Bobby Riggs

Carriera juniorModifica

Nato e cresciuto nel quartiere Lincoln Heights di Los Angeles, Riggs era uno dei sei figli di Agnes (Jones) e Gideon Wright Riggs, un ministro. Da ragazzo era un eccellente giocatore di tennis da tavolo e quando iniziò a giocare a tennis all’età di dodici anni, fu subito amico e poi allenato da Esther Bartosh, che era la terza giocatrice di Los Angeles. Dipendendo interamente dalla velocità e dal controllo della palla, cominciò presto a vincere tornei per ragazzi (fino a 15 anni) e poi per juniores (fino a 18 anni). Anche se a volte si dice che Riggs fu uno dei grandi tennisti nutriti al Los Angeles Tennis Club da Perry T. Jones e dalla Southern California Tennis Association, Riggs scrive nella sua autobiografia che per molti anni Jones considerò Riggs troppo piccolo e non abbastanza potente per essere un giocatore di alto livello. (Jack Kramer, tuttavia, disse nella sua autobiografia che Jones si rivoltò contro Riggs “per essere un ragazzino imbroglione”):21 Dopo aver inizialmente aiutato Riggs, Jones si rifiutò poi di sponsorizzarlo negli importanti tornei orientali. Con l’aiuto di Bartosh e altri, Riggs giocò in vari tornei nazionali e a 16 anni era il quinto giocatore junior degli Stati Uniti. L’anno successivo vinse il suo primo campionato nazionale, vincendo il National Juniors battendo Joe Hunt in finale. Quello stesso anno, il 1935, incontrò Hunt in 17 incontri di finale e li vinse tutti e 17. Rimase imbattuto per quattro anni di gioco alla Franklin High School (Los Angeles) nel quartiere di Highland Park, Los Angeles, e fu la prima persona a vincere per tre volte il trofeo statale di singolare della California. Nel 1934-36, vinse il singolare maschile nel torneo di tennis di Ojai.

A 18 anni, Riggs era ancora un junior ma vinse il titolo maschile della California del Sud e poi andò ad est a giocare nel circuito dei campi in erba nonostante l’opposizione di Jones. Lungo la strada vinse l’U.S. Men’s Clay Court Championships a Chicago, battendo Frank Parker in finale con drop shot e lob. Anche se non aveva mai giocato su campi in erba, Riggs vinse due tornei e raggiunse le finali di altri due. Sebbene fosse ancora un junior, finì l’anno al quarto posto nella classifica maschile degli Stati Uniti. Kramer, che era tre anni più giovane di Riggs, scrive “Ho giocato molto con Riggs allora al Los Angeles Tennis Club. Gli piacevo anche personalmente, ma non mi dava mai tregua. Per tutto il tempo che poteva, mi avrebbe battuto all’amore … Bobby guardava sempre al futuro. ‘Voglio che tu sappia chi è il capo, per il resto della tua vita, Kid’, mi diceva. Bobby Riggs era sempre sincero”:31

Stile di giocoModifica

Piccolo di statura, gli mancava la potenza complessiva dei suoi concorrenti più grandi come Don Budge e Kramer ma compensava con il cervello, il controllo della palla e la velocità. Un maestro stratega e tattico in campo, lavorava il suo avversario fuori posizione e segnava punti con i migliori drop shot e lob del gioco, oltre a punire i colpi a terra che gli permettevano di venire a rete per i put-away. Kramer, uno dei pochissimi giocatori che era innegabilmente migliore di Riggs, scrive che c’è un grande “malinteso” su Riggs. “Non giocava in uno stile rinky-dink Harold Solomon, pitty-patting la palla in giro sulla terra battuta. Non aveva un grande servizio, ma compensava con alcune prime di servizio subdole e una seconda di servizio così bella come avevo visto a quel tempo. Quando si parla di profondità e precisione, la seconda di servizio di Riggs si classifica con le altre tre migliori che abbia mai visto: quella di von Cramm, di Gonzales e di Newcombe”. Nella sua autobiografia, Riggs scrisse: “Nella partita del 1946 con Budge, caricai la rete in ogni occasione. Impiegando quella che chiamavo la mia arma segreta, una prima di servizio dura, attaccai costantemente durante la mia vittoria per 6-3, 6-1, 6-1.”

