Bolete

Questo articolo ha bisogno di ulteriori citazioni per la verifica. Si prega di aiutare a migliorare questo articolo aggiungendo citazioni a fonti affidabili. Il materiale privo di fonti può essere contestato e rimosso.
Trova le fonti: “Bolete” – notizie – giornali – libri – scholar – JSTOR (luglio 2020) (Impara come e quando rimuovere questo messaggio modello)

Un boleto, Boletus edulis, che mostra l'aspetto solido, superficie inferiore spugnosa, con è la caratteristica che definisce i boleti. Può essere identificato grazie a un unico cappello del fungo. Il cappello è chiaramente diverso dal gambo. Sul lato inferiore del cappello c'è di solito una superficie spugnosa con pori, invece delle branchie tipiche dei funghi. Tuttavia, ci sono alcuni boleti che sono dotati di branchie, come le varietà di Chroogomphus, Gomphidius, Paxillus, Phylloporus e l'Hygrophoropsis aurantiaca.

“Bolete” è il nome comune inglese delle specie di funghi il cui cappello ha questo aspetto.

I boleti sono classificati nella famiglia Boletales. Non tutti i membri della famiglia Boletales sono boleti. La micromorfologia e la filogenesi molecolare della famiglia Boletales hanno stabilito che essa contiene anche molte forme di corpi con branchie, palloni e altri frutti. Una superficie poriforme simile si trova nei polipi, ma queste specie hanno generalmente una struttura fisica diversa dai boleti, e non hanno le stesse caratteristiche microscopiche dei boleti. Molte polipore hanno una carne molto più solida, spesso legnosa.

I boleti sono suscettibili all’infezione del fungo Hypomyces chrysospermus, noto anche come mangiatore di boleti.