Calcoli vescicali di ossalato di calcio nei cani

Il mio cane ha dei calcoli vescicali di ossalato di calcio. Cosa sono?

I calcoli vescicali (uroliti o calcoli cistici), sono formazioni rocciose di minerali che si formano nella vescica urinaria, e sono più comuni dei calcoli renali nei cani. Ci può essere un grande, singolo sasso o un insieme di pietre che variano in dimensioni da granelli di sabbia a ghiaia.

Uno degli uroliti più comuni nel cane è composto da cristalli di ossalato di calcio.

Cosa causa la formazione di calcoli di ossalato di calcio nella vescica?

pietre_della_vescica_di_cane

La causa esatta dei calcoli di ossalato di calcio nella vescica è complessa e poco compresa al momento. L’urina normale del cane è leggermente acida e contiene prodotti di scarto del metabolismo tra cui sali minerali disciolti e altri composti. Questi sali minerali rimangono disciolti nell’urina finché il pH rimane all’interno di un intervallo ristretto e finché l’urina non diventa troppo concentrata.

La ricerca attuale indica che un’urina ricca di calcio, citrati o ossalati e acida predispone l’animale a sviluppare cristalli e calcoli urinari di ossalato di calcio. Studi recenti hanno dimostrato che le diete che causano un’elevata acidità delle urine (pH delle urine inferiore a 6,5) possono predisporre i cani a sviluppare questo tipo di calcoli vescicali.

Ci sono probabilmente altre cause di calcoli vescicali di ossalato di calcio. L’uso eccessivo di antibiotici può ridurre il numero di batteri intestinali Oxalobacter formigenes il cui unico nutrimento è l’ossalato. Nei cani con basse popolazioni di Oxalobacter, l’ossalato in eccesso viene secreto nelle urine, aumentando la probabilità che si formino cristalli di ossalato di calcio e calcoli se l’urina è altamente concentrata o diventa acida.

Quanto sono comuni i calcoli di ossalato di calcio nella vescica?

I calcoli della vescica sono piuttosto comuni nei cani, e i calcoli di ossalato di calcio nella vescica sono il secondo tipo più comune di calcoli, secondo solo ai calcoli di struvite. Insieme, gli uroliti di struvite e ossalato di calcio sono stati trovati per comprendere oltre l’85% di tutti gli uroliti canini. Sulla base dei risultati di decine di migliaia di analisi di calcoli, si è scoperto che il numero di calcoli vescicali di struvite è diminuito nei cani, mentre il numero di calcoli di ossalato di calcio è aumentato negli ultimi dieci anni. Si è notato che gli uroliti di struvite sono più comuni nei cani femmina e quelli di ossalato di calcio nei cani maschi. Le razze più comunemente diagnosticate con calcoli di struvite e ossalato di calcio nella vescica includono Shih Tzus, Schnauzer in miniatura, Bichon Frise, Lhasa Apso e Yorkshire Terrier.

Quali sono i segni dei calcoli di ossalato di calcio nella vescica?

I segni dei calcoli nella vescica sono molto simili a quelli di un’infezione non complicata della vescica o cistite. I segni più comuni che un cane ha dei calcoli vescicali sono l’ematuria (sangue nelle urine) e la disuria (sforzo per urinare). L’ematuria si verifica perché i calcoli sfregano contro la parete della vescica, irritando e danneggiando il tessuto e causando sanguinamento. La disuria può derivare da infiammazione e gonfiore delle pareti della vescica o dell’uretra (il tubo che trasporta l’urina dalla vescica all’esterno del corpo), da spasmi muscolari o da un’ostruzione fisica al flusso di urina. I veterinari presumono che la condizione sia dolorosa, perché le persone con calcoli vescicali provano dolore, e perché molti clienti sottolineano quanto il loro cane stia meglio e sia più attivo dopo la rimozione chirurgica dei calcoli vescicali.

I calcoli grandi possono agire quasi come una valvola o un rubinetto, causando un’ostruzione intermittente o parziale al collo della vescica, il punto dove la vescica si attacca all’uretra. I calcoli piccoli possono fluire con l’urina nell’uretra, dove si possono incastrare e causare un’ostruzione. Se si verifica un’ostruzione, la vescica non può essere svuotata completamente; se l’ostruzione è completa, il cane non sarà in grado di urinare affatto. Se l’ostruzione non viene rimossa, la vescica può rompersi. Un’ostruzione completa è potenzialmente pericolosa per la vita e richiede un trattamento di emergenza immediato.