“Riggs”, disse Kramer, “era un grande campione. Ha battuto Segura. Ha battuto Budge quando Don era solo un po’ oltre il suo picco. In un tour lungo, su e giù come è stato Vines, non sono così sicuro che Riggs non avrebbe giocato contro Elly molto vicino. Sono sicuro che avrebbe battuto Gonzales – Bobby era troppo veloce, aveva troppo controllo per Pancho – e Laver e Rosewall e Hoad.”

Kramer ha continuato a dire che Riggs “poteva tenere la palla in gioco, e poteva trovare modi per controllare l’avversario più grande e potente. Poteva bloccarti colpendo a lungo, lungo le linee, e poi ti faceva girare a vuoto con chip e drop shot. Era eccezionale con una volée da entrambi i lati, e poteva fare un pallonetto come qualsiasi altro uomo… poteva anche fare un pallonetto in corsa. Poteva mascherarlo, e poteva colpire overhead vincenti. Non erano potenti, ma erano sempre sul bersaglio.”

Carriera da dilettanteModifica

Riggs nell’ottobre 1945 presso il centro di addestramento della marina statunitense a Camp Elliott. Navy training center di Camp Elliott, dopo aver trascorso 20 mesi oltreoceano a fare esibizioni di tennis nelle basi della marina americana nel Pacifico.

Da dilettante ventenne, Riggs fece parte della squadra americana vincitrice della Coppa Davis nel 1938. L’anno successivo, il 1939, arrivò fino alla finale dei campionati francesi, ma poi vinse il triplo dei campionati di Wimbledon, conquistando il singolare, il doppio con Elwood Cooke e il doppio misto con Alice Marble, che vinse anche tutti e tre i titoli. Riggs vinse 100.000 dollari scommettendo sulla tripla vittoria, poi andò a vincere gli U.S. Championships, guadagnandosi il numero 1 del ranking mondiale dei dilettanti per il 1939. Riggs vinse quattro titoli di singolare consecutivi agli Eastern Grass Court Championships tra il 1937 e il 1940. Fece squadra con Alice Marble, sua co-campionessa di Wimbledon, per vincere il titolo di doppio misto agli U.S. Championships del 1940. Nel 1941, vinse il suo secondo titolo di singolare agli U.S. Championships, in seguito al quale divenne professionista. La sua nuova carriera, tuttavia, fu rapidamente interrotta dal servizio militare durante la seconda guerra mondiale come specialista arruolato della Marina. Durante il suo servizio militare, Riggs fu un membro fondamentale della squadra di tennis del 14° distretto navale Navy Yard, campione del campionato del 1945.

Carriera professionaleModifica

Dopo la guerra, come professionista, Riggs vinse i titoli US Pro nel 1946, 1947 e 1949, battendo Don Budge in tutte e tre le finali. Nel tour testa a testa del 1946 contro Budge, Riggs vinse 24 partite e ne perse 22, più 1 partita pareggiata a Birmingham, Alabama affermandosi come il miglior giocatore del mondo. Budge aveva subito un infortunio alla spalla destra in un’esercitazione militare durante la guerra e non aveva mai recuperato completamente la sua precedente flessibilità. Ora, nel 1946, secondo Kramer, “Bobby giocò sulla spalla di Budge, lo colpì a morte, vinse le prime dodici partite, tredici delle prime quattordici, e poi tenne duro per battere Budge, ventiquattro partite a ventidue”. Kramer, tuttavia, ebbe un anno sensazionale nel 1947 come dilettante ed è discutibile se sia stato lui o Riggs il miglior giocatore dell’anno. I giocatori si incontrarono tre volte alla fine di dicembre su veloci campi indoor; Riggs vinse due di questi incontri.

