Albero di noci macadamia: Il trattamento tropicale

Quando pensiamo alle Hawaii, pensiamo a splendide spiagge, sabbia calda, ballerine di hula e fiori di leis. E alcuni di noi pensano anche all’albero delle noci di macadamia!

Questo grazioso e grazioso sempreverde produce una noce oleosa e ricca che è stata usata nei climi tropicali come cibo per generazioni. Ma quello che la maggior parte di noi non capisce è che sono più australiane che hawaiane. Forse dovremmo dire “g’day, mate” (buongiorno, amico) quando ci fratturiamo una di queste grasse pepite di delizia… beh, se non ci volesse così tanto lavoro per romperle.

Una noce difficile da rompere, la macadamia richiede quasi 300 libbre di pressione per pollice quadrato per rompere il guscio. Ma noi le amiamo, difficili da rompere o no. Sono usate in una varietà di piatti, sono ricoperte di cioccolato e sono considerate una prelibatezza tropicale, indipendentemente dalla loro origine.

Discutiamo quindi di tutto ciò che riguarda il magnifico albero delle noci macadamia, e di come anche tu puoi produrre questi deliziosi pezzetti di carne di noce!

Procurati un albero di noci macadamia

Buoni prodotti per coltivare le noci macadamia:

  • Safer Horticultural & Olio spray dormiente
  • Monterey 70% Olio di Neem
  • Monterey BT Caterpillar Killer
  • Southern Ag Liquid Copper Fungicida

Guida alla cura rapida

Alberi di noce macadamia
Gli alberi di macadamia possono raggiungere fino a 40 piedi di altezza. Fonte: Big Scout Project
Nome/i comune/i Macadamia, Dado del Queensland, dado del cespuglio, dado maroochi, dado bauple, dado Hawaii
Nome scientifico Macadamia integrifolia, Macadamia ternifolia, Macadamia tetraphylla
Mesi di raccolta Settembre ad aprile
Luce Pieno sole, ma può tollerare sole parziale in climi molto caldi
Acqua: Annaffiature regolari e costanti, di più quando l’albero è molto giovane
Suolo Ricco, fertile terreno argilloso – leggermente acido
Fertilizzante Fertilizzante bilanciato due volte l’anno, leggermente più basso di azoto, se possibile
Peste Tripidi, acari, cocciniglie, piralide delle noci di macadamia, cimice puzzolente
Malattie Antracnosi, canker

Tutto sulle noci di macadamia

Anche se l’albero di macadamia è una coltura commerciale popolare nelle Hawaii, è in realtà originario dell’Australia nord-orientale. L’albero viene coltivato anche in Africa, Asia e America Latina, così come nei climi caldi della Florida e della California negli Stati Uniti.

L’albero di macadamia fa parte della famiglia delle Protaceae. Anche se ha una crescita lenta, una volta che l’albero inizia a fruttificare, continua a produrre per anni.

Il suo fogliame è di una ricca tonalità di verde intenso, con foglie oblunghe a punta smussata che hanno margini spinosi e seghettati. Queste foglie si sviluppano in gruppi da tre a sei, ma quasi mai singolarmente. Quando fiorisce, i suoi fiori crescono su lunghe spighe chiamate racemi, ognuna delle quali ha da cento a centocinquanta fiori. L’albero medio produce circa 2500 fiori in una data stagione di fioritura.

Gli alberi impiegano dai sette ai dieci anni prima di iniziare a produrre noci raccoglibili. L’albero cresce fino a un’altezza di 7-40 piedi, anche se quelli usati nella coltivazione commerciale sono di solito tenuti corti per facilitare la raccolta.

Le sue noci si sviluppano all’interno di un guscio legnoso rotondo e duro. Questo guscio è circa cinque volte più duro di una nocciola da rompere, e ha tutta una serie di usi da solo.

I gusci sono spesso bruciati a temperature estremamente alte per creare carbone attivo per usi come la filtrazione dell’acqua. Possono essere macinati per produrre un fertilizzante per l’albero stesso, o usati come pacciame. Vengono anche usati nel barbecue in buca, dato che i gusci che bruciano non aggiungono sapori sgradevoli al cibo. Occasionalmente sono usati per creare una forma di pannello di particelle che è particolarmente resistente all’umidità, evitando che si deformi. E, naturalmente, fanno un eccellente biochar.

All’interno di questi gusci si trova la vera festa. La noce di macadamia è composta per quasi l’80% di olio, il che la rende una noce estremamente calorica e saporita. Di solito c’è solo una noce per guscio, anche se occasionalmente se ne possono formare due. Queste deliziose noci sono ricche di fibre alimentari, grassi monoinsaturi e sono considerate un alimento a basso indice glicemico.

