3 modi per capire la differenza tra influenza e polmonite

Se ti senti male all’improvviso, questo è un grande indizio.

Madeleine Burry

Aggiornato il 04 dicembre, 2018

Non c’è niente di piacevole nell’essere malati-e questo è particolarmente vero se si prende l’influenza o la polmonite, che possono lasciarti sentire assolutamente miserabile. E, poiché le due malattie debilitanti hanno una costellazione simile di sintomi (si pensi: febbre, tosse), può essere difficile sapere se si tratta di polmonite o di influenza.

Difficile, ma non impossibile. E vale la pena saperlo, dato che aiuta a determinare quando (e se) ci si reca nell’ufficio del medico. Scopri i dettagli indispensabili su come distinguere tra polmonite e influenza, insieme al modo migliore per evitare di contrarre entrambe.

RELATO: 8 Segni che la tua tosse potrebbe essere in realtà una polmonite

Quali sono i tuoi sintomi precisi?

“Un mal di testa e dolori muscolari diffusi sono molto più comuni con l’influenza che con la polmonite”, dice Roger Lovell, MD, uno specialista di malattie infettive al Piedmont Athens Regional Medical Center. Altri sintomi comuni dell’influenza: mal di gola, naso chiuso, sintomi gastrointestinali (come vomito o diarrea) e tosse.

La tosse è anche un sintomo principale della polmonite, ma ha una natura diversa. Una tosse da polmonite tende ad essere produttiva, portando su catarro di colore scuro che può contenere sangue, dice il dottor Lovell. La polmonite è caratterizzata principalmente da sintomi respiratori, dice Joshua Scott, MD, medico di medicina dello sport di cura primaria al Cedars-Sinai Kerlan-Jobe Institute di Los Angeles-che include mancanza di respiro o difficoltà di respirazione.

Se è l’influenza, i sintomi sono di solito molto più grave, dice il dottor Scott.

Quanto velocemente ha mostrato i tuoi sintomi?

È molto comune che i sintomi dell’influenza – febbre, dolori muscolari, naso chiuso, mal di gola, ecc – arrivino così all’improvviso che è possibile individuare il momento esatto in cui è iniziata tutta la tua sofferenza, dice Kimberly Brown, MD, MPH, un medico di medicina d’urgenza a Memphis.

La polmonite, al contrario, in genere ha un ingresso meno drammatico, con i sintomi che aumentano in diversi giorni, dice il dottor Lovell.

RELATO: Bronchite vs. polmonite: come distinguere la differenza

Cosa dice il tuo medico?

Vedere tonnellate di pazienti dà ai medici un talento per sapere quale malattia è quale. “A volte i pazienti arrivano e sembrano avere l’influenza”, dice il dottor Brown – l’aria di miseria, insieme al naso che cola, è un indizio anche prima che lei chieda dei sintomi.

I medici usano anche strumenti diagnostici. Ascoltare i polmoni o fare una radiografia del torace può rivelare i segni della polmonite.

“C’è un test del tampone nasale che può determinare se hai il vero virus dell’influenza”, dice il dottor Scott.

Quando si tratta di virus – polmonite virale o influenza – non c’è molto che i medici possano fare per aiutare, con una grande eccezione. Se hai l’influenza, e vai dal medico subito dopo aver notato i sintomi, il medico può prescrivere un farmaco antivirale, come il Tamiflu, per ridurre il corso e la gravità dei sintomi, dice il dottor Scott.

La fregatura? Gli antivirali sono efficaci solo se li usi al più presto – entro uno o due giorni dall’inizio dei sintomi. E prendere il Tamiflu non è necessariamente un’esperienza piacevole; gli effetti collaterali possono includere nausea, vomito, diarrea e vertigini. “Gli effetti collaterali possono essere peggiori degli effettivi sintomi dell’influenza”, dice il dottor Brown.