C’era una serie di 18 tornei professionali nel 1946 da Memphis l’11 giugno a Los Angeles il 17 novembre, che includeva i maggiori tornei professionali a Forest Hills e altrove. La serie assegnava punti ai giocatori in base al loro arrivo in ogni torneo. Riggs finì primo nella serie di tornei con 278 punti, poi Budge (164 punti), Kovacs (149 punti), Van Horn (143 punti), Earn (94 punti), Sabin (74 punti), Faunce (68 punti), Jossi (60 punti), Perry (50 punti). Questa sarebbe la prima serie di tornei di tennis professionale riportata, e non ripetuta fino al 1959, 1960, e poi 1964-68. Riggs si sarebbe riferito a questa serie di tornei come la prova del suo status di numero 1 nella classifica mondiale del tennis professionale.

Il promotore dei due tour Riggs-Budge fu Jack Harris. A metà del 1947, aveva già fatto un accordo con Kramer che sarebbe diventato professionista dopo gli U.S. Championships, indipendentemente dal fatto che fosse il vincitore. Disse anche a Riggs e Budge che il vincitore del Campionato Americano Professionistico di Singolo, che si sarebbe tenuto a Forest Hills, avrebbe stabilito il Campione del Mondo che avrebbe difeso il suo titolo contro Kramer. Riggs si arrabbiò, credendo di aver già stabilito il suo diritto ad essere il campione del mondo in carica in un torneo contro Kramer. Per il secondo anno di fila, Riggs sconfisse Budge nella finale di Forest Hills, questa volta in un serrato match di cinque set. Harris firmò Kramer per il 35% degli incassi lordi e offrì il 20% a Riggs. Poi cambiò idea, come Riggs raccontò nella sua autobiografia, “dicendo che poteva ottenere Ted Schroeder come una delle coppie di supporto, a condizione che sia io che Kramer avremmo ceduto il 2½ per cento delle nostre azioni per costruire l’offerta a Ted. Eravamo entrambi d’accordo – e poi Schroeder ha rifiutato”. Harris allora firmò Pancho Segura e Dinny Pails a 300 dollari (3.440 dollari di oggi) a settimana per giocare la partita di apertura del tour Riggs-Kramer. Riggs andò poi a giocare contro Kramer per il 17½ per cento degli incassi lordi.:16

Il 26 dicembre 1947, Kramer e Riggs si imbarcarono nel loro lungo tour, iniziando con una facile vittoria di Riggs davanti a 15.000 persone, che si erano fatte strada al Madison Square Garden di New York City nonostante una tempesta di neve record, che aveva portato la città ad un punto morto. Il 16 gennaio 1948, Riggs conduceva 8 incontri a 6. Alla fine di 26 incontri, Riggs e Kramer ne avevano vinti 13 ciascuno. A quel punto, però, Kramer aveva intensificato la sua seconda di servizio per approfittare dei veloci campi indoor su cui giocavano e ora era in grado di impedire a Riggs di avanzare a rete. Kramer aveva anche iniziato il tour giocando gran parte di ogni partita dalla linea di fondo. Rendendosi finalmente conto che poteva battere Riggs solo dalla rete, cambiò il suo stile di gioco e cominciò a venire a rete su ogni punto. Riggs non fu in grado di gestire lo schiacciante gioco di potenza di Kramer. Per il resto del tour Kramer dominò Riggs senza pietà, vincendo 56 delle ultime 63 partite. Il punteggio finale fu di 69 vittorie per Kramer contro le 20 di Riggs, l’ultima volta che un campione dilettante aveva battuto il re professionista in carica al loro primo tour. In molte delle ultime partite, è stato ipotizzato dagli osservatori che Riggs si sia spesso arreso dopo essere rimasto indietro e abbia lasciato che Kramer corresse verso la vittoria. Riggs dice nella sua autobiografia che Kramer aveva fatto “quasi centomila dollari … solo nel tour americano, mentre io ne ho presi quasi cinquantamila come mia parte”:25

Nel 1951, più di 20 anni prima di affrontare Court e King, Riggs giocò una breve serie di match contro Pauline Betz. Questi incontri furono programmati per il primo match della serata prima che Kramer affrontasse Segura nella gara principale delle World Series. I match Riggs-Betz si svolsero verso la fine del tour (dopo che l’avversaria di Betz, Gussie Moran, aveva lasciato il tour).