Altri nomi della noce di macadamia sono: noce del cespuglio, noce del Queensland, noce delle Hawaii, noce bauple o noce maroochi.

Tipi di macadamia

Macadamia in fiore
Quando è in fiore, i racemi di macadamia possono avere decine di fiori per stelo. Fonte: Tatters

Ci sono tre tipi di alberi di noci di macadamia che producono noci commestibili. Questi sono Macadamia ternifolia, Macadamia integrifolia e Macadamia tetraphylla.

  • La Macadamia integrifolia è originaria del Queensland, Australia. Ha fiori dal bianco al rosa con frutti legnosi e arrotondati. Le foglie sono abbastanza lunghe con margini dentati.
  • Macadamia ternifolia è un albero più piccolo, a più fusti, che cresce fino a 26 piedi di altezza. Anche questo è originario del Queensland, Australia, con foglie che sono opache dall’alto e pallide dal basso. Ha petali rosa lunghi 6-8,5 mm.
  • Macadamia tetraphylla è un albero resistente ma piccolo. Originario dell’Australia, l’albero si trova tipicamente nelle foreste pluviali o lungo i confini e i ruscelli dove il terreno è più fertile.

Una quarta specie di albero di macadamia, Macadamia jansenii, si trova anch’essa in natura in Australia. Tuttavia, le sue noci sono velenose e quindi di solito non viene coltivata.

Ci sono molte cultivar di noci di macadamia là fuori, ma ecco alcune delle più comuni.

  • Beaumont è una cultivar ibrida di Macadamia integrifolia e M. tetraphylla. Ha fiori rosa brillante che appaiono su lunghi racemi con vibranti foglie rossastre. Questa cultivar ha anche grappoli d’uva che possono finire per spezzare i rami. Le noci di macadamia non cadono una volta che sono mature, ma questa cultivar produce noci che sono più facili da rompere.
  • Maroochy è puramente una cultivar M.tetraphylla, che viene prodotta per il suo sapore ricco, la resa del raccolto sano, e la facile impollinazione del ‘Beaumont’.
  • Renown è una cultivar ibrida di M. integrifolia e M. tetraphylla. Essendo un albero di macadamia che si espande, produce le rese più alte. Le noci, tuttavia, non hanno molto sapore e hanno un guscio molto spesso.
  • Nelmac II è originario del Sud Africa ed è un cultivar ibrido di M. integrifolia e M. tetraphylla. Questo ha un sapore più dolce. Molte persone amano gustare i semi non cotti per la loro dolcezza. È nota per l’impollinazione di “Beaumont” e produce noci deliziose.

Pianta

Noci di macadamia non mature
Quando è acerba, il mallo esterno è verde e si confonde con il fogliame. Fonte: eekim

Piantare noci di macadamia è relativamente facile. Ma ci vorranno anni per crescere e svilupparsi prima che producano gustose prelibatezze, quindi ecco come prendersi cura di loro sia mentre si sviluppano che dopo!

Quando piantare

I semi di macadamia dovrebbero essere piantati in casa durante il tardo autunno e l’inizio dell’inverno. Questo permette loro di avere tutto il tempo per germinare prima della primavera. Quando il clima primaverile si riscalda, le nuove piantine possono essere indurite gradualmente alle temperature esterne, ma bisogna fare attenzione a non esporle al freddo perché sono suscettibili quando sono giovani.

Similmente, i giovani trapianti possono essere piantati in primavera, ma dopo che l’ultima possibilità di gelo è già passata. Gli alberi più vecchi possono tollerare un po’ di freddo e calore eccessivo, ma quelli giovani sono a rischio di danni da gelo o bruciatura delle foglie.

Dove piantare

Selezionare una posizione che riceva pieno sole tutto l’anno, ma che sia protetta dal vento forte. Mentre una macadamia matura può essere un frangivento molto efficace, i suoi fiori sono a rischio di danni da venti forti. Se le coltivate per le loro noci, non volete che quei lunghi racemi di fiori siano danneggiati quando appaiono!

Le macadamie coltivate in vaso hanno bisogno di spazio per un sano sviluppo delle radici. Assicurati che la dimensione del vaso corrisponda all’altezza e all’età dell’albero per una buona crescita.

Come piantare

Se stai piantando nel terreno, allenta il terreno in almeno un cerchio di 3-4 piedi intorno all’area di impianto, e almeno 3′ di profondità. Assicurati che il terreno dreni bene l’acqua in eccesso, e modifica se necessario per migliorare il drenaggio.