Come vengono diagnosticati i calcoli di ossalato di calcio nella vescica?

In alcuni casi, se il cane è rilassato e la vescica non è troppo dolorosa, il veterinario può essere in grado di palpare (sentire) i calcoli di ossalato di calcio nella vescica. Tuttavia, alcuni calcoli sono troppo piccoli per essere sentiti in questo modo. Spesso, i calcoli della vescica sono diagnosticati per mezzo di una radiografia (raggi X) della vescica, o per mezzo di un’ecografia. I calcoli di ossalato di calcio sono quasi sempre radiodensi, il che significa che possono essere visti su una radiografia normale. Tuttavia, a volte le ossa o altre parti del corpo sovrastanti interferiscono con la capacità di vedere i calcoli della vescica con i normali raggi X, nel qual caso il veterinario può raccomandare uno studio di contrasto, una tecnica specializzata che utilizza un colorante per delineare i calcoli nella vescica, o un’ecografia della vescica.

“L’unico modo per essere sicuri che un calcolo vescicale sia fatto di ossalato di calcio è quello di far analizzare il calcolo.”

Queste procedure di imaging identificheranno la presenza di un calcolo vescicale, ma non diranno definitivamente al vostro veterinario la composizione del calcolo. L’unico modo per essere sicuri che un calcolo vescicale sia fatto di ossalato di calcio è quello di far analizzare il calcolo in un laboratorio veterinario.

In alcuni casi, il vostro veterinario può fare un’ipotesi educata sul tipo di calcolo presente, basandosi sull’aspetto radiografico e sui risultati di un’analisi delle urine. Per esempio, se le radiografie mostrano che ci sono uno o più calcoli nella vescica, e i risultati dell’analisi delle urine mostrano la presenza di urina acida insieme a numerosi cristalli di ossalato di calcio, il veterinario può fare una diagnosi presuntiva di calcoli di ossalato di calcio nella vescica e raccomandare il trattamento di conseguenza.

Come vengono trattati i calcoli di ossalato di calcio nella vescica?

Ci sono due strategie di trattamento principali per trattare i calcoli di ossalato di calcio nella vescica dei cani: rimozione non chirurgica tramite uroidropropulsione, e 2) rimozione chirurgica.

I calcoli di piccole dimensioni possono essere rimossi non chirurgicamente in alcuni casi tramite uroidropropulsione. In termini più semplici, i calcoli della vescica vengono sciacquati fuori dalla vescica usando una speciale tecnica di catetere urinario. Questo è possibile solo quando i calcoli hanno un diametro molto piccolo. In alcuni casi, questa procedura può essere eseguita con il cane sotto forte sedazione, anche se spesso è necessaria l’anestesia generale. Se il vostro veterinario ha un cistoscopio, i piccoli calcoli nella vescica o nell’uretra possono talvolta essere rimossi con questo strumento, evitando così una procedura chirurgica per aprire la vescica.

Entrambe queste procedure non chirurgiche possono anche essere utilizzate per ottenere un campione di calcoli da analizzare in modo che il vostro veterinario possa determinare se è possibile la dissoluzione con la dieta.

La rimozione chirurgica è comunemente raccomandata nei casi in cui i calcoli vescicali sono troppo grandi per l’uroidropropulsione, quando ci sono un gran numero di calcoli nella vescica, se c’è un rischio maggiore che il paziente sviluppi un’ostruzione del tratto urinario, o se il cliente desidera che il problema sia risolto il più rapidamente possibile. I cani maschi hanno un rischio molto più elevato di sviluppare un’ostruzione del tratto urinario a causa dei calcoli nella vescica, quindi quando vengono diagnosticati calcoli nella vescica in un cane maschio, il veterinario spesso raccomanda fortemente la rimozione chirurgica. Il vostro veterinario discuterà la strategia di trattamento appropriata per il vostro cane, in base alla sua situazione individuale.

Ci sono altre opzioni di trattamento?