Anche se si perde la finestra per gli antivirali, vale ancora la pena di ottenere una diagnosi, dice il dottor Scott. Una visita medica è un’opportunità per escludere complicazioni dell’influenza o la possibilità di avere un’altra malattia (come la polmonite), dice. E, se avete membri vulnerabili nella vostra casa – come una persona anziana, per esempio – potrebbero voler prendere Tamiflu come misura preventiva, dice.

E che dire se si pensa di avere la polmonite? Questo è più complicato. Avrai bisogno di visitare il medico se hai una polmonite batterica per ottenere una prescrizione di antibiotici. Questo non è necessario per la polmonite virale, che per lo più devi aspettare mentre tratti i sintomi.

Il consiglio del dottor Brown: “Se sei preoccupato per uno qualsiasi dei tuoi sintomi, dovresti vedere subito un medico.”

Se si scopre che hai una polmonite virale o l’influenza (e non hai preso il Tamiflu), i medici in genere raccomandano cure di supporto: Riposare, bere molti liquidi e gestire i sintomi con farmaci da banco. Considera questa un’ulteriore prova che il consiglio di tua nonna di mangiare un po’ di brodo di pollo quando ti senti poco bene è una buona politica.

RELATO: 13 rimedi casalinghi per la bronchite che potrebbero finalmente alleviare la tua tosse

Il buon senso e le vaccinazioni sono le migliori tattiche di prevenzione

L’influenza è uno dei virus che possono causare la polmonite, dice il dottor Lovell. Ecco perché: Tutte quelle secrezioni dal tuo naso chiuso, combinate con la disidratazione che spesso accompagna l’influenza, creano un ambiente in cui i batteri possono moltiplicarsi troppo velocemente per il tuo corpo, portando potenzialmente alla polmonite batterica, spiega il dottor Scott.

Se non hai ancora fatto il vaccino per l’influenza, vai subito dal medico o in farmacia. “Le vaccinazioni sia per l’influenza che per la polmonite salvano la vita e diminuiscono le ospedalizzazioni”, dice il dottor Lovell.

Per le persone sane, il vaccino riduce le possibilità di prendere l’influenza, dice il dottor Scott. E mentre è ancora possibile prendere l’influenza anche dopo una vaccinazione, l’iniezione ridurrà sia i sintomi che la durata dell’influenza, dice il dottor Scott. I vaccini possono anche aiutare a prevenire la causa più comune di polmonite batterica, dice il dottor Lovell. (Questi sono di solito raccomandati per i bambini piccoli, gli adulti più anziani e le persone con certe condizioni di salute sottostanti.)

Oltre a farsi vaccinare, considerare di avere una politica di mani libere durante questa stagione ricca di germi, evitando abbracci e strette di mano, dice il dottor Scott, e lavarsi spesso le mani (e soprattutto dopo le strette di mano). Questo vi aiuterà ad evitare di ammalarvi. Pulire le superfici potenzialmente coperte da germi a casa e al lavoro, dice il dottor Brown. E, aggiunge il dottor Lovell Bere molta acqua e mantenere una buona alimentazione.

RELATO: Perché alcune persone muoiono di polmonite?

La linea di fondo

Lavati le mani e fatti vaccinare per l’influenza (e controlla con il tuo medico le vaccinazioni per la polmonite) per scongiurare queste due malattie.

E se sei generalmente in buona salute e hai meno di 65 anni, non stressarti troppo se queste misure preventive non funzionano e contrai l’influenza o la polmonite. Entrambe le malattie possono essere molto gravi, dice il dottor Brown, ma, aggiunge, “la stragrande maggioranza delle persone sane se la cava bene con il trattamento dell’influenza o della polmonite fuori dall’ospedale.”

Per ricevere le nostre storie migliori nella tua casella di posta, iscriviti alla newsletter di Healthy Living

Tutti gli argomenti su influenza e sinusite

Abbonamento gratuito

Ottieni indicazioni sulla nutrizione, consigli sul benessere e ispirazione salutare direttamente nella tua casella di posta da Health