Nonostante negli anni successivi abbia ancora battuto i grandi professionisti come Pancho Segura, Pancho Gonzales, Jack Kramer o Frank Kovacs, Riggs si ritirò presto dal tennis agonistico e si occupò brevemente della promozione del gioco professionale.

Come giocatore senior negli anni 60 e 70, Riggs ha vinto numerosi titoli nazionali in varie fasce d’età.

Grande SlamEdit

Singles : 3 titoli, 2 secondi postiup

Risultato Anno Campionato Superficie Opponente Punteggio
Perdita 1939 Campionati francesi Clay
Stati Uniti

Don McNeill

5-7, 0-6, 3-6
Vince 1939 Wimbledon Erba
Stati Uniti

Elwood Cooke

2-6, 8-6, 3-6, 6-3, 6-2
Vince 1939 U.S. Championships Grass
Stati Uniti

Welby Van Horn

6-4, 6-2, 6-4
Perdita 1940 U.S. Championships Grass
Stati Uniti

Don McNeill

6-4, 8-6, 3-6, 3-6, 5-7
Vince 1941 U.S. Championships In erba
Stati Uniti

Frank Kovacs

5-7, 6-1, 6-3, 6-3

Pro SlamEdit

Singles : 3 titoli, 3 secondi postiup

Risultato Anno Campionato Superficie Opponente Punteggio
Perdita 1942 US Pro Grass
Stati Uniti

Don Budge

2-6, 2-6, 2-6
Vince 1946 USA Pro Erba
Stati Uniti

Don Budge

6-3, 6-1, 6-1
Vince 1947 USA Pro Erba
Stati Uniti

Don Budge

3-6, 6-3, 10-8, 4-6, 6-3
Perdita 1948 USA Pro Erba
Stati Uniti

Jack Kramer

12-14, 2-6, 6-3, 3-6
Perdita 1949 Wembley Pro Indoor
Stati Uniti

Jack Kramer

6-2, 4-6, 3-6, 4-6
Vince 1949 USA Pro Erba
Stati Uniti

Don Budge

9-7, 3-6, 6-3, 7-5

Timeline delle prestazioniModifica

Riggs entrò nel circuito del tennis professionale nel 1941 e di conseguenza gli fu vietato di competere nei Grandi Slam amatoriali.

Key
W F SF QF #R RR Q# A NH
(W) ha vinto; (F) finalista; (SF) semifinalista; (QF) quarto di finale; (#R) round 4, 3, 2, 1; (RR) round-robin stage; (Q#) round di qualificazione; (A) assente; (NH) non tenuto. SR=strike rate (eventi vinti/competuti)

(A*) incontri in 1 set nei turni preliminari.

.

1936 1937 1938 1939 1940 1941 1942 1943 1944 1945 1946 1947 1948 1949 1950 1951 1952 1953 1954 1955 1956 1957 1958 1959 1960 1961 1962 SR W-L Win %
Tornei del Grande Slam 3 / 8 40-5 88.9
Australian Open A A A A A A non tenuto non idoneo 0 / 0 0-0
Open di Francia A A A A F non tenuto non idoneo 0 / 1 6-1 85.7
Wimbledon A A A A W non tenuto non idoneo 1 / 1 7-0 100.0
US Open 4R SF 4R W F W non idoneo 2 / 6 27-4 87.1
Tornei Pro Slam 3 / 18 36-16 69.2
U.S. Pro A A A A A A F A NH A W W W F SF SF A SF 1R QF A QF QF QF A A* A* 3 / 13 29-11 72.5
Pro francese A A A A A non tenuto A NH A A A A A 0 / 0 0-0
Wembley Pro A A A A non tenuto F SF QF QF QF NH NH A A A A A A A 0 / 5 7-5 58.3
Vittoria-Perdita 2-1 5-1 3-1 19-1 5-1 6-0 4-1 0-0 0-0 0-0 0-0 5-0 6-0 4-1 6-1 3-2 3-3 1-1 3-2 0-1 1-1 0-0 0-1 0-1 0-1 0-0 0-0-0 0-0 6 / 26 76-21 78.4

.