Bianco marcato della falena del tussock bruca i focolai

Popolazioni localizzate pesanti dei bruchi della falena del tussock marcato di bianco (Orgyia leucostigma) sono state segnalate in Ohio centrale ed occidentale. Curtis Young (estensione di OSU, contea di Van Wert) ha mostrato le immagini durante il BYGL Zoom Inservice di questa settimana dei bruchi su una varietà di ospiti compreso rosa ed ha notato che aveva ricevuto i rapporti dei punti caldi in Allen, Hancock e contee di Putnam. Ho ricevuto un rapporto dalla contea di Franklin della defogliazione del 100% di un paesaggio redbud.

Anche se questa falena nativa ha il potenziale per produrre focolai diffusi in Ohio, i rapporti che abbiamo ricevuto finora questa stagione corrispondono al suo comportamento abituale. Il più delle volte le popolazioni elevate sono estremamente localizzate, a volte limitate a un singolo paesaggio. Tali focolai sono quasi invariabilmente eventi di una sola stagione e non si ripetono nella stagione successiva.

Tuttavia, le tarme bianche hanno almeno due generazioni per stagione e noi abbiamo sperimentato solo bruchi di prima generazione. Quindi, ce ne sono altri in arrivo.

I bruchi della tignola bianca

I bruchi dall’aspetto caratteristico sono stati registrati mentre si nutrivano di piante appartenenti a 116 generi. Alcune delle piante ospiti più comuni includono melo, tiglio, olmo, acero, quercia, pera, prugne, pioppi, rossastro, rosa, sicomoro, noce e salice.

I primi bruchi si nutrono come scheletrizzatori di foglie e i bruchi più vecchi consumano l’intera foglia lasciando le vene più grandi. Popolazioni elevate sono note per defogliare completamente piccoli alberi in meno di una settimana.

Gli alberi maturi possono riprendersi da pesanti defogliazioni in una sola stagione. Tuttavia, gli alberi che sono sotto stress a causa delle cattive condizioni del sito o gli alberi appena piantati possono subire danni debilitanti per la salute.

Fortunatamente, ci sono molti nemici naturali di questa falena nativa tra cui predatori, parassitoidi e patogeni. Infatti, c’è un ceppo naturale di nucleopolyhedrovirus che è specifico per i bruchi di tussock a marchio bianco ed è noto per causare rapidi crolli di popolazioni di focolai, compresi i bruchi di prima generazione.

Tuttavia, se non sembra esserci un aiuto naturale per sopprimere gli attuali bruchi di prima generazione sugli alberi appena piantati, essi possono essere controllati utilizzando una gamma di insetticidi topici tra cui piretroidi (sintetici), piretri (presenti in natura), o prodotti spinosad. I primi bruchi di seconda generazione possono essere uccisi con prodotti basati sul batterio naturale Bacillus thuringiensis var. kurstaki (Btk); tuttavia, il Btk uccide solo bruchi piccoli.

I bruchi di Tussock Moth a marchio bianco

Come altre tarme del tussock (famiglia Erebidae, sottofamiglia Lymantriinae), i bruchi di Tussock Moth a marchio bianco hanno peli urticanti (peli urticanti). I peli non sono attaccati a ghiandole velenifere come i peli e le setole dei bruchi più pericolosi. Tuttavia, possono perforare la pelle causando orticaria ed eruzioni cutanee in individui che sono molto sensibili all’irritazione.

Bocche di Tussock marcate bianche

Un Tussock quasi simile

Anche se i bruchi di tussock marcati bianchi sono distinti nelle loro marcature e colorazione, altri tussock possono essere scambiati per loro o viceversa. I bruchi della falena tussock definite (Orgyia definite) (amo il nome comune!) sono spesso confusi con i bruchi della falena tussock white-marked. I loro piani corporei sono molto simili; tuttavia, i bruchi di tussock moth definiti sono decisamente gialli. I bruchi preferiscono il salice, ma si possono trovare anche su quercia, acero, bagolaro e betulla.