In alcuni centri di riferimento selezionati, un’altra opzione può essere disponibile per trattare i calcoli vescicali. Questa opzione è la dissoluzione ad ultrasuoni, una tecnica in cui le onde ultrasoniche ad alta frequenza sono utilizzate per rompere o spezzare i calcoli in particelle minuscole che possono poi essere eliminate dalla vescica. Ha il vantaggio della rimozione immediata dei calcoli incriminati senza la necessità di un intervento chirurgico. Il vostro veterinario discuterà con voi questa opzione di trattamento se è disponibile nella vostra zona.

Il mio cane non mostra alcun segno. Cosa succede se non faccio nulla?

Nei casi in cui sono presenti solo alcuni piccoli calcoli vescicali e il cane non presenta segni clinici (minzione dolorosa o frequente, sangue nelle urine, ecc.), potrebbe sembrare ragionevole non fare nulla. Lo scenario più comune per questa situazione è quando i calcoli vescicali vengono trovati come un reperto “incidentale” quando viene eseguita una radiografia per un altro motivo. Poiché i calcoli vescicali di ossalato di calcio sono più comunemente diagnosticati nei cani maschi, e i cani maschi sono a maggior rischio di ostruzione urinaria a causa di un piccolo calcolo che si incastra nell’uretra, può essere estremamente rischioso adottare un “approccio attendista”. Tuttavia, se per qualche motivo il paziente non può sottoporsi al trattamento chirurgico o alla rimozione non chirurgica dei calcoli, e si è disposti ad assumersi i rischi, può essere accettabile ritardare il trattamento per un breve periodo. Durante questo periodo la dieta viene spesso cambiata in una che ha meno probabilità di contribuire alla formazione di calcoli di ossalato di calcio. Tuttavia, se c’è QUALSIASI indicazione che la condizione del vostro cane stia peggiorando, o se il cane sviluppa un’ostruzione urinaria, dovete cercare immediatamente l’attenzione del veterinario.

Come posso prevenire che il mio cane sviluppi calcoli di ossalato di calcio nella vescica in futuro?

I cani che hanno sviluppato calcoli di ossalato di calcio nella vescica in passato saranno spesso nutriti con una dieta terapeutica per tutta la vita. Si raccomandano diete che promuovono urine meno acide e più diluite. Le diete che possono aiutare includono Royal Canin® Urinary SO, Purina® ProPlan® Veterinary Diet UR Ox™/St™, Hill’s Prescription Diet® c/d® Multi-Benefit, o Rayne Clinical Nutrition Adult Health-RSS™. Il cibo da tavola può essere un problema per questi cani. La maggior parte dei cani dovrebbe essere alimentata con una dieta in scatola o umida per incoraggiare il consumo di acqua. L’urina diluita con un basso peso specifico delle urine (peso specifico delle urine o USpG inferiore a 1,020) è una parte importante della prevenzione dei calcoli vescicali di ossalato di calcio. In alcuni casi, possono essere necessari farmaci per abbassare il pH urinario come il citrato di potassio. I cani che sviluppano ripetutamente calcoli di ossalato di calcio nella vescica senza alti livelli di calcio nel sangue possono beneficiare del trattamento con idroclorotiazide.

“I cani che hanno sviluppato calcoli di ossalato di calcio nella vescica in passato saranno spesso alimentati con una dieta terapeutica per tutta la vita.”

I cani a cui sono stati diagnosticati calcoli di ossalato di calcio dovrebbero evitare integratori di calcio, a meno che non sia stato specificamente consigliato dal veterinario. Non dovrebbero essere nutriti con cibi ad alto contenuto di ossalato come noci, rabarbaro, barbabietole, fagiolini e spinaci.

Inoltre, si raccomanda anche un attento monitoraggio di routine delle urine per individuare eventuali segni di infezione batterica. Le radiografie della vescica e le analisi delle urine saranno eseguite in genere un mese dopo il trattamento e poi ogni tre o sei mesi per il resto della vita del cane. I cani che mostrano segni clinici come minzione frequente, minzione in luoghi insoliti, minzione dolorosa o presenza di sangue nelle urine dovrebbero essere valutati immediatamente. Sfortunatamente, i calcoli di ossalato di calcio hanno un tasso di ricorrenza piuttosto alto, nonostante un’attenta attenzione alla dieta e allo stile di vita.

Contribuenti: Tammy Hunter, DVM; Ernest Ward, DVM