Alaska Fish & Wildlife NewsGennaio 2008

Volo dell’aquila e altri mitiLe aquile non mangiano bambini o animali domestici

Di Riley Woodford
caption follows

Un’aquila scende in picchiata per afferrare un pesce. Le aquile pesano da 8 a 12 libbre e possono trasportare circa tre o quattro libbre. ADF&G photo.

Ogni pochi anni una storia fa il giro di un’aquila calva che porta via un cane o cerca di strappare il gatto di qualcuno. I biologi che studiano i rapaci e le persone che vivono intorno alle aquile hanno visto un sacco di rapimenti e trasporti – così come di picchiate e nuoto – e hanno offerto intuizioni su ciò che le aquile possono e non possono fare. Le ali di un’aquila devono sostenere l’uccello da otto a dodici libbre, così come qualsiasi cosa l’uccello stia trasportando, e le migliori stime mettono la potenza di sollevamento di un’aquila a quattro o cinque libbre. Ma non è così semplice.

Il sollevamento dipende non solo dalle dimensioni delle ali, ma dalla velocità dell’aria. Più veloce vola un uccello (o un aereo), maggiore è il potenziale di portanza. Un’aquila che atterra sulla spiaggia per prendere un pesce, e poi decolla di nuovo, è limitata ad un carico minore di un’aquila che scende in picchiata a 20 o 30 miglia all’ora e prende un pesce. Lo slancio e la velocità danno all’uccello la capacità di trasportare più peso.

Il biologo Ron Clarke ha conseguito un master studiando i rapaci, ed è un falconiere che addestra i rapaci. Va a caccia con un gyrfalco e un falco pellegrino, e ha detto che il suo gyr da 45 once può portare un’anatra da 8 once abbastanza facilmente. “Non può fare lo stesso con un germano reale, però”, ha detto. A circa due libbre, un germano reale è quattro volte il peso di una testa di bufalo.

Clarke ha detto che un’aquila con slancio è una storia diversa.

“Su una spiaggia aperta, non ho dubbi che un’aquila con una testa piena di vapore potrebbe prendere un cane di sei o otto libbre e continuare ad andare”, ha detto Clarke. “Se atterrasse per uccidere un cane di dieci libbre, e poi cercasse di raccogliere e volare da un punto morto, potrebbe alzarsi da terra? Probabilmente no”.

Le aquile porteranno carichi più pesanti a breve distanza. Mike Jacobson ha trascorso decenni come specialista nella gestione delle aquile per l’U.S. Fish and Wildlife Service e recentemente è andato in pensione.

“C’erano storie di aquile che portavano via neonati e bambini piccoli, ma nessuna di queste cose è mai stata documentata”, ha detto. “Possono raccogliere e trasportare al massimo quattro o cinque libbre e volare via con esse. Possono sollevare un po’ di più e saltellare, ma non possono portarlo via.”

Volare può essere un diritto di nascita dell’aquila, ma richiede abilità. I falconieri e gli appassionati di birdwatching possono testimoniare che scendere in picchiata per catturare la cena, o strappare il cibo dall’acqua, richiede tecniche che si affinano con l’esperienza. I giovani predatori sviluppano le loro abilità di caccia per tentativi ed errori, giocando e testando i limiti. Le giovani aquile si fiondano su bottiglie galleggianti, tentano di sollevare salmoni troppo pesanti e indagano su nuovi oggetti.

caption follows

“C’erano storie di aquile che portavano via neonati e bambini, ma nessuna di queste è mai stata documentata”, ha detto Mike Jacobson, un esperto di aquile.

Jacobson ha detto che un’aquila immatura è più probabile che piombi su qualcosa di inappropriato, come un grosso cane sulla spiaggia. La gente poi reagisce in modo eccessivo e sostiene che le aquile sono cani da caccia. “Si esagera” ha detto. “Le aquile non cacciano gatti e piccoli cani.”

La stragrande maggioranza della dieta delle aquile nel sud-est è il pesce. Jacobson ha detto che in altre aree la dieta varia di più, poiché le aquile approfittano delle opportunità locali. Le aquile che vivono vicino alle colonie di uccelli marini mangiano più uccelli, e le aquile dell’interno prendono più uccelli e piccoli mammiferi rispetto alle aquile del sud-est. Jacobson una volta ha visto un’aquila che portava un visone e ha sentito storie di aquile che portavano piccoli topi muschiati. Le aquile nelle Aleutine sono note per predare i cuccioli di lontra marina durante la stagione di pupping. Ma il pesce è il pane e il burro delle aquile calve.

Le altre aquile sono diverse. Jacobson ha detto che le aquile dorate sono molto paragonabili per dimensioni e peso alle aquile calve, ma mirano a prede diverse. “Le aquile dorate non sono più grandi o più forti, ma hanno un comportamento molto diverso”, ha detto.

Anche se le aquile calve non prendono attivamente di mira i gatti, Jacobson ha sentito alcune storie che sembravano plausibili. Un piccolo gatto è certamente nelle capacità di un’aquila. “Le aquile hanno occasionalmente inchiodato i gatti della gente”, ha detto. “È raro, ma la gente le vede a volte scendere in picchiata sui gatti”.