La maggior parte degli alberi di macadamia integrifolia arriva in un vaso al momento dell’acquisto, e tutte le piante che hai iniziato dai semi saranno anche in vaso. Rimuovi con attenzione il tuo albero dal suo vaso, controllando le radici per assicurarti che non stiano girando in tondo. Se lo sono, usa le dita per aprire leggermente la massa delle radici.
Pianta i tuoi alberi alla stessa profondità alla quale sono stati piantati nel contenitore. Non piantarli più in profondità di quanto lo fossero in precedenza, perché questo può causare il marciume del tronco. Il tuo albero crescerà nella sua posizione per un bel po’ di tempo, quindi vuoi assicurarti che rimanga in salute.

Le piante che vengono messe in contenitori dovrebbero avere un contenitore abbastanza grande per gestire la loro zolla. Apri di nuovo le radici a mano ed esamina le dimensioni, poi scegli un contenitore che si adatti alle dimensioni del tuo albero in quel momento. Potrebbe essere necessario rinvasarlo in futuro per dargli più spazio.

Cura della macadamia

Macadamia in pieno fiore
La macadamia può produrre migliaia di fiori per periodo di fioritura. Fonte: Tatters

Coltivare le noci di macadamia non richiede enormi quantità di tempo e fatica, ma c’è una manutenzione annuale da fare. Garantire la continua salute del tuo albero è essenziale. Andiamo oltre alcuni consigli per la cura che vi aiuteranno.

Sole & Temperatura

Quando si coltivano alberi di macadamia, le zone di crescita ideali sono tra 9-11. Questo fornisce il giusto clima annuale e il minor rischio di gelo o condizioni di congelamento per il tuo albero. Possono essere coltivati al di fuori di queste regioni, ma potrebbero non avere lo stesso rendimento.

Le condizioni di pieno sole sono ideali per il tuo albero. Se hai estati torride, anche l’ombra parziale può funzionare, purché l’albero abbia una buona quantità di sole al mattino.

Mentre la temperatura di crescita ideale per le piante è tra i 65 e gli 85 gradi, può tollerare periodi di tempo al di sopra o al di sotto.

Temperature che superano costantemente i 95 gradi possono ridurre il raccolto di noci di macadamia, perché l’albero può subire uno stress termico. Un albero stabilito piantato nel terreno può gestire meglio i climi più caldi perché le sue radici vanno più in profondità, ma le piante in contenitore non hanno questa opzione, quindi assicurati di mantenere idratati gli alberi coltivati in contenitore.

Quando la temperatura scende sotto i 45 gradi, il tuo albero può iniziare a soffrire. Offri una protezione avvolgendo il tronco in una coperta o in una borsa commerciale per alberi. Gli alberi con meno di 3 anni sono i più a rischio e dovrebbero essere completamente insacchettati, anche se bisogna fare attenzione a cercare di tenere il sacchetto lontano dal fogliame usando pali come ulteriore supporto per il sacchetto.

Acqua & Umidità

L’irrigazione costante e regolare è importante per la coltivazione delle noci di macadamia. Questo è particolarmente importante durante certe fasi del ciclo di sviluppo. Una volta che la noce inizia a formarsi, l’acqua è necessaria per garantire che la noce finale sia grassa e saporita. Troppa poca acqua durante questo periodo si tradurrà in una formazione inferiore delle noci.

Un periodo di crescita vegetativa si verifica durante la tarda primavera e attraverso i mesi estivi. Durante questo periodo, l’acqua è necessaria anche per assicurare che la pianta abbia abbastanza umidità per sviluppare il fogliame. Gli alberi più giovani richiedono più acqua di quelli maturi, perché stanno crescendo a un ritmo molto più elevato.

Cercate di annaffiare all’inizio della giornata, quando possibile. Per i primi anni, un secchio da cinque galloni di acqua applicato lentamente intorno alla zona delle radici ogni due giorni durante i mesi caldi è una buona quantità. Anche l’irrigazione a goccia o a pioggia è un’opzione, purché ci si assicuri che l’albero riceva un’umidità costante e uniforme.

Suolo

Gli alberi di noce di macadamia crescono meglio in terreni profondi, argillosi e ben drenati. Preferiscono anche un pH leggermente acido di 5,0-6,5. Anche se crescono in altri tipi di terreno, tendono ad essere meno vigorosi. Anche un terreno ricco di sali naturali può avere un impatto negativo sulla crescita dell’albero.

