ruolo chiave della sua carriera, Dolly Gallagher Levi, una sensale del 1890 che cerca di sposare un ricco cliente. Lo spettacolo di Broadway, Hello, Dolly!, basato su una commedia di Thornton Wilder, fu ampiamente acclamato; la Channing ricevette il Tony Award come migliore attrice in un musical. Recitò in una serie di repliche dello spettacolo nel corso della sua carriera, anche se Barbra Streisand ottenne il ruolo di Dolly per la versione cinematografica (1969). L’apparizione della Channing nel veicolo di Julie Andrews Thoroughly Modern Millie (1967) nel ruolo di una vedova dell’alta società ha rappresentato l’apice della sua carriera cinematografica. Negli anni successivi la Channing recitò in una serie di spettacoli di cabaret itineranti e speciali televisivi e fece la voce fuori campo per numerosi film per bambini e cartoni animati.

In aggiunta al suo lavoro sul palco e sullo schermo, la Channing pubblicò diversi album, tra cui Carol Channing Entertains (1965), Jazz Baby (1994), e For Heaven’s Sake (2010); quest’ultimo era una compilation di standard gospel imparati da suo padre. Ha registrato le sue reminiscenze dello show-business in Just Lucky I Guess: A Memoir of Sorts (2002). Ha ricevuto un Tony Award speciale nel 1968 e nel 1995 ha ricevuto un Tony alla carriera. Il documentario Carol Channing: Larger than Life è uscito nel 2011.