David Hunsaker una volta ha trovato un collare di gatto in un nido d’aquila. Il nido è proprio fuori dalla finestra della sua casa di Tee Harbor, e lui ha fatto una grande quantità di osservazione delle aquile negli ultimi dodici anni. Lui e sua moglie hanno visto una coppia di aquile costruire il nido, e hanno visto le aquile incubare le uova, consegnare il cibo e allevare una serie di nidiate di pulcini. Hanno visto i pulcini crescere e volare.

“Il collare del gatto era divertente”, ha detto. “Aveva un campanello attaccato per avvertire gli uccelli. Era ancora allacciato.”

Hunsaker ha aggiunto che il collare non prova necessariamente che le aquile abbiano portato un gatto al nido. Nel nido c’era anche un sonaglio per bambini. “Mi immagino quel sonaglio stretto in un pugno paffuto, ma non è probabile che le aquile abbiano catturato un bambino.”

E’ anche possibile che il gatto fosse una carcassa della strada. Ha visto qualche volta una pelliccia nel nido e qualche uccello insanguinato, ma ha detto che le aquile sono quasi esclusivamente mangiatrici di pesce.

“La maggior parte sono aringhe o smelt, piccoli pesci lunghi circa otto pollici”, ha detto. Ha visto molti salmoni consegnati al nido, di solito a pezzi. “Portano mezzo salmone, di solito rosa, poi partono e tornano con quella che sembra essere l’altra metà. Quindi lo smembrano da qualche parte. Non li ho mai visti portare un coho o un sockeye intero, ma pezzi.”

Hunsaker dubita dei resoconti di aquile che prendono piccoli cani non perché non potrebbero portarlo, ma perché nelle sue osservazioni, le aquile sono molto diffidenti verso le persone. Anche se il nido è vicino alla casa, gli uccelli non si appollaiano sulla cima della casa, sul ponte o sui vicini pali della luce. “Sono molto diffidenti verso le persone”, ha detto. “Non hanno intenzione di strappare un cane dal guinzaglio, o proprio di fronte al proprietario.”

caption follows

Le aringhe e altri piccoli pesci sono il pane e il burro per le aquile calve nella costa dell’Alaska. ADF& Foto G.

Il biologo Phil Schempf lavora per lo U. S. Fish and Wildlife Service nella gestione dei rapaci e degli uccelli migratori. Non ha dubbi che un’aquila potrebbe uccidere un piccolo cane o un gatto se si presentasse l’occasione, e portarlo o almeno pezzi di esso a un nido. “La mia sensazione è che non succede molto spesso però”, ha scritto in una e-mail. “Speculerei che è dovuto al fatto che le aquile sono diffidenti nell’avvicinarsi alle persone o nel foraggiarsi in aree nuove come i cortili delle persone. Le aquile si nutrono tipicamente lungo le spiagge o le aree ripariali dove è raro che cani e gatti siano incustoditi dai loro proprietari”.

Un’aquila viene a volte avvistata in acqua, con gli artigli agganciati su un pesante salmone, remando faticosamente verso la riva con le sue ali. È uno stile di nuoto goffo, ma funziona. Si dice che l’aquila non può lasciare la presa, che gli artigli in qualche modo si agganciano al pesce. Questo non è vero. Non c’è nessun meccanismo di bloccaggio involontario, e l’aquila potrebbe lasciarlo andare se volesse. L’uccello affamato ha semplicemente deciso che il pasto vale la pena di nuotare.

Jacobson ha detto che nel corso degli anni ci sono state una serie di osservazioni di aquile che afferrano il pesce e vengono tirate sott’acqua. Ha detto che non è perché non possono rilasciare i loro artigli, “Possono lasciarsi andare”, ha detto.

“È comune per loro afferrare un pesce che è troppo pesante per volare…non possono decollare ma possono trainarlo a riva, remando con le loro ali. Sono ottimi nuotatori. Hanno una spessa peluria, quindi galleggiano abbastanza bene. Occasionalmente annegano se sono troppo lontani dalla riva.”

Il biologo della fauna selvatica Rich Lowell di Petersburg ha detto che non è insolito che le aquile finiscano in acqua. Il suo ufficio accanto a un impianto di lavorazione del pesce si affaccia sull’acqua e ha visto un’aquila atterrare intenzionalmente sull’acqua per raccogliere gli scarti di pesce scartati dai lavoratori. Ha detto che, contrariamente alla credenza popolare, un’aquila può decollare dalla superficie dell’acqua, purché non si sieda troppo a lungo e si bagni le ali. Ha aggiunto che mentre le aquile possono certamente agganciarsi con i loro artigli, è un’azione puramente volontaria e possono rilasciare a volontà.

Riley Woodford è uno scrittore per l’Alaska Department of Fish and Game. È l’editore di Alaska Fish and Wildlife News e produce il programma radiofonico Sounds Wild.

Abbonati per essere avvisato sui nuovi numeri

Ricevi un avviso mensile sui nuovi numeri e articoli.