Gli alberi apprezzeranno anche la pacciamatura perché aiuta a prevenire la perdita di umidità. La pacciamatura può aiutare molto in questo senso, così come prevenire le erbacce competitive. Gli stessi gusci di macadamia possono essere un pacciame molto efficace in uno strato profondo 3-4″. Evitare di mettere la pacciamatura direttamente contro il tronco, lasciando almeno qualche centimetro di spazio intorno al tronco per proteggerlo.

Fertilizzazione

Macadamia in guscio sull'albero
Prima della maturazione, il guscio esterno si divide per rivelare la noce con guscio all’interno. Fonte: claspingwalnut

Coltivatori lenti, troverete che il vostro albero di macadamia non richiede molto fertilizzante. Un mix di agrumi o un’emulsione di pesce che contiene non più dell’1% di azoto può essere applicato due volte all’anno. Anche le formule per gli alberi da frutta possono funzionare, purché siano nella giusta gamma di azoto.

Il letame stagionato o il compost possono essere applicati al posto di almeno una delle dosi annuali di fertilizzante, purché siano abbastanza densi di nutrienti.

Applica il fertilizzante all’inizio della primavera quando inizia la nuova crescita, e poi di nuovo a metà estate. Non concimare in autunno o nei mesi invernali.

Formazione

Ripara l’albero regolarmente rimuovendo i rami malsani o morti e quelli che stanno crescendo verso l’interno. Questa potatura aiuterà il flusso d’aria, preverrà il marciume delle radici, manterrà l’albero all’altezza che desideri e gli darà una bella forma.

La potatura può essere fatta in qualsiasi momento, ma il momento migliore è in maggio o giugno dopo la raccolta. Usare cesoie sterilizzate o troncarami sterili.

Propagazione

Le Macadamie si propagano facilmente da seme, ma possono passare 8-12 anni prima che l’albero produca un raccolto. Inoltre, gli alberi possono non essere produttori pesanti come il loro albero genitore, a seconda della cultivar coltivata.

Un modo più coerente di propagazione è l’innesto, ma gli alberi di macadamia sono spesso difficili da innestare. Una semplice tecnica di innesto a frusta è la più comune, ma anche gli innesti laterali sono efficaci. Dato che l’albero produce legno duro, è meglio lasciare l’innesto delle macadamie al personale dei vivai.

Le talee di legno tenero possono essere fatte radicare con l’applicazione di ormone radicante. Questo è più fattibile per i coltivatori domestici.

Raccolta & Conservazione

Albero delle noci macadamia
L’albero delle noci macadamia produce noci ricche e deliziose che tutti amiamo mangiare. Fonte: paloetic

Così stai coltivando noci di macadamia… come fai a sapere quando hanno iniziato a produrre noci che sono mature? Ancora più importante, quando e come dovresti raccogliere e conservare le tue sudate macadamie? Parliamo di questo.

Raccolta

Le noci di macadamia mature cadranno dal tardo autunno all’inizio della primavera. Per alcune cultivar, potrebbe essere necessario spingere le noci con un cestino per farle cadere. Scuotere può far cadere anche le noci acerbe, quindi cerca di evitare di scuotere i rami dell’albero per incoraggiarne la caduta.

Posa un telo alla base dell’albero per prendere le noci, o vai a raccoglierle da terra quando sono cadute. Una gita giornaliera per raccogliere le macadamie mature dovrebbe permetterti di avere una fornitura considerevole, dato che l’albero medio può produrre 30-50 libbre di noci a 10 anni di età.

Il guscio esterno che circonda il guscio dovrebbe asciugarsi e diventare marrone prima della sua caduta a terra. Rimuovere il guscio esterno, lasciando il guscio e la sua noce al loro posto, e lasciarli asciugare in un luogo asciutto lontano dalla luce del sole per 2-3 settimane. Una volta asciugate all’aria, mettete le noci in guscio in un disidratatore o in un forno a 100-115 gradi Fahrenheit per 12 ore, mescolando di tanto in tanto e facendo attenzione a non farle cuocere.

Una volta asciugate completamente in questo modo, i gusci duri possono essere rotti per estrarre la carne delle noci.

Conservazione

Una volta completamente asciutte, le macadamie mature possono essere tostate o lasciate crude. Le macadamie possono essere conservate in contenitori ermetici a temperature tra i 40 e i 65 gradi o congelate.

Per arrostire le noci, mettete le noci sgusciate su un vassoio, facendo attenzione a distribuirle. Evitare di impilarle a più di 2 metri di profondità. Arrostire in forno per 40-50 minuti, mescolando di tanto in tanto. Possono poi essere salate o meno (a piacere) prima di conservarle. Le noci producono abbastanza oli naturali da non rendere necessario l’uso di olio per la tostatura.

Risoluzione dei problemi

Noci di macadamia in guscio e mallo
Queste deliziose noci sono nascoste in un guscio molto duro, coperto da un mallo. Fonte: RaeAllen

Per quanto belli siano gli alberi di macadamia, sono comunque soggetti a parassiti e malattie. Ecco come mantenere le tue piante libere dalla maggior parte dei parassiti e delle malattie, così come dalla maggior parte degli altri problemi della macadamia!

Problemi di crescita

Un’ondata di calore nel momento sbagliato può ridurre il raccolto finale. Questo è particolarmente vero se avviene durante la fioritura. Allo stesso modo, il vento forte può ridurre i raccolti se colpisce quando la fioritura è in corso. Anche se non si può fermare il caldo o il vento forte, offrire un riparo dal vento è un’opzione quando si pianta per la prima volta. Un’annaffiatura extra durante i periodi di calore elevato può rallentare il declino delle noci.

Evitare di annaffiare eccessivamente i vostri alberi. A loro piace l’acqua, ma se il terreno è fangoso o eccessivamente bagnato, può portare a condizioni di marciume radicale.

I parassiti

Negli Stati Uniti, pochissimi parassiti sono probabili sulla macadamia. Quelli che si verificano sono più della categoria dei fastidi.

I tripidi possono abitare i racemi fioriti della vostra pianta. Questi fastidiosi piccoli parassiti banchettano con le linfe delle piante e possono ridurre il raccolto. Possono continuare a vivere sulla buccia, nutrendosi anche di quella. L’applicazione di un olio orticolo dovrebbe ridurre il loro numero.

Gli acari possono anche abitare il guscio intorno alle vostre noci, e lo mangeranno lasciando la noce esposta a rischi ambientali. Gli acari larghi possono anche nutrirsi dei fiori, riducendo l’allegagione delle noci. Come per i tripidi, l’olio per orticoltura riduce il loro numero.

Gli insetti delle scaglie possono accumularsi sugli steli. Come i tripidi, questi sono succhiatori di linfa, ma raramente causano gravi danni se si trovano solo su alcune foglie. Potete semplicemente tagliare via le foglie infestate. L’olio orticolo ridurrà o rallenterà anche il loro sviluppo.

La piralide delle noci di macadamia è una larva di falena che può causare gravi danni alle noci immature prima che si formino i gusci duri. Questi bruchi sgranocchiano sia il fogliame che il frutto stesso, e possono causare gravi danni nel tempo. Applicazioni di bacillus thurigiensis eliminano le larve.

Infine, la cimice puzzolente è un parassita comune… ma anche un vantaggio, se si tratta della varietà giusta. Alcune forme di cimice puzzolente si nutrono degli altri parassiti ma non dell’albero. Il rischio si presenta se le cimici sono più interessate alla macadamia stessa. Se cominciate a vedere macchie ingiallite o fogliame masticato e notate insetti alati piatti, simili a coleotteri, quello è il vostro colpevole. L’olio di neem è efficace contro di loro all’inizio, e anche l’olio orticolo può essere efficace, anche se meno del neem.

Malattie

L’antracnosi può infettare foglie e noci nelle zone umide. Questa malattia fungina può essere trattata spruzzando il fogliame e i baccelli delle noci con un fungicida liquido a base di rame. Se solo alcune foglie mostrano segni di antracnosi, si può essere in grado di rimuoverla semplicemente con una leggera potatura.

Se il tronco è danneggiato da un’erbaccia o da altre lesioni, può sviluppare cankering. Queste cancherie sono generalmente abbastanza innocue, ma alcuni tipi possono causare il marciume del tronco. Evita di danneggiare il tronco tenendo lontane le erbacce e l’erba e pacciamando spesso sotto la chioma dell’albero per ridurre l’ulteriore crescita delle erbacce.

Domande frequenti

Q: Quanto tempo ci vuole per far crescere un albero di noci di macadamia?

A: Se si parte dai semi, possono passare 8-12 anni prima che produca in modo consistente.

Q: Servono due alberi di noci di macadamia?

A: Per l’impollinazione incrociata, servono almeno due alberi. La maggior parte delle varietà di macadamia non sono autoimpollinanti e non possono produrre frutti senza un impollinatore vicino.

Q: Le noci di macadamia sono tossiche per i cani?

A: Sì, lo sono. L’ingestione di più di 2 g di noci di macadamia per chilogrammo di peso corporeo può causare una vasta gamma di sintomi, tra cui vomito, debolezza, febbre, tremore o depressione.

I pollici verdi dietro questo